Dettagli Recensione

 
La ragazza del treno
 
La ragazza del treno 2019-03-15 04:40:57 Bruno Elpis
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    15 Marzo, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La testa nel forno, proprio come Sylvia

Rachel, La ragazza del treno di Paula Hawkins (“La mattina prendo il treno delle 8.04, la sera ritorno alle 17.56. È il mio treno, l’unico che prendo. Tutto qui”), dopo la cocente delusione di un matrimonio fallito, si costruisce una vita parallela: si fa ospitare da un’amica e, ogni giorno, si reca a Londra (“Penso al mucchietto di vestiti lungo i binari, mi sembra di soffocare”), anche se in realtà ha perso il lavoro a causa dell’etilismo (“Come non ho fretta di arrivare a Londra la mattina, non ne ho nemmeno di tornare ad Ashbury la sera”).

Il pendolarismo quotidiano le consente di fantasticare – osservando Jess e Jason dal finestrino - su una coppia che incarna l’ideale della felicità. Poi Jess sparisce e della scomparsa in un primo tempo viene sospettato l’amante, lo psicoterapeuta Kamel Abdic, poi il marito (Jason che in realtà si chiama Scott), infine la stessa Rachel, che patisce un’amnesia causata da crisi etilica e che stalkerizza l’ex marito Tom e la sua seconda moglie (“Io penso a Ted Hughes che ha portato Assia Wevill a vivere nella casa che aveva diviso con Sylvia Plath… Voglio chiamare Anna per dirle che Assia è finita con la testa nel forno, proprio come Sylvia”).

Giudizio finale: avvincente, teso, pendolare.

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

5 risultati - visualizzati 1 - 5
Ordina 
Pendolare...ahahaha, occhio alla tua tratta quotidiana, scherma il finestrino, non si sa mai...ciao Bruno!
Ciao cara,come stai? "Pendolare": trovare tre aggettivi, senza ripetersi troppo, è una sfida, ogni volta. E comunque, quello di cui parli (il rischio che anch'io diventi un "ragazzo del treno") è reale visto che pendolo ogni giorno verso e da Milano. Un caro saluto :-)
Bella recensione Bruno. Ho visto il film tratto da questo libro, non male.
In risposta ad un precedente commento
siti
17 Marzo, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
Bene ma impegnata e con poco tempo per letture libere e recensioni. Lo so che "pendoli", ahahaha. Ciao caro lacustre migratore.
Bruno Elpis
18 Marzo, 2019
Ultimo aggiornamento:
18 Marzo, 2019
Segnala questo commento ad un moderatore
@Enrico: io sono uno di quelli che, molto spesso, legge il libro e non vede il film... in questo caso sarei curioso di vederlo! Ciao :-)

@Laura: dal treno ti auguro buona settimana :-)
5 risultati - visualizzati 1 - 5

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La mia vita con i gatti
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri