Dettagli Recensione

 
Che tu sia per me il coltello
 
Che tu sia per me il coltello 2010-11-17 14:04:02 Indigowitch
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Indigowitch Opinione inserita da Indigowitch    17 Novembre, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Imprevedibile e profondo

Ho scoperto Grossman con questo romanzo, ed è stata una bella sorpresa.
Trovo che quest’autore, così come un altro celebre scrittore israeliano, Yeoshua, sia capace di fornire spunti di riflessione interessanti, spiazzanti, delle belle boccate di ossigeno per la letteratura odierna, che diventa sempre più vista e rivista, cotta e stracotta.
Gli amori epistolari non sono una novità: sono più vecchi di Matusalemme.
Ma in questo caso parlare di amore è un po’ generico, azzardato, direi.
Yair, protagonista maschile della storia, decide di aprire il suo animo a una donna che conosce appena di vista, e, per farlo, le invia una lettera.
Il suo appello, disinteressato e quasi implorante, viene accolto con placido consenso da Miriam, la donna in questione, che dimostra altrettanta voglia di esprimere il suo mondo interiore.
Entrambi i protagonisti vivono delle situazioni familiari particolari, appena accennate, ma i due non vogliono tanto parlare della realtà contingente, quanto comunicare, comunicare incessantemente i loro pensieri, le loro riflessioni, senza seguire degli schemi, solo per il gusto di sentirsi letti, capiti.
Il punto di forza dell’opera è il valore che viene dato alla parola, alla necessità di lacerare la solitudine più nascosta, alla difficoltà di interagire anche con le persone più care che abbiamo accanto.
Non ci sono stantie e prevedibili conseguenze sentimentali in questo affascinante scambio di lettere.
Sarebbe anche sbagliato dire, tuttavia, che non si crei un rapporto speciale tra i due protagonisti.
Ho apprezzato la delicatezza, la profondità e l’originalità di quest’opera, che, scritta da un autore più banale, avrebbe rischiato l’effetto sciropposo da romanzetto rosa.
Il calibro di un autore si vede soprattutto in questo: partire da premesse apparentemente semplici e ordinarie per costruire una storia che di prevedibile ha ben poco.
Si potrebbe rimanere spiazzati dall’atmosfera irrisolta nella quale galleggia il romanzo, ma se è vero che molti eventi della nostra vita rimangono indecifrabili, allora sarà più facile capire le scelte dell’autore.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

9 risultati - visualizzati 1 - 9
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

bella recensione lo leggerò sicuramente
In risposta ad un precedente commento

17 Novembre, 2010
Ultimo aggiornamento:
17 Novembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
grazie, eleonora!spero che ti appassioni.
In risposta ad un precedente commento
eleonora.
17 Novembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
un cerbiatto somiglia al mio amore te lo consiglio!!
In risposta ad un precedente commento

17 Novembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
l'avevo adocchiato ma non c'è mai il tempo di leggerli tutti!
grazie!ne terrò conto...
hai scritto già una recensione qui?

20 Novembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
bellissimo ed ..invogliante commento.prima o poi lo leggerò.
Dovrebbe allora forse piacerti "Lettera di una sconosciuta" di Zweig, che però è romanticissimo e strappalacrime!
In risposta ad un precedente commento

20 Novembre, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
Ti ringrazio, Rosy..fa sempre piacere quando una tua recensione
risulta invogliante..!
Il romanzo che mi hai consigliato lo terrò comunque in considerazione, strappalacrime o no, non si sa mai...e
comunque i consigli di lettura sono sempre benvenuti!
La tua recensione incuriosisce molto!
Aggiungerò questo libro nella mia 'lista desideri' :)

Complimenti, bella recensione!
...una grossa perdita...
Avevo scritto che l'avrei aggiunto.. l'ho fatto, e lo sto anche leggendo! :))))
*.*
9 risultati - visualizzati 1 - 9

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il mantello dell'invisibilità
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.2 (5)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa
La mia Ingeborg
Lucy davanti al mare
Day