Dettagli Recensione

 
La versione di Barney
 
La versione di Barney 2012-02-28 15:19:31 websurfer78
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
websurfer78 Opinione inserita da websurfer78    28 Febbraio, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Riflessioni sulla vita...

Barney Panofsky,canadese di Montreal,ricco,alcolizzato e fondamentalmente solo,giunto alla soglia dei settant'anni,ripercorre gli eventi della sua caotica e affascinante vita,dagli anni parigini,passati a coltivare il sogno di diventare uno scrittore,insieme ai suoi amici letterati,al ritorno nella sua città in Canada,dove si arricchisce diventando produttore televisivo di programmi di dubbia qualità (vi ricorda qualcosa?).Un passato condito da tre mogli,tre figli,amici,nemici...e un'accusa di omicidio...E insieme al passato,così ingombrante e opprimente,Barney ci racconta il suo presente,fatto di whisky,sigari Montecristo,una prostata che non va,la memoria sempre più deficitaria,ma soprattutto tanti rimpianti e una grossa dose di malinconia...
La prima cosa da dire del romanzo di Richler è che non si tratta di una lettura facile : il modo di raccontare di Barney è assolutamente confuso,senza alcun criterio logico e cronologico,un po' come confusa e caotica è stata (ed è) la sua,di vita.Passato e presente si mischiano spesso,gli episodi fondamentali si alternano con quelli futili,spesso ci si perde nelle divagazioni mentali del protagonista,nella selva di ricordi che lo spingono a buttar giù le proprie memorie.
Tutto questo ,però,rende estremamente umano il suo racconto,che è certamente pervaso da ironia,ma un'ironia amara,amarissima,quella di un uomo che al crepuscolo della propria vita si trova a rimpiangere ciò che poteva essere,e non è stato.Soprattutto,la separazione dalla sua ultima moglie,Miriam,la cui storia d'amore è ripercorsa attraverso passaggi bellissimi,estremamente reali e ugualmente dolorosi.
Non mancano,poi,le riflessioni sul concetto di amicizia,in particolare legate al rapporto con Boogie,amico decisamente particolare e controverso...
Un libro molto intenso,quindi,nello stile e nei contenuti,non comico a mio parere,decisamente malinconico invece,ed estremamente realistico per il modo in cui rappresenta i sentimenti di un uomo così complesso,ma,alla fine,così comune...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Bella recensione, mi è stato regalato a Natale ma sono unpò timorosa nell'iniziarlo, non so perchè ma ho paura di mollarlo a metà . Proverò comunque a leggerlo le recensioni sono in linea di massima positive su questo libro.
In risposta ad un precedente commento
websurfer78
29 Febbraio, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie :) Quello che posso dirti è che,a mio parere,non si tratta di una lettura "da ombrellone",anche se molti lo descrivono come un romanzo divertente...l'ho trovato molto malinconico...quando pensi sia il momento giusto,però,inizia a leggerlo,perchè,comunque,secondo me,ne vale la pena ;) ciao!
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il mantello dell'invisibilità
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.2 (5)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa
La mia Ingeborg
Lucy davanti al mare
Day