Dettagli Recensione

 
Libertà di Jonathan Franzen
 
Libertà di Jonathan Franzen 2012-04-22 08:21:26 Ally79
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
2.0
Ally79 Opinione inserita da Ally79    22 Aprile, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

"Libertà è partecipazione"

E’ stato estremamente difficoltoso arrivare all’ultima pagina di quest’opera che è stata definita“Il grande romanzo americano.”
Nessuno mi aveva dato le istruzioni d’uso per affrontarlo.
Tutto ciò che sapevo è che Libertà e Le correzioni (primo lavoro dell’autore)sono considerati capolavori.
Mi sono dunque accostata a lui con innocenza,procedendo come sono solita fare:divorando le pagine.
Ma giunta a metà libro ero spossata dalla stanchezza e con uno stato d’animo che variava repentinamente dall’insofferenza alla fascinazione.
Questo perché il nostro Franzen è scrittore colto,impegnato,di difficilissima gestione.
Non ci si può limitare a LEGGERLO.
Da un lato ci inganna facendoci credere che ci stia raccontando una semplice storia:quella della famiglia Berglund.
Patty,Walter,i loro due figli e una numerosa sfilza di altri personaggi impantanati nelle loro nevrosi,depressioni,insicurezze,grandi amori,tradimenti.
Dall’altro ci lancia,attraverso le sue parole,messaggi continui,quasi sconvenientemente insistenti, che vogliono spronarci alla riflessione:sulla politica,sull’ambiente,sulla corruzione,sulle ingiustizie,sulla libertà,ma sopra ogni cosa sulla vita e su come decidiamo di viverla.
Ed è impossibile tenere distinti questi due aspetti,impensabile avere due diversi livelli di lettura.
Ecco perché ho fatto tanta fatica:mai l’autore ti permette di rilassarti e godere semplicemente delle sue parole.
Mai ti permette di essere un banale osservatore.
Ti chiede di partecipare con ogni neurone contenuto nel tuo cervello.
Allora inevitabili mi giungono alle orecchie le note di Gaber:”Libertà è partecipazione.”
Perché temi come quelli qui trattati(in primis appunto le libertà personali) non possono in alcun modo essere soggetti a una partecipazione passiva;e dunque la tua mente è automaticamente a lavoro su ogni singola parola,su ogni azione compiuta dai protagonisti.
Sei li costretto a riflettere, a mettere in gioco la tua etica,la tua morale,con Franzen accanto che ti sussurra incessantemente:”Tu chi sei?Come sei?Da che parte stai?Come giudichi tutto questo?”

“– Tutto gira intorno allo stesso problema, le libertà personali, – disse Walter. – La gente è venuta in questo paese per cercare soldi o libertà. Se non hai soldi, ti aggrappi ancora piú rabbiosamente alle tue libertà. Anche se il fumo ti uccide, anche se non puoi permetterti di nutrire i tuoi figli, anche se i tuoi figli vengono ammazzati da un pazzo armato di fucile d’assalto. Sarai anche povero, ma l’unica cosa che nessuno ti potrà mai togliere è la libertà di sputtanarti la vita come ti pare e piace.”

Ecco per me questo passo è stato la chiave di lettura dell’intero romanzo.
La mia umile idea è che il messaggio che si cela dietro le oltre seicento pagine è:“Puoi fare ciò che vuoi della tua vita.”
Ma se nella comune mentalità questo concetto è interpretato con una valenza positiva che si esplica nel poter raggiungere sogni e desideri e nel più classico “Volere è potere”, qui Franzen ci ricorda che c’è l’altra faccia della medaglia: libertà vuol dire anche potersi rovinare consapevolmente,volontariamente,accanitamente la propria esistenza.
Non c’è un luccichio di speranza in questa immagine, ma non possiamo esimerci dal riconoscerne l’assoluta veridicità.

In definitiva un libro difficile,intenso,snervante,spossante,che ha il pregio di non lasciare indifferenti.

Concludo raccomandandone certamente la lettura, ma se mi è concesso suggerisco di prenderne piccole dosi per volta.
Poche pagine,centellinate come fossero un buon vino rosso,corposo,strutturato,da assaporare lentamente.
Altrimenti rischiate di finire come me:ubriaca di Franzen.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

5 risultati - visualizzati 1 - 5
Ordina 
Bella recensione e ottimo suggerimento su come affrontarlo, avevo il sospetto che fosse "tosto" e infatti dopo averlo comprato, è lì sullo scaffale dei libri da leggere, che ammicca ma ancora intonso , aspetto il momento giusto per iniziarlo.
In risposta ad un precedente commento
Ally79
22 Aprile, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Andrea fai benissimo ad attendere.Leggilo solo quando ne avrai realmente voglia.E'un libro davvero difficile ma ne vale la pena.
Io vorrei provare anche Le correzioni dicono sia il suo migliore in assoluto.
Buona domenica :)
complimenti Ally !!!!
sei stata veramente esauriente!!!!
è la prima recensione utile che leggo su questo titolo......
ce l'ho in lista da tempo, lo leggerò seppur con le dovute cautele che hai detto tu :-)))))
In risposta ad un precedente commento
Ally79
23 Aprile, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Silvia!
E' un libro dalle mille sfaccettature,complesso.
Ci sarebbero da dire tantissime cose!
Aspetto di sapere cosa ne penserai!
Buona giornata :)))
PICCOLO P.
27 Aprile, 2012
Ultimo aggiornamento:
27 Aprile, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Apprendo con piacere che le mie sensazioni nel leggerlo sono condivise praticamente da tutti. Un libro difficile, impegnativo, soprattutto nel modo di scrivere di Franzen, molto ricercato e che richiede attenzione. Anche io ha fatto fatica ad arrivare a metà poi ho preso una piccola pausa. Quando l'ho ricominciato l'ho finito in un attimo e credo sia un capolavoro.
5 risultati - visualizzati 1 - 5

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri