Dettagli Recensione

 
Fight Club
 
Fight Club 2013-03-05 04:39:37 Bruno Elpis
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    05 Marzo, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fight Club - Commento di Bruno Elpis

Dal romanzo David Fincher ha tratto un film di grande successo. Molti critici hanno salutato Palahniuk come campione di sperimentalismo e di innovazione letteraria. Io ho letto questo romanzo con un enorme senso di inquietudine. E di ansia.

Tyler Durden è il messia nichilista che ha inventato il Fight Club. “… Fa il cameriere di banchetti, serve ai tavoli di un albergo … e fa il proiezionista …”
Da bravo nichilista, Tyler sabota i film perché li proietta “con sparsi qua e là singoli fotogrammi di pornografia”.
Sempre da bravo nichilista, anche gli altri lavori li svolge in modo sovversivo: “Cameriere in preda al rimorso ammette di aver contaminato pietanze”. Per realizzare “la nouvelle cuisine dell’anarchia”?

L’inventiva del messia del nulla si realizza in un’iniziativa violenta: la realizzazione dei fight club.
“Dopo che sei stato al fight club, guardare football in tv è come guardare pornografia quando potresti fare ottimo sesso di persona”.
“E il combattimento va avanti perché io voglio essere morto. Perché solo nella morte abbiamo un nome. Solo nella morte non facciamo più parte del Progetto Caos”.

Difficile capire se i fight club siano una valvola di sfogo o qualcos’altro. Certo è che lo strazio comincia con la partecipazione ai gruppi di sostegno ove “dare un’occhiata a come tirano avanti i malati di cancro” e ove “tutti sorridono con quell’invisibile pistola puntata alla testa”.

A parer mio, due sono gli spunti interessanti che il romanzo offre.

Il primo è il disagio che si respira. In ogni pagina. Perfino in ogni parola.
“Niente è statico. Tutto va a pezzi”.
“Questo era lo scopo del Progetto caos … la completa e immediata distruzione della civiltà”.
“Noi siamo i figli di mezzo della storia, cresciuti dalla televisione a credere che un giorno saremo milionari e divi del cinema e rockstar, ma non andrà così”.

Il secondo è una trovata nella dialettica tra narratore e Tyler. Una trovata che lascia un dubbio nel lettore e lo spiazza: “Questo è un sogno, Tyler è un proiezionista. E’ un disturbo dissociativo della personalità. Uno stato psicogeno di fuga. Tyler Durden è la mia allucinazione”.

Tra frasi tormentone, declinazioni violente e squarci allucinati, la mia mente è corsa più volte al filosofo del nichilismo. Chissà se Nietzsche si sta rivoltando nella tomba.

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
... Nietzsche.
Trovi utile questa opinione? 
240
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

5 risultati - visualizzati 1 - 5
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Bruno!!! Ahahahahahahh benvenuto nella carta vetrata!

“Dopo che sei stato al fight club, guardare football in tv è come guardare pornografia quando potresti fare ottimo sesso di persona”.

Vade retroooooooo!!!!!!!
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
05 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Ma il film lo avevi visto Bruno ?
In risposta ad un precedente commento
Sharma
05 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Il film, a mio avviso, l'ho trovato bellissimo e lo ricordo ancora nei minimi dettagli, non so il libro. Da quello che scrivi penso proprio di no!
@ Gracy: finalmente sono scivolato anch'io sulla carta vetrata! :)

@ CUB: No! E direi che dal gentile commento di @Sharma mi sono perso qualcosa. Tutto perché più che cinefilo ... sono cinofilo! :)

@ Sharma: così mi costringi a vederlo!

@ CUB: E guarda che lo sto aspettando il tuo commento in versi, non ti credere!!! ;)
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
05 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
aHAHAHA !
Guarda io il film l'ho visto e mi e' piaciuto molto. Considera anche che con quel cast c'e' sempre un buon motivo perche' il fim piaccia... ;-)
5 risultati - visualizzati 1 - 5

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa