Dettagli Recensione

 
Ho sposato un comunista
 
Ho sposato un comunista 2013-03-25 15:04:05 gracy
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
gracy Opinione inserita da gracy    25 Marzo, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

“In Gossip We trust”

Philip Roth che piaccia o meno è uno dei più grandi scrittori americani contemporanei e forse uno dei pochi cultori che hanno dentro la propria anima la vera America e lo dimostra in questo libro, per le sue ideologie, per la sua grandiosa capacità di scrittore originale, riflessivo,dissacrante e per la sua trasgressione di ebreo fuori dagli schemi.
Un uomo “legno storto” pieno di vizi e difetti.
Anche questa volta, come è successo nella lettura meravigliosa e soddisfacente “Pastorale americana” Roth dà il meglio di sé nel rivoltare come un calzino gli uomini e le loro storie. Anche se in questo ho trovato difficoltà a entrare nel vivo dei personaggi per la narrazione spesso ostica e fuorviante.
In “Pastorale americana” si assiste all’evoluzione umana dello Svedese in “Ho sposato un comunista” assistiamo all’evoluzione di Ira Ringold, della moglie Eve Frame e della figliastra Silphid. Una triade davvero complicata di personaggi ricchi di qualità spesso poco positive e ricche di spessore, che hanno capacità di fornire tanto materiale sull’indole degli uomini in genere. Chi racconta la storia è sempre Nathan Zuckerman (l’alter ego di Philip Roth) e lo fa da anziano, assieme a Murray, fratello di Ira ex insegnante universitario.
Siamo in America poco dopo gli anni 40, Ira è un uomo dai grandi ideali, operaio da giovane e per una casualità si ritrova attore che sposa una celebre attrice, Eve Frame ricca e raffinata, che ha già una figlia Silphid, musicista e irrequieta che odia fortemente la madre e Ira. Chi trascina le loro vicissitudine e le loro scelte è il periodo storico e sociale, a tratti sottoforma di un quadro disperato, quasi urlato, dove l’antisemitismo, il maccartismo, il liberalismo, la democrazia, i sindacati e il razzismo sono raccontati attraverso le storie del dopoguerra con un occhio rivolto all’irrazionalità, al pettegolezzo come variante della verità che fa parte della società attuale e che per certi aspetti è quasi diffusa più di ogni altro credo.

“La letteratura nuoce all'organizzazione. Non perché sia apertamente pro o contro, o anche subdolamente pro o contro. Nuoce all'organizzazione perché non è generale. L'intrinseca natura del particolare consiste nella sua particolarità, e l'intrinseca natura della particolarità sta nel non potersi conformare. Sofferenza generalizzata? Ecco il comunismo. Sofferenza particolareggiata? Ecco la letteratura. L'antagonismo è in questa polarità. Tenere in vita il particolare in un mondo che semplifica e generalizza: ecco dove comincia la lotta.”

.….le stelle sono indispensabili…..

Geniale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
-la macchia umana
-pastorale americana
...per completare la trilogia
Trovi utile questa opinione? 
240
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

14 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Di Roth ho letto solo "La macchia umana", niente male. Questo mi sembra un po' pesantuccio... che dici meglio Pastorale Americana?
In risposta ad un precedente commento
gracy
25 Marzo, 2013
Ultimo aggiornamento:
25 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Decisamente! A me Pastorale mi ha emozionata, incantata e stordita, Roth è stato un vulcano in eruzione....
In risposta ad un precedente commento
Cristina72
25 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Ahaha ;-)
In risposta ad un precedente commento
gracy
25 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
:P

25 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Trovo bellissima l'espressione "...personaggi ricchi di qualità spesso poco positive.." complimenti!
In risposta ad un precedente commento
gracy
25 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
@ Valeg :P
Bel commento, proprio perchè così particolareggiato ed esaustivo, mi ha fatto comprendere che non è libro per me, passo la lettura ai "colleghi" della Community........
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
25 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
passo anche io, bellissimo titolo :-)
In risposta ad un precedente commento
gracy
25 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Invece vi consiglio di leggere "Pastorale americana" di Roth, giusto per capire cosa vi siete perse finora :P
In risposta ad un precedente commento
petra
25 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Bellissimo commento Gracy, un invito alla lettura! Altro libro da aggiungere alla lista...
14 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.1 (4)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Day
Ci vediamo in agosto
Il segreto della libraia di Parigi
Il club del pranzo della domenica
Il club delle fate dei libri
Il filo della tua storia
Un oceano senza sponde
L'ora di greco
Gli altri
Baumgartner
I lupi nel bosco dell'eterno
L'isola nello spazio
La stagione della migrazione a nord
Fino alla fine
L'ultima cosa bella sulla faccia della terra
Lezioni di chimica