Dettagli Recensione

 
Il gioco dell'angelo
 
Il gioco dell'angelo 2014-02-26 16:55:50 Martiii08
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Martiii08 Opinione inserita da Martiii08    26 Febbraio, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'importanza di una seconda opportunità

Scrivo questa recensione a caldo, avendo appena finito di leggerlo. Che dire, se prima avevo qualche dubbio adesso ne sono certa: Zafón ha creato una vera e propria magia, un incantesimo di cui mistero e tenacia fanno parte. Se il primo capitolo della trilogia, oltre a tenerti incollata, era stilisticamente più semplice, stavolta lo scrittore dà il meglio di sè, introducendo a tratti tematiche filo-religiose e teologiche. Ma non tenterò di nascondere le lacrime che questo libro mi ha provocato, assieme al desiderio di terminarlo ogni qual volta avessi trovato un minuto libero. Ma andrò per ordine.
David Martìn è un aspirante scrittore, figura diametralmente opposta a quella del protagonista del primo romanzo, Daniel Sempere. Avendo adorato "L'ombra del vento", non ho potuto fare a meno di notare la differenza nella descrizione di Daniel in questo secondo capitolo. Oltre alla presenza del padre di Daniel, "il signor Sempere", che sembra essere l'unico tramite tra i due scritti, un lettore che non si è mai cimentato nella Trilogia di Zafón potrebbe tranquillamente leggere "Il gioco dell'angelo" senza aver letto l'opera precedente. Nel mondo di David, Daniel è tutt'altro che il giovane innamorato di Bea, amico di Julian e amato dal padre. Sembra essere solamente un ragazzo timido e dall'aspetto goffo che non ha niente a che vedere con la sua descrizione originale. Inoltre, molti fatti e avvenimenti che si susseguono nel libro, sembrano parlare di un altra libreria, di un'altra Barcellona, di un Fermìn inesistente (ahimè, il mio personaggio preferito), di persone totalmente diverse. Unica similitudine che ho riscontrato, l'amore per il libri del signor Sempere e la presenza del Cimitero dei Libri Dimenticati. Detto questo, specifico che è stata solo una mia annotazione che ho voluto condividere con voi (non per questo ha cambiato l'idea che mi sono fatta del libro). Romanzo meraviglioso, colpi di scena sempre presenti, descrizioni perfette (ho amato la parte innocente/non innocente del protagonista); concordo con altri utenti che hanno ritenuto la fine la parte più bella, e anche la più commovente. Inaspettatamente e contro ogni mio pensiero, ho amato David, il suo cambiamento nel corso degli anni, la sua tenacia. Ma più che altro ho amato Isabella, l'ho trovata infinitamente dolce e materna.
N.B.Il titolo della recensione sarà comprensibile solo a coloro che l'hanno letto.
Vi auguro una buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Non vedo l'ora che Zafón pubblichi l'ultimo capitolo della quadrilogia....non ne posso più di aspettare. Brava Martina....bella recensione....
In risposta ad un precedente commento
Martiii08
27 Febbraio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao marcellina ♥ grazie per il complimento, i tuoi non mancano mai :) visto che anche tu segui la saga e io mi devo prenotare il terzo libro su internet, ma è vero che quest'ultimo che è stato pubblicato si incentra sulla figura di Fermìn? Perché sarebbe davvero un sogno.

17 Marzo, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao, ho appena finito di leggere questo libro e anche io per tutto il tempo ho pensato che Sempere figlio fosse Daniel. In realtà solo alla fine viene svelato il fatto che Sempere figlio altri non è che il padre di Daniel, ecco perchè non ritroviamo lo stesso carattere e gli stessi personaggi. Il romanzo è ambientato prima dell'Ombra del vento. Ho iniziato a leggere l'ultimo e sembra che il protagonista sia effettivamente Fermin...speriamo non deluda, i precedenti sono stati splendidi. Ciao!
In risposta ad un precedente commento
Martiii08
02 Aprile, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
ciao Tizy, mi scuso infinitamente con te per aver notato solo ora il commento, non mi arrivano le notifiche e non so mai come poter leggere quello che mi scrivete. Mi hai davvero illuminata, solo una domanda: ma molte volte ricorre il nome di Daniel, e il padre alla fine si dimostra essere lo stesso del primo libro, come è possibile che possa essere il padre stesso Sempere figlio? Ho un casino in testa hahah!
In risposta ad un precedente commento

10 Aprile, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
nel gioco dell'angelo: signor sempere: nonno di Daniel (ombra del vento, fidanzato di bea e amico di fermin) sempere figlio: babbo di Daniel, isabella sua mamma che infatti nell'ombra del vento muore quando Daniel è piccolo. Di fermin non si parla perché si parla della generazione del babbo di Daniel e secondo me non parlano di nessun Daniel nel gioco dell'angelo, per me ti confondi con David.
In risposta ad un precedente commento

14 Mag, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Marti,
ho visto anche io solo ora i commenti, ho visto anche che Michela ti ha già spiegato tutto... effettivamente Daniel viene nominato solo alla fine, quindi è possibile che ti sia confusa O_o
Prova magari a rileggerlo ;-)
Ho finito la trilogia e sono rimasta contenta, farò passare un pò di tempo prima di iniziare gli altri...
Ciaoooooo
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa