Dettagli Recensione

 
L'anno della lepre
 
L'anno della lepre 2014-11-22 18:00:22 topodibiblioteca
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
topodibiblioteca Opinione inserita da topodibiblioteca    22 Novembre, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Chi trova una lepre trova un tesoro

Siamo in Finlandia ed un auto con a bordo due uomini che sono in viaggio per lavoro, un giornalista ed un fotografo, sta percorrendo una strada che lambisce un bosco. All’improvviso compare davanti alla macchina una lepre, l’uomo al volante cerca di frenare per evitare lo scontro ma….. Questo è l’incipit de “L’anno della lepre” dello scrittore finlandese Arto Pasilinna, uscito per la prima volta in Italia nel 1994 e che fin da subito riscosse un grande successo, esattamente come avvenne in patria quando uscì circa vent’anni prima.

Con questo romanzo si inaugura il genere “umoristico-ecologico”, in quanto le avventure che vive il giornalista Vatanen con la lepre sono tutte piuttosto strampalate ed assurde, così come sono molto pittoreschi e sui generis, i personaggi che incontra. Giusto per fare qualche esempio trova sulla sua strada un pastore luterano molto arrabbiato perché la lepre ha lasciato nella sua chiesa delle palline di sterco, oppure un ex insegnante che ha deciso di consacrare la sua vita alle divinità pagane finlandesi e pertanto vuole rapire la lepre per sacrificarla agli dei in cui crede. Sullo sfondo delle vicende di Vatanen, l’autore dedica grande attenzione alla flora ed alla fauna finlandese. I due “personaggi“ si muovono lungo laghi e foreste, trovano la neve che comincia a cadere già a fine agosto, si imbattono nelle renne ed anche in un pericoloso orso con il quale Vatanen ingaggia un lungo inseguimento.
Indubbiamente si tratta di un’opera dal forte contenuto simbolico. Vatanen viene descritto come una persona cinica, infelice, delusa dal suo matrimonio e dal suo lavoro. Nel momento in cui trova la lepre e decide di fuggire con lei, lontano dal mondo urbanizzato e da Helsinki, riesce finalmente a riscoprire sé stesso ed a raggiungere la pace interiore. Con la fuga Vatanen si assume la responsabilità di abbandonare la sua routine quotidiana scegliendo la vita che ha sempre sognato a contatto con la natura.

Concludo con le mie impressioni. Ho letto questo libro sull'onda dell'entusiasmo trasmessomi da amici oltre che dai commenti su internet di altri lettori. Col senno di poi posso dire che la storia è sicuramente molto particolare ma io non l'ho poi trovata così divertente!...... Sicuramente la colpa è solo mia in quanto si vede che non capisco l'humour finlandese :)

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Altri libri di Paasilinna oppure a chi vuole farsi due risate ed una lettura piacevole.
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Ciao Gabriele. Bello il tuo commento.
L'autore è forse, fra gli scrittori scandinavi di talento, quello che vende di più in Italia. Ebbene, io amo molto e leggo abbastanza letteratura nordica, ma non lo colloco affatto fra i migliori, anche se ho trovato il suo libro "I veleni della dolce Linnea" molto gradevole.
Grazie Emilio per i complimenti:)......Allora chi altro mi consiglieresti di scandinavo sempre pubblicato da Iperborea?
Saluti.
In risposta ad un precedente commento
Emilio Berra  TO
23 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
C'è un'ampia scelta:
Selma Lagerlof (svedese, Premio Nobel) : "L'imperatore di Potugallia" ;
T. Lindgren (svedese) : "Per amore della verità";
Steffansson (islandese) : "Paradiso e inferno" (primo libro di una trilogia);
Gustafsson (svedese) : "Morte di un apicultore" ;
D. Solstad (norvegese) : "Timidezza e dignità";
Hella Hasse (olandese) : "La pianista e i lupi".

.... Buona lettura.
grazie!!
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa
La mia Ingeborg