Dettagli Recensione

 
Olive Kitteridge
 
Olive Kitteridge 2018-04-24 14:04:19 68
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
68 Opinione inserita da 68    24 Aprile, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il vero respiro della storia e della coscienza






A Crosby, cittadina del Maine, tutti sanno tutto di tutti, e del resto che altro hanno da fare? Viaggiando nel tempo numerose voci accendono storie e capitoli in una alternanza passato-presente che ha una sola costante presenza, Olive Kitteridge.
Lei è una signora alta e corpulenta dai capelli grigi, l’ aria impenitente, schietta e leggiadra, conosciuta per le proprie opinioni taglienti suddivise tra tempeste di rabbia e risate profonde.
Da sempre ha mal sopportato le chiacchiere pur continuando a vivere in un luogo di chiacchiere, una donna che non si è mai mostrata umanamente cordiale ed educata, a cui non piace stare sola ma ancora meno in mezzo alla gente.
Olive attraversa le strade, entra nelle case, osserva, si interroga, dialoga, spesso mantiene un cauto riserbo, scruta e conosce gli intimi segreti di tutti, conserva e custodisce gelosamente i propri.
È una ex insegnante di matematica che continua a considerare metà degli abitanti di Crosby come dei ragazzini, ma oggi, in un mondo strano ed incomprensibile, sembra essere semplicemente una donna sola e spaventata.
Mai un giorno si sarebbe immaginata immune dalla bellezza del mondo fisico, eppure la sua anima stanca è percossa da ondate di gratitudine e rimpianto non capendo quello che tutti noi dovremmo sapere, quanti giorni sprechiamo inconsciamente e di quanto amore avremmo bisogno.
Il presente rivela una neo dimensione se non accompagnato dai retaggi del tempo, vi sono momenti in cui Olive avverte la forza disperata e la lotta per ottenere ciò di cui si ha bisogno oltre che il bisogno di un senso di sicurezza nel mare di terrore dell’esistenza.
La sua storia si specchia nella storia di Crosby e dei propri abitanti a cui da sempre appartiene, ne è stata l’ insegnante, la incontrano per strada, nei caffè, nei luoghi di culto, spesso chiedendosi come abbia fatto il marito Henri a sopportarla per tutti questi anni.
Una cittadina, un angolo di mondo che ha assorbito innumerevoli presenze, c’è chi inevitabilmente ritorna alla ricerca di un’ origine remota, della dolcezza e della comodità di un tempo, chi invece partirà cercando di spezzare il cordone ombelicale della memoria.
Vite sfioratesi ed incrociatesi da sempre, delle quali ciascuno odora l’ essenza e vorrebbe illustrare i singoli momenti, respiri diversi ed una paura onnipresente, la possibilità di restare senza amore.
La quotidianità esprime conclusioni inderogabili, spezzando un filo di abitudine che tende ad ovattare il profondo, pensieri che inevitabilmente cambieranno il proprio vicendevole sguardo, un orientamento mutevole che si aggiusta nelle stagioni cangianti, così sarà anche per Olive, suo marito Henri e la loro storia.
Il figlio Christopher se ne è andato per sempre portando con se’ il desiderio svanito di essere nonni, il proprio matrimonio si spegnerà poco dopo il pensionamento.
D’ improvviso una solitudine fisica manifesta, un vuoto affettivo ed esistenziale accentuato dalla scarsa consapevolezza della propria vita mentre la si vive.
Non restano che i tulipani, rinnovati annualmente, nel mentre gli alberi si colorano di rosso, le foglie cadono, i rami si spogliano, la neve copre ogni dove e la forza e la presenza costante delle stagioni è la stessa della intramontabile Olive.
Un romanzo intenso con una scrittura lineare che alterna e subisce gli umori della protagonista, costruito su tanti piccoli momenti ed istantanee del presente e della memoria che sanno scendere nel profondo.
Paesaggi mutevoli, dialoghi intensi, silenzi protratti, attese, partenze, ritorni, la vita quotidiana ed il mostrarsi delle storie possiedono una certa delicatezza d’ insieme, armonia narrativa e vivida presenza.
Un bel racconto ed una protagonista di cui apprezziamo acume e personalità, irriguardosa ed indisponente, tenera e romanticamente devota ( prevalentemente a se stessa ), appassionata e testarda, una voce fuori dal coro ma con tratti intensamente umani e di vita vissuta.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

5 risultati - visualizzati 1 - 5
Ordina 
A dispetto delle tue quattro stelle che, devo dire la verità mi insospettiscono, la tua bellissima recensione è per me un invito urgente: adoro queste protagoniste schive e controverse, il sale della vita.
Grazie dell'ottima recensione : Olive Kitteridge è uno dei pochissimi libri che mi hanno entusiasmato in questi ultimi anni.
In risposta ad un precedente commento
68
26 Aprile, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
In verità le quattro stelle mi parevano poco, mea culpa, la lettura è Consigliatissima ed Olive e ‘ una donna speciale, l’ essenza fatta a persona ciao e grazie
In risposta ad un precedente commento
68
26 Aprile, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Matelda, così è parso anche a me, per caso tu conosci altro della Strout che consiglieresti?
In risposta ad un precedente commento
siti
26 Aprile, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie a te per la risposta. Ciao Gianni.
5 risultati - visualizzati 1 - 5

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri