Dettagli Recensione

 
Tre piani
 
Tre piani 2019-08-16 16:44:42 Marco Caggese
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Marco Caggese Opinione inserita da Marco Caggese    16 Agosto, 2019
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Le piccole, grandi vicende della nostra vita

Eshkol Nevo in un’intervista di qualche settimana fa ha detto che le sue storie nascono come i cerchi concentrici che si creano quando lanci un sassolino in acqua: nascono piccole, poi i cerchi si allargano e le storie aumentano il loro respiro. Tre Piani è proprio questo: le storie di tre persone come noi che vivono su tre piani differenti di un palazzo di Tel Aviv.
I personaggi sono sviluppati ponendo alla loro base la struttura della personalità di Freud. Così Arnon si muove seguendo l’Es, l’istinto, l’irrazionalità, lanciandosi in un susseguirsi di comportamenti istintuali comprensibili ma terrorizzanti. Hani invece è una moglie e madre che cerca disperatamente di rimanere in equilibrio tra l’istinto e la ragione (il Freudiano Io), ma che deve fare i conti con l’nfelicità. Infine Nevo ci racconta le vicende di Dvora, giudice in pensione che invece dà voce al Superio, ma che fatica tanto a sopire gli istinti dell’Es.
Voglio precisare che Tre Piani non è un noioso trattato di psicologia, ma un appassionante, coinvolgente e drammatico racconto delle vite di tre persone come noi. Ciò che mi ha colpito profondamente è che nel corso della lettura si riesce ad empatizzare con ognuno dei protagonisti perché si sente che le vicende che stiamo leggendo sono parte della nostra vita.
Eshkol Nevo ha una scrittura moderna, scorrevole, poco ruffiana ma molto vera e reale. Ama raccontare le vicende “minori”, le storie di un’umanità che abbiamo intorno, che incontriamo ogni momento della nostra vita, quell’umanità che noi stessi rappresentiamo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Ciao Marco. Dii Nevo ho letto solamente "La simmetria dei desideri" , un libro che m'è parso di gradevole lettura, ma l'ho trovato ancora un po' immaturo, proprio come i suoi protagonisti.
L'opera che hai commentato è successiva, quindi presumibilmente migliore.
Ciao Emilio, io di Nevo ho letto tutto e credo che "La simmetria" abbia un taglio volutamente più immediato, ma se leggi Tre Piani (successivo) oppure Nostalgia e, soprattutto, Neuland (precedenti) ti trovi di fronte ad un autore decisamente maturo. Buona serata.
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Yoga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grido della rosa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rosa sola
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I demoni di Berlino
Valutazione Utenti
 
4.8 (2)
L'uomo del bosco
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri