Dettagli Recensione

 
L'eleganza del riccio
 
L'eleganza del riccio 2020-06-16 07:42:34 C.U.B.
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    16 Giugno, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

l'abito non fa il monaco

Il piccolo appartamento nasconde i suoi segreti protetto dalla guardiola, dove lo stereotipo della sciatta portinaia ingrigita assolve ai suoi compiti con il dovuto rigore. In contrasto, le eleganti, immense residenze ai piani alti del numero 7 di rue de Grenelle risplendono nei fasti dei loro ricchi e odiosi proprietari.
Quello che nessuno nota, perché abilmente occultato da Renée, è la fine intelligenza -glorificata da grande erudizione autodidatta- di questa sfortunata donna nata molto brutta ed altrettanto povera.

Questo è l’incipit su cui si schiude il racconto dove lo snobismo spocchioso della ricca e colta élite francese viene ampiamente criticato dallo snobismo inacidito di uno zoccolo più basso della scala sociale.
Snob incorna snob, mi ritrovo tra le mani un libro che ostenta un’intellettualità egocentrica e che ritendo nei modi e nei personaggi estremamente antipatico.
Poi ricordo una recensione in cui si raccomandava di tenere duro, così faccio per mezzo libro e qui vi invito a sfoderare tutta la vostra resilienza, prima di demordere. Perché poi una camelia spunta da un letto di muschio, elegantemente ospitato da una fine tovaglia di seta il tè al gelsomino profuma l’ambiente, delle fettine sottili di funghi condiscono il brodo di verdure, la pioggia estiva bagna le spalle di Len che falcia l’erba e io mi elettrizzo quando la distrofia della Saccenteria si scioglie nell’armonia del Sapere.
Inforco il mio Stabilo e mi diletto a riempire le pagine di sole, quasi dovessi in pochi minuti portare a maturazione un campo intero di pomodori acerbi. Come può un libro tanto odioso divenire di colpo così bello, divertente, emozionante, commovente?

L’eleganza del riccio è un romanzo d’amore, l’amore in ogni sua forma. Verso un amico, un figlio, un uomo, un’opera d’arte, un gatto, una betulla, un libro, una fantasia.
E’un amore delicato timido e introverso, che si concede solo a chi avrà la pazienza di aspettare che il riccio ritiri, coi tempi propri ad ogni riccio, i suoi aculei pungenti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Mi state incuriosendo. Era un libro che avrei ignorato! Smettetela di attentare alle finanze!
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il mantello dell'invisibilità
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.2 (5)
Chi dice e chi tace
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'anno che bruciammo i fantasmi
T
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Il bambino e il cane
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa
La mia Ingeborg
Lucy davanti al mare
Day
Ci vediamo in agosto
Il segreto della libraia di Parigi
Il club del pranzo della domenica
Il club delle fate dei libri
Il filo della tua storia

Copyright 2007-2024 © QNetwork - Tutti i diritti sono riservati
P. IVA IT04121710232