Dettagli Recensione

 
Il gatto che regalava il buonumore
 
Il gatto che regalava il buonumore 2020-10-04 05:06:03 Bruno Elpis
Voto medio 
 
1.5
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    04 Ottobre, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Nostalgia di Fedro

Affascinato dal mio gatto – m’ispira simpatia, tenerezza, buonumore, affetto, poesia… - in un periodo che richiede sentimenti positivi per affrontare le mille difficoltà di una vita che ha cambiato modalità sia sul piano sociale sia nella dimensione psicologica, vengo attratto da questo titolo e ne intraprendo la lettura completamente soggiogato dalla mia esperienza personale con Leo.

Tuttavia mi accorgo che Il gatto che regalava il buonumore di Rachel Wells è una sequenza di banalità: beninteso, banalità assolutamente innocue, ma l’innocuità non cambia la natura di un romanzo che è una favola diluita nei rivoli di situazioni poco avvincenti che attribuiscono al gatto protagonista un carattere antropomorfo (“Siamo noi gatti a dover rimettere insieme gli inevitabili pezzi) grazie al quale sono stati creati - altrove (da Esopo a Walt Disney) - autentici capolavori.

Guardo il mio Leo – gatto educato, riservato ma affettuoso, indipendente ma amichevole, sempre affascinante anche nella sua involontaria comicità – e, stregato dal senso di appartenenza che mi comunica, riconosco che lui sì mi regala il buonumore. Non questo Alfie che, suo malgrado, partecipa a un processo commerciale che può deludere chi ama gli animali.

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Consigliato a chi ha letto...
Sconsigliato a chi ama Fedro, Esopo e il vecchio Disney
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
siti
04 Ottobre, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Bruno! Un saluto a Leo, io dopo la morte di Romeo non riesco più ad accogliere altri gatti.
In risposta ad un precedente commento
Bruno Elpis
06 Ottobre, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Laura, non riesci per dolore? Saresti la felicità di uno di questi bellissimi nostri a-mici :-)
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
06 Ottobre, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
Laura, ripensaci! Anzi, non pensare, apri la porta.
Per te stessa che non potrai che rallegrartene e per un randagio che salverai da una fine infame.
I posti liberi son fatti per essere riempiti d'amore, non di rimpianto!
( Parola di una volontaria di canile)
In risposta ad un precedente commento
siti
07 Ottobre, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
Lo dici a me, mia sorella ha due canili ( fai da te ma attiva con Gli Invisibili -Sardegna) e tanti gatti!! Non riesce a convincermi nemmeno lei!
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore
La grande foresta
La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola
Vita in vendita
L'uomo che aveva visto tutto
Serge
La foresta della notte
L'eredità
Dove sei, mondo bello
Maimai