Dettagli Recensione

 
Cambiare l'acqua ai fiori
 
Cambiare l'acqua ai fiori 2022-08-23 13:17:15 andrea70
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
andrea70 Opinione inserita da andrea70    23 Agosto, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Occasione sprecata

Violette Toussaint è la custode del cimitero di un piccolo paese della Borgogna.
Dalla sua casetta nel cimitero passano molte persone, per un fiore, un cordiale, una parola di conforto.
Un giorno arriva un uomo da Marsiglia con una richiesta molto particolare: la madre nelle ultime
volontà ha chiesto di essere seppellita in quel cimitero accanto alla tomba di quello che per
il figlio è un emerito sconosciuto.
Cerca forse il conforto di qualcuno nella decisione di approfondire la vicenda per capire il perchè della richiesta della madre.
E' solo una delle vite che si intrecciano con quella di Violette, che da anni non vede più il marito , uscito una mattina per uno dei soliti giri in moto e mai più ricomparso.
Questa è solo l'ultima parte del passato drammatico di Violette che affiora via via che procede il racconto, intanto attraverso un diario si svela la vita segreta della madre dell'uomo venuto da Marsiglia.
Il romanzo diventa ben presto una specie di giallo-rosa in cui c'è da fare chiarezza su un tragico evento del passato di Violette in cui le cose non sono andate come narra la versione ufficiale della polizia e paradossalmente quando dovrebbe diventare più intrigante ha già...stancato.
Può una vicenda parallela a quella principale rovinare un ottimo romanzo rendendolo inutilmente prolisso e abbattendo in modo drastico tensione e interesse nel lettore ? Hai voglia.....
A mio parere troppo "carnali" e di scarsissimo impatto empatico le vicende della madre dell'uomo di Marsiglia : noiose oltre che improbabili e a tratti irritanti: non aggiungono niente alla storia se non un pretesto per una relazione tra Violette e l'uomo (che originalità...).
Peccato perché è davvero ben scritto e con cento pagine in meno sarebbe stato un bel libro, bastava eliminare il tormentone erotico della madre dell'uomo di Marsiglia . Molto carine soprattutto le massime che fanno da introduzione ad ogni capitolo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Un libro di grande successo e di opinioni assai contrastanti. Tu ti poni in una via di mezzo. Al momento continuo ad accantonarlo.
In risposta ad un precedente commento
andrea70
23 Agosto, 2022
Segnala questo commento ad un moderatore
Si ma ti confesso una parziale delusione , me ne avevano parlato come di un capolavoro o giù di lì. Brutta cosa le aspettative elevate....
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il mantello dell'invisibilità
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.2 (5)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
Il bambino e il cane
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa
La mia Ingeborg
Lucy davanti al mare
Day
Ci vediamo in agosto
Il segreto della libraia di Parigi