Dettagli Recensione

 
Niente di nuovo sul fronte occidentale
 
Niente di nuovo sul fronte occidentale 2022-08-27 18:56:16 Clangi89
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
3.0
Clangi89 Opinione inserita da Clangi89    27 Agosto, 2022
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Parole per non dimenticare

È difficile recensire Niente di nuovo sul fronte occidentale, l'unico modo sarebbe riscriverlo parola per parola, affinché ciascuna di essa entri dentro di noi.
Gli occhi di chi la guerra l'ha vista si devono osservare da vicino, per riflettere e non smettere di dimenticare, non smettere di condannare l'orrore che fu e che c'è, vicino e lontano.
Entra nella coscienza di ciascuno il pensiero alle atrocità, alle brutture, ai dolori, alla fame, alle assurdità di ciascuna guerra.
Allo stesso tempo il lettore tocca con mano il cameratismo, le gioie ed i sorrisi tra compagni, i ricordi felici e le riflessioni sul futuro di una generazione di ragazzini che vennero gettati nelle trincee.
E' un libro che ti graffia dentro, non ti lascia uscire indifferente. È un inno contro la guerra, senza lasciar nulla per scontato.
Sono molti i pensieri che rieccheggiano dopo una simile lettura: i soldati nemici e uguali, la propaganda, il terrore che non potrà mai essere capito una volta rientrati dal fronte, le urla soffocate nella terra pregiata di sangue, sudore e lacrime.
Restano le parole, che non moriranno mai.
"Io sono giovane, ho vent'anni: ma nella vita non conosco altro che la disperazione, la morte, il terrore e la insensata superficialità, congiunta con un abisso di sofferenze. Io vedo dei popoli spinti l'uno contro l'altro, e che senza una parola, inconsciamente, stupidamente, in una incolpevole obbedienza si uccidono a vicenda. Io vedo i più acuti intelletti del mondo inventare armi e parole perché tutto questo si perfezioni e duri il più a lungo possibile."

"Mi rivolgo al morto e gli dico:"Compagno,io non ti volevo uccidere. Se tu saltasse un'altra volta qua dentro, io non ti uccidere, purché anche tu fossi ragionevole. Ma prima tu eri per me solo  un'idea , una formula di concetti nel mio cervello, che determinava quella risoluzione. Io ho pugnalato codesta formula. Soltanto ora vedo che sei un uomo come me. Allora pensavo alle tue bombe, alla tua baionetta, alle tue armi; ora vedo la tua donna, il tuo volto e quanto ci assomigliano. Perdonami compagno!"

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Ho letto La notte tra ieri ed oggi…Shoah, guerre mondiali….questi libri sono indimenticabili, perché sono agghiaccianti e ti fanno vergognare di appartenere al genere umano
In risposta ad un precedente commento
Clangi89
29 Agosto, 2022
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie mille per il consiglio, prendo mota, non lo conosco
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.1 (4)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Day
Ci vediamo in agosto
Il segreto della libraia di Parigi
Il club del pranzo della domenica
Il club delle fate dei libri
Il filo della tua storia
Un oceano senza sponde
L'ora di greco
Gli altri
Baumgartner
I lupi nel bosco dell'eterno
L'isola nello spazio
La stagione della migrazione a nord
Fino alla fine
L'ultima cosa bella sulla faccia della terra
Lezioni di chimica