Dettagli Recensione

 
Più profondo del mare
 
Più profondo del mare 2023-04-04 08:42:07 saby
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
saby Opinione inserita da saby    04 Aprile, 2023
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Resilienza

E se la a tua paura più grande diventasse l’unica via di salvezza?

Questa è la storia di Doaa giovane siriana costretta a scappare dal proprio paese d’origine, martoriato dalla guerra, ma è la storia di tanti migranti che sfidano il destino spinti dal desiderio di una vita migliore.” Come la musica nei film horror, rendeva le scene di morte davanti a lei ancora più terrificanti, come se l’annegamento delle persone seguisse il ritmo delle onde”.

Una donna con una grande forza d’animo, che cerca in tutti i modi di non arrendersi agli eventi, ma lottare per la vita. “Doaa non sopportava più il rumore del mare. “Non sentiva più i piedi dal freddo, e la sete le aveva gonfiato la lingua. Era così annientata dal dolore che, se non fosse stato per le due bambine in fin di vita che aveva fra le braccia, avrebbe lasciato che il mare la consumasse.”
Queste pagine, sono raccontate magistralmente da Melissa Fleming capo delle Comunicazioni per l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite, spesso impegnata in zone di guerra. Un romanzo dei nostri tempi, scritto con la testimonianza diretta della protagonista. La riuscita sta proprio in questo, dare voce a chi ha vissuto sulla propria pelle quel dramma. Spesso ci poniamo delle domande, perché sfidare la morte? Perché mettere la propria vita e quella dei propri figli nelle mani di scafisti senza scrupoli, affrontare giorni in mare in condizioni disumane senza alcuna certezza di arrivare sani e salvi? Chi siamo noi per giudicare queste scelte, viviamo in un paese democratico, siamo dei privilegiati, abbiamo ogni libertà decisionale, e non siamo costretti a scappare. Immaginiamo la disperazione, l’incertezza e la paura che spingono queste persone a lasciare contrariamente il proprio paese, nel caso di Doaa superare anche la paura dell’acqua, e non sapere cosa riservirà il futuro. Nella nostra costituzione l’artico 10 afferma: Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge. Se c’è una legge perché viene applicata solo per alcuni e non per tutti i profughi che richiedo asilo? Esistono migranti di serie A e di serie B? Adulti e bambini perdono la vita in mare, ci si sente impotenti difronte a queste tragedie, e la soluzione non è chiudere i confini, ma creare corridoi umanitari, rendere legali e sicure le partenze. Non facciamo ancora abbastanza.

Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa