Narrativa italiana Gialli, Thriller, Horror Arrigoni e il delitto in redazione
 

Arrigoni e il delitto in redazione Arrigoni e il delitto in redazione

Arrigoni e il delitto in redazione

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Milano, 1958. Leonardo Bruni dirige l'omonima e fortunata casa editrice con sede in Porta Venezia. Tra i suoi collaboratori spicca Alberto Masserini, correttore di bozze poi promosso a redattore capo dopo aver scovato e fatto pubblicare un romanzo di successo. La sua fortuna però si esaurisce presto, perché viene trovato con la gola squarciata nel suo appartamento in via Settala. L'assassinio del giovane e brillante redattore capo porta Arrigoni a indagare in un ambiente per lui del tutto nuovo, quello dell'editoria. Il caso si presenta piuttosto complicato: l'omicidio è avvenuto a casa della vittima, ma non c'è traccia di forzature alla porta d'ingresso né tanto meno impronte digitali: l'assassino ha agito con freddezza e lucidità. L'indagine mette il commissario in contatto con i vari personaggi che hanno a che fare con la casa editrice: l'editore, la moglie e i componenti dei diversi reparti, più il classico ricorso alla portinaia della vittima. Ma non ne esce un gran che, se non che il defunto aveva una forte passione per le donne e il gioco d'azzardo. L'inchiesta si allarga così coinvolgendo anche conoscenze extra lavorative del Masserini... La soluzione del caso alla fine arriverà nel modo più inaspettato e imprevedibile, con la scoperta di un assassino assolutamente insospettabile.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Arrigoni e il delitto in redazione 2020-12-27 18:21:43 ornella donna
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    27 Dicembre, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'ultima avventura del commissario Arrigoni

Dario Crapanzano firma il suo ultimo libro con il suo personaggio più famoso, il commissario Arrigoni, intitolandolo, appunto, Arrigoni e il delitto in redazione.
Una nuova avventura con un personaggio molto amato dai lettori, ambientato in una Milano dei tempi passati, resa con grande fascino ed eleganza. Siamo nel 1958 e tale Alberto Masserini, redattore capo per una casa editrice viene trovato morto nel suo appartamento. Chi era costui?
“Il Masserini sembrava un bel giovane, biondo e di alta statura. Era ancora seduto davanti alla scrivania in sala e il suo stato corrispondeva alla descrizione, seppur sommaria, della Voltini: la gola presentava un grande squarcio intriso di sangue rappreso, che non aveva risparmiato la camicia.”
Chi ha potuto volere una morte così atroce? Ovvero:
“In una fredda notte notte invernale, per la precisione quella di venerdì 31 gennaio 1958,il giovane era seduto alla scrivania del suo soggiorno, ma non stava né leggendo né scrivendo: sembrava dormire con la testa appoggiata sul ripiano di fronte a lui; ma in realtà era morto.”
Il commissario Arrigoni indaga con fervore, ma arrivare alla verità sarà difficile. Ma lui non accetta la sconfitta, lui:
“Basso e robusto, per non dire grasso, con capelli e baffoni che solo dopo gli interventi di Antonio assumevano un aspetto accettabile, e con un naso dalle dimensioni oltremodo ragguardevoli. L’unica nota positiva che si attribuiva a livello fisico erano i due grandi occhi castani sempre all’erta. Ma il suo pezzo forte era il cervello, un’intelligenza apparentemente non brillante, ma solida e dotata di una grande capacità di approfondimento, caratteristica che aveva contribuito al suo successo di investigatore.”
Un giallo classico, un vero rompicapo. Che si legge con ansia, catturati dalle descrizioni di un passato tanto differente dall’attualità, dalle atmosfere retrò, ma tanto ben descritte. Questo è il vero punto forza del romanzo, accanto all’indagine vera e propria condotta con acume e spirito di squadra. Per gli amanti del giallo, ma anche per chi vuole ancora sognare sulle note della bella “Volare” che proprio in quell’anno era stata la canzone vincitrice. Un ultimo bel romanzo prima di accomiatarsi per sempre dai suoi lettori fedeli, da parte di un ottimo romanziere. Un lascito di grande eleganza.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Per chi ama le atmosfere un po' retrò, un romanzo semplice ma molto elegante e raffinato.
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rinnegata
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il gioco della notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri