Il giro di boa Il giro di boa

Il giro di boa

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

L'inchiesta piu dura del commissario Montalbano comincia con un cadavere pescato per caso in alto mare. L'incrocia Montalbano mentre nuota al limite dello stordimento per lavarsi di dosso una notte di cattivi pensieri e malumori. I fatti politici, certi eventi di repressione poliziesca, l'atteggiamento verso gli immigrati: tutto cospira a farlo sentire un isolato, e il cadavere anonimo, destinato a restare senza giustizia, archiviato da banale caso di clandestino immigrato, sembra armonizzarsi macabramente con il suo senso di solitudine.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 4

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.5  (4)
Contenuto 
 
4.3  (4)
Piacevolezza 
 
4.3  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il giro di boa 2015-05-02 17:03:36 Pelizzari
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    02 Mag, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IL PICCOLO GUERRIERO

Giallo siciliano estremamente attuale, perché, in una manciata di pagine, porta l’attenzione sul tema dell’immigrazione clandestina nel Mediterraneo, con un gioiello di personaggio, un picciliddro che si arrende a Montalbano ed anche questa immagine mi ha ricordato la recente fotografia di quella bimba siriana che si arrende ad un fotografo, scambiando il suo obiettivo per un fucile. Della storia che dire? Ben intrecciata, con guizzi di ingegno, perché un omo di scienza, un omo di mare ed un omo di logica sbirresca arrivano alle stesse conclusioni. Dello stile che dire? Scoppiettante e colorato, divertente e raffinato. Di Montalbano che dire? Affascinante, come sempre. Ma la perla di queste pagine è il piccolo guerriero, che ha combattuto finchè ha potuto ma poi non ce l’ha fatta più.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il giro di boa 2014-09-30 11:18:50 Sydbar
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Sydbar Opinione inserita da Sydbar    30 Settembre, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il giro di boa

Questa è l'ennesima storia del Maestro Camilleri con protagonista il Commissario Montalbano ed è l'ennesimo successo di un autore che ormai è marchio di garanzia.
Ma andiamo con ordine, l'autore questa volta gioca molto molto sporco con il lettore e con il suo protagonista, perchè il sottotitolo dell'opera potrebbe benissimo essere "nulla è come appare". Un susseguirsi di falsi indizi e false impressioni, un incalzare dell'ingagine spinta solo ed esclusivamente dalla caparbietà di Montalbano, indiscusso protagonista attorniato dal fedele Fazio, dall'amico Augello e dal simpaticissimo Catarella.
Da sfondo alla storia vi sono gli sbarchi di extracomunitari sulle coste siciliane accompagnate da un ulteriore male dilagante...
Spettacolari sono le descrizioni di piatti tipici che il nostro commissario divora con grande senso di piacere.
Camilleri questa volta però è risultato un po' più prolisso del solito in alcuni passaggi nella storia, che seppur obbligatori, potevano essere sicuramente più snelli.
Nel complesso una grande storia, che lascia l'amaro in bocca perchè ci ricorda che nulla è come sembra, anche se noi viviamo in una parte di modo "fortunata", forse ancora per poco, ci sono parti del nostro pianeta in cui la gente vive la propria vita nella disperazione.
Grazie Camilleri.
Buona lettura a tutti.
Syd

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Tutti i precedenti della serie di Montalbano o gialli in genere
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il giro di boa 2013-05-05 17:45:02 The Reader
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
The Reader Opinione inserita da The Reader    05 Mag, 2013
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Bel giallo...

Un giallo scritto in modo scorrevole e molto interessante (e talvolta divertente) da leggere. Consiglio questo libro (e tutti i romanzi di Montalbano) a chi piacciono gialli che non siano necessariamente intricati come quelli di Agatha Christie o Rex Stout. Attenzione al siciliano, in quanto il libro è scritto interamente in dialetto: sia nei dialoghi tra i personaggi, sia nella narrazione dello scrittore.
Libro non impegnativo, voto complessivo = 8.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
21
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il giro di boa 2011-11-05 16:07:16 Mariblu
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Mariblu Opinione inserita da Mariblu    05 Novembre, 2011
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il giro di boa

Le indagini del commissario questa volta sono due, insieme. Sono indagini che si muovono con lo stile di Camilleri e avranno il compito stavolta, non soltanto di consegnare i malfattori nelle mani della giustizia, ma, di rimettere in pista Montalbano.
In questa indagine, Salvo che è sempre stato pronto ad andare “oltre”, a seguire il suo istinto, oltre quello che gli viene concesso dalla legge dei suoi superiori, adesso sembra essersi stancato di quello che fa, come se avesse preso coscienza dell’inutile lotta contro i mulini a vento, come se fosse un uomo fuori tempo.
E’ qui che compare la denuncia politica e la presa di coscienza di una società che non cambia; però c’è la svolta camilleriana, quello squarcio, quel qualcosa che rimette in pista il commissario di Vigata, quello a cui basta un’intuizione venuta fuori per caso, come per le vecchie guardie di un tempo.
Un libro in cui è spesso presente l’introspezione di un uomo che va avanti negli anni ma continua a fare le cose da ragazzino animato dal desiderio di prendersi la soddisfazione del suo duro lavoro.
Racconto intervallato come sempre dalla vita del commissariato, dei personaggi tipici di quel luogo, dalla vita privata di Montalbano che ruota intorno a poche figure ma di elevata importanza

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La Svedese
Un volo per Sara
Undici morti non bastano
Una stella senza luce
Il tessitore
Il gigante e la Madonnina
Terrarossa
Se son rose moriranno
Rancore
Racconti sull'innominabile
Una piccola questione di cuore
Vivi nascosto
Diritto di sangue
Il Francese
Mente oscura
Paesaggio con ombre