L'estate di Montebuio L'estate di Montebuio

L'estate di Montebuio

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

In una notte del dicembre 2007, alle tre in punto, lo scrittore horror Morgan Perdinka si toglie la vita nel suo loft di Milano. Il 9 gennaio del 2008 il cadaverino mummificato di una ragazzina scomparsa quarantacinque anni prima riaffiora dalle acque gelide di un torrente sulla cima del Monte Buio, nell'Appennino Ligure. Eventi all'apparenza estranei l’uno all'altro. Ma quando un carabiniere e un anatomopatologo scoprono che il dodicenne Morgan trascorse le vacanze estive del 1962 sotto il Monte Buio, vivendo un tenero e infantile amore nei confronti della bambina destinata a essere inghiottita dal nulla l'estate successiva, una mostruosa verità inizia a farsi strada, trascinando i due uomini in un abisso inconcepibile dove regnano il Male puro e i suoi più insospettabili adepti. Cosa lega una vecchia colonia in rovina alle inquietanti preveggenze dei libri scritti da Morgan? Chi è la Vergine Crocefissa? Che cosa è la sostanza nera e fosforescente che da decenni prolifera sulle propaggini della montagna?



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'estate di Montebuio 2013-07-01 09:39:44 andrea70
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
3.0
andrea70 Opinione inserita da andrea70    01 Luglio, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Affascinante ma fumoso

Il suicidio di un noto scrittore horror, Morgan Perdinka, e il ritrovamento del cadavere di una ragazzina scomparsa misteriosamente molti anni prima in una zona dove lo stesso scrittore aveva trascorso le vacanze proprio l'anno prima della scomparsa, mettono in moto le indagini di un arguto carabiniere aiutato da un anatomopatologo.
La vicenda è permeata da un sottofondo un pò macabro, il centro della storia è in quello che accade nel paesino di Montebuio (mai nome fu più azzeccato) dove ogni anno si ripete un rito che ha molto di pagano e inquieta parecchio, la processione della vergine crocifissa. Leggendo quanto ha scritto Morgan nel corso degli anni sembra di trovare dei collegamenti con gli avvenimenti di Montebuio, a volte addirittura delle previsioni di fatti poi avveratisi.
La stessa compagna di Morgan si interroga sulla sorte dell'uomo che ha amato chiedendosi se era quello che ha conosciuto o se non avesse una personalità nascosta.
Che rapporto c'è davvero tra Morgan e Montebuio, tra i suoi libri e ciò che ha vissuto, quale segreto nascondono gli abitanti di questo paesino che sembra sonnolento ma in realtà ti osserva.
Morgan si è veramente suicidato e se lo ha fatto qual è il vero motivo?
Danilo Arona crea una ambientazione senza dubbio molto suggestiva , riesce a far correre più di un brivido lungo la schiena del lettore, a creare quel senso di attesa che però spesso non trova riscontro nei fatti o lo trova troppo in la nel tempo facendo perdere qualcosa. La storia è parecchio oscura, quando pensi di aver trovato il filo conduttore, Arona rimescola le carte e ti ritrovi nuovamente in compagnia di quella malsana inquetudine. La sensazione è che abbia messo tante frecce al proprio arco scagliandole tutte assieme e mancando il bersaglio o almeno non facendo centro pieno, rimane una sensazione di incompletezza, di una promessa enorme non completamente mantenuta.
Il racconto è davvero molto affascinante, a cavallo tra l'horror, il mystery e il noir/thriller ma spesso l'autore si perde verso sentieri paralleli che ingarbugliano la storia appesantendola di orpelli macabri e fumosi che, a mio avviso, erano inutili, come se fare in modo che il lettore si perda sia un modo per dare "spessore" al romanzo.
L'idea di fondo è molto intrigante, ma troppi suoni provocano un effetto cacofonico, rimane un buon lavoro di un autore che ha del talento visionario.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.1 (4)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'orizzonte della notte
Pesci piccoli
Omicidio fuori stagione
Tutti i particolari in cronaca
Il giudice Surra e altre indagini in Sicilia
La forma dei sogni
Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Sud America
Soledad. Un dicembre del commissario Ricciardi
Sua Eccellenza perde un pezzo
Il sale sulla ferita
L'educazione delle farfalle
Il cliente di riguardo
L'ultimo ospite
La morra cinese
Colpo grosso ai Frigoriferi Milanesi
Colpo di ritorno