Narrativa italiana Gialli, Thriller, Horror La ragazza che cancellava i ricordi
 

La ragazza che cancellava i ricordi La ragazza che cancellava i ricordi

La ragazza che cancellava i ricordi

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Olga ha trentanove anni, abita in un paese al confine con la Svizzera ed è ossessionata dalla paura di perdere la memoria, com'è successo a sua madre. È stata lei a chiamarla come la Čechova, ma se l'allieva di Stanislavskij era corteggiatissima, Olga ha sempre diffidato dei maschi. «La tatuatrice che cancella i brutti ricordi», l'ha definita il «Corriere», dando una sgradita notorietà proprio a lei, cresciuta isolata come aveva deciso suo padre, che l'ha iniziata all'arte del combattimento. Quando scompare Melinda, un'amica milanese tatuata anni prima, Olga si getta nella sua ricerca. Così incontra l'attraente giornalista Gabriele Pasca, che sovverte ogni sua certezza sui sentimenti. Per scoprire che cosa si cela dietro le sparizioni di diverse donne, Olga dovrà sfuggire a un uomo spietato che la insegue. Un uomo con una piovra tatuata sul collo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La ragazza che cancellava i ricordi 2022-02-22 09:26:27 ornella donna
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    22 Febbraio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Olga Rosalia Bellomo

Chiara Moscardelli , dopo aver avuto un ottimo successo di pubblico con i libri Volevo essere una gatta morta, La vita non è un film, Quando meno te lo aspetti, Volevo solo andare a letto presto, Volevo essere una vedova, Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli, Teresa Papavero e lo scheletro nell’intercapedine; torna in libreria con una nuova, vibrante, protagonista nel libro intitolato La ragazza che cancellava i ricordi, edito da Einaudi.
Chi è questa ragazza di cui si fa riferimento nel titolo? La ragazza si chiama Olga, ha oggi trentanove anni, ed è un po’ particolare. Cresciuta, sola, con una madre affetta da Alzheimer, Olga teme di finire come sua madre, dimenticandosi degli eventi, delle persone e delle cose. Un padre, anche lui strano, si fa vivo con lei solo dopo molti anni, e l’addestra quasi militarmente e di nascosto. Perché lo fa? E’ uno dei tanti quesiti che Olga si pone. Lui per lei è:
“L’uomo più bello del mondo (…) per la prima volta nella sua vita, pensò di essere davanti a una persona da cui non c’era niente da temere. Alto, muscoloso, due occhi così verdi da sembrare quasi trasparenti, il tipo le stava di fronte in tutto il suo splendore.”
Un padre che la costringe, quasi, a crearsi una vita in solitudine, dove diffidare sempre di tutto e di tutti. Va a Londra, dove impara una particolare tecnica di Tatuaggi, e una volta tornata in Italia cerca la totale invisibilità. Ma è soddisfatta solo parzialmente, perché un articolo di giornale la smaschera e lei diventa:
“Nascosta tra le montagne, la attuatrice che cancella i ricordi, (…) era andata nel suo studio con la scusa di farsi tatuare un orribile tulipano, e non si era certo qualificata come giornalista. Olga aveva percepito che nascondeva qualcosa, ma non poteva sospettare cosa. (..) Nessuno conosceva il suo passato, né sapeva perché, quasi dieci anni addietro, si fosse trasferita lì.”
Nell’esercitazione del suo lavoro di attuatrice incontra Melinda, e ne diventa amica. Ora lei è scomparsa, e Olga si pone troppe domande, e cerca di trovarla ad ogni costo. Per riuscire nella sua impresa, però, si scontra con enormi difficoltà che mineranno, addirittura, la sua stessa vita. Riuscirà a trovare la sua amica?
Chiara Moscardelli scrive con questo libro un giallo sui generis, che ruota, essenzialmente, sulla protagonista assoluta: Olga. Un ritratto di donna inusuale che, tuttavia, colpisce per la sua singolarità:
“Olga Rosalia Bellomo, era in perfetta contraddizione (…) lei era schiva, sospettosa, poco incline all’avventura, e alla vita sociale, per nulla avvezza alla seduzione. E considerava questa caratteristica una fortuna.”
Il suo rifiuto è perturbante, la sua sfiducia verso il genere umano, e in particolare verso gli uomini, colpisce nel profondo:
“Nessun uomo è un’isola. (…) Niente legami. Voler bene a una persona significava mettersi alla sua mercè.”
Inoltre l’autrice fa propria la caratteristica secondo cui il giallo è lo specchio della società di cui parla, per cui lei tratta temi tanto delicati quanto attuali, esempio: la condizione della donna, le fragilità delle persone, la fecondazione assistita e le sue intime, laceranti, contraddizioni, per cui:
“Nella storia che sto per raccontarvi le donatrici, per quanto non siano da considerarsi vittime involontarie di uomini senza scrupoli, sono pur sempre vittime. Sono, ancora, una volta, donne. Ma la loro forza ha, ancora una volta, sparigliato le carte e ci ha condotti a una vittoria che è tutta loro.”
Ne emerge un ritratto di donna vivissimo, preciso e stupefacente. Una lettura, forse meno ironica delle precedenti a firma Chiara Moscardelli, ma molto profonda e scorrevole. Una trama ben congegnata, personaggi ambigui, ma sempre ben distinti, una parte dialogica che ben si alterna a una prosa semplice, ma incisiva. Per tutti gli amanti della scrittrice, ma non solo. Una lettura adatta a tutti, per trascorrere ore liete in compagnia di un personaggio fuori dal comune.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La mia giornata nell'altra terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La fortuna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La treccia alla francese
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Città in fiamme
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ritratto di donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tessitore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il segreto dell'alchimista
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La stanza delle mele
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il ritorno di Sira
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stalingrado
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fame blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Undici morti non bastano
Il tessitore
Il gigante e la Madonnina
Terrarossa
Se son rose moriranno
Rancore
Racconti sull'innominabile
Una piccola questione di cuore
Vivi nascosto
Diritto di sangue
Il Francese
Mente oscura
Paesaggio con ombre
Come i tulipani gialli
La ragazza che cancellava i ricordi
Fuoco