Negli occhi di Timea Negli occhi di Timea

Negli occhi di Timea

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


È trascorso un anno da quando i gemelli Vincent e Nicolas Tripaldi sono stati costretti a fuggire in Albania per scampare all'arresto. A capo della Red, una squadra segreta di polizia che conduce le proprie indagini attraverso l'uso dell'ipnosi, erano stati risucchiati in un gioco di potere più grande di loro. Ora sono rientrati clandestinamente in patria, per andare incontro ciascuno al proprio destino. Nicolas vuole far evadere Sara Mancini, la loro ex collega che tra le mura del carcere è diventata mamma. Vincent invece è pervaso da un feroce desiderio di vendetta verso il premier Mattia Manera e il Professor Luca Basile, gli uomini che pur di assecondare i loro giochi di potere lo hanno strappato per sempre dal suo lavoro e dai suoi affetti, arrivando a uccidere. Vincent ha in mente un piano che lo costringe a enormi compromessi rispetto alla propria coscienza, talmente inconfessabile da tenerlo nascosto persino a suo fratello. La clandestinità dei gemelli è messa a rischio proprio dalla loro ex squadra, la Red, che preleva sistematicamente ignari cittadini e ne setaccia l'inconscio per usarli alla stregua di telecamere di videosorveglianza umane, al solo scopo di catturarli. Sullo sfondo di un intrigo che coinvolge i massimi livelli istituzionali e criminali e che ruota intorno al traffico internazionale di rifiuti, viene perpetrata una sanguinosa strage a cui assiste un'unica testimone, Timea, una bambina di cinque anni. Chi è Timea? Da dove viene? Cosa ci faceva lì? Ma soprattutto cosa hanno visto i suoi occhi?

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Negli occhi di Timea 2019-01-05 09:51:07 ornella donna
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    05 Gennaio, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli occhi innocenti dell'infanzia

Luca Poldelmengo esordisce nel cinema, nel 2009 esce il suo primo romanzi Odia il prossimo tuo. Nel 2014 per la collezione Sabotage, diretta da Massimo Carlotto e Colomba Rossi, esce il romanzo Nel posto sbagliato, a cui fa seguito I pregiudizi di Dio. Trilogia che si conclude oggi con Negli occhi di Timea.
Gli occhi di Timea sono gli occhi di una bimba, Timea appunto, che hanno visto ciò che non doveva vedere. Lei è l’unica muta testimone di una strage terribile a cui assiste impotente. Ma chi è lei? E cosa ci faceva in quel tetro luogo? Torna in auge anche l’ex commissario Vincent Tripaldi, che era fuggito da un anno con il fratello gemello Nicolas. Entrambi erano componenti della Red, una squadra segreta della polizia che avviava le proprie indagini con un uso un po’ troppo pensante dell’ipnosi. Finiti in un gioco più grande di loro, non avevano avuto altro opportunità che fuggire. Tornati in patria, iniziano due percorsi di vita differenti. Sullo sfondo un forte desiderio di vendetta che cozza, inevitabilmente, con un intrigo criminale ad alto livello per quanto attiene al traffico internazionale di rifiuti.
Un autore che Giancarlo De Cataldo ha definito:
“Da anni, con la sua scrittura affilata, Luca Poldelmengo sta disegnando una lucida mappa del lato oscuro. Lo scenario delle sue storie nerissime è come una piazza metafisica avvolta dalle tenebre e popolata da dannati che possono solo sognare la luce.”
Un lucido e buio affresco della politica e dei suoi loschi giochi di potere, la corruzione e l’inganno. Ma non solo: tanta, tanta lucida violenza, che non lascia scampo. Affascinante è il mondo dell’ipnosi e i temi di discussione e di riflessione che vi ruotano intorno. Una lettura cupa, nera, tormentata per un libro che non concede scampo. Uno sguardo disincantato sul nero e sul buio che opprimono l’animo umano che non si può non apprezzare.


Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il detective selvaggio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero degli Inca
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Instinct
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Marie la strabica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una perfetta bugia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La bella sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il confine
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tempo dell'ipocrisia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La maledizione delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'eredità di Mrs Westaway
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Sorelle sbagliate
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri