Narrativa straniera Romanzi Prigionieri del paradiso
 

Prigionieri del paradiso Prigionieri del paradiso

Prigionieri del paradiso

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

In volo verso l’India, l’aereo su cui viaggia una variegata equipe dell’ONU è costretto a un ammaraggio di fortuna nelle acque dell’arcipelago indonesiano. I naufraghi, l’equipaggio britannico e un giornalista finlandese raggiungono una spiaggia cinta da una foresta impenetrabile. Presto si rendono conto che abbandonare quel luogo selvaggio è un’impresa più difficile di quanto potessero pensare. Non resta quindi che organizzarsi recuperando quello che rimane dell’aeroplano e stabilendo compiti precisi per tentare di sopravvivere e continuare a sperare. Soddisfatti i bisogni primari, subentrano esigenze di altro tipo: viene allestito un consultorio per la diffusione dei metodi contraccettivi e gli uomini avviano una distilleria clandestina. Il primo contatto con forme di vita umana si rivela meno piacevole del previsto: un elicottero sembra poco intenzionato a offrire assistenza e accoglie invece i malcapitati superstiti a colpi di mitragliatrice. L’isola è teatro di scontri armati tra l’esercito del generale Suharto e i ribelli. Al gruppo si unisce anche un disertore indonesiano, più interessato ai piaceri del luogo che ai destini del proprio paese. Tra amori e geniali espedienti, disagi e incomprensioni, l’allegra comunità dovrà mettere in gioco le capacità di ogni individuo per domare una natura implacabile in vista della grande impresa.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
3.9
Stile 
 
4.0  (3)
Contenuto 
 
3.7  (3)
Piacevolezza 
 
4.0  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Prigionieri del paradiso 2012-03-08 10:16:02 Henry
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Henry Opinione inserita da Henry    08 Marzo, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Trent’anni prima di Lost

Immaginatevi Lost trent’anni prima di Lost. Cambiate i personaggi della serie con tagliaboschi, medici, infermiere e ostetriche e vi troverete tra le mani questo divertente romanzo. Nel 1975 un aereo con a bordo una delegazione dell’ONU precipita in un’isola deserta. I quarant’otto passeggeri, dopo un primo momento di sconforto, si organizzano per migliorare la loro permanenza. Iniziano a occuparsi dei bisogni principali: procurarsi il cibo, costruire dei ripari, organizzare una ronda per sopravvivere nella giungla e costruire delle difese contro gli animali. Con il passare del tempo apportano nuovi miglioramenti: la costruzione di un frigo, una sauna, una distilleria di alcolici. Creano una società in apparenza perfetta, con un governo eletto democraticamente, dove non esistono soldi e non esiste la proprietà privata, il servizio sanitario e gratuito ed esiste un consultorio per la diffusione dei metodi contraccettivi. Mentre si godono questa permanenza forzata pensano anche a come tornare a casa. Sviluppano un progetto per costruire un grande S.O.S. visibile dallo spazio. Ma sono proprio sicuri di voler tornare a casa?

Paasilinna con la sua penna a tratti ironica ci regala un racconto godibile che tratta un tema impegnativo: qual è la società ideale in cui vivere? Dopo aver letto questo libro, ci si interroga sulla felicità e sul modo per raggiungerla. Per stare bene sono proprio necessari tutti i bisogni che la società moderna crea? Se fossimo precipitati con loro nell’isola, come ci saremmo comportati? Quale decisione avremmo preso? Quante domande per un libro così piccolo. A noi trovare le risposte…

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
Prigionieri del paradiso 2011-06-10 18:19:54 andrea70
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
andrea70 Opinione inserita da andrea70    10 Giugno, 2011
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Da spiaggia

Leggero, godibile, abbastanza scorrevole benchè non vi siano che pochi dialoghi e nessuna introspezione psicologica o analisi approfondita dei personaggi. Un'aereo dell'ONU precipita in mare nei pressi di un'isoletta dell'arcipelago indonesiano, i sopravvissuti si organizzano e si adattano a tal punto alla vita selvaggia ma quasi spensierata dell'isola che quando c'è la possibilità di tornare a casa qualcuno vorrebbe rimanere. Superficiale analisi di quanto la vita sia piena di cose supeflue (ed eravamo solo nel 1975 !) e di come la serenità e la felicità non derivino dal possesso materiale di beni. Carino, a tratti permeato da un'ironia sottile ma niente di memorabile.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Prigionieri del paradiso 2010-07-18 09:48:48 Tanu
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Tanu Opinione inserita da Tanu    18 Luglio, 2010
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Esilarante

Esilarante come al solito, il grande scrittore finnico ci regala un'avventura a metà strada tra Lost e Robinson Crusoe: un'improbabile accozzaglia di taglialegna finlandesi, ostetriche svedesi e aviatori inglesi precipita su un isola del Borneo dimenticata da tutto e da tutti. Dopo gli sforzi per farsi ritrovare, scatta la resistenza ai salvatori di chi nel mondo "normale" non vuole più tornare. Un'amara riflessione in chiave ironica su come la corsa al superfluo della nostra società ci faccia perdere di vista le cose belle e semplici della vita.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
gli altri libri dell'autore finlandese
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.1 (4)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Day
Ci vediamo in agosto
Il segreto della libraia di Parigi
Il club del pranzo della domenica
Il club delle fate dei libri
Il filo della tua storia
Un oceano senza sponde
L'ora di greco
Gli altri
Baumgartner
I lupi nel bosco dell'eterno
L'isola nello spazio
La stagione della migrazione a nord
Fino alla fine
L'ultima cosa bella sulla faccia della terra
Lezioni di chimica