Dettagli Recensione

 
Bell'abissina
 
Bell'abissina 2023-01-31 17:05:34 Mian88
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    31 Gennaio, 2023
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Lei, la bell'abissina

Molti conosceranno Carlo Lucarelli, scrittore eclettico e poliedrico che torna in libreria, questa volta, con un romanzo giallo dalle tinte storiche intitolato “Bell’abissina”. Lucarelli è noto per opere eterogenee, ma è noto anche per quella passione per il giallo storico che spesso lo ha riportato agli anni del fascismo e con lui il lettore. Il titolo riconduce al commissario Marino, personaggio la cui prima apparizione risale al 1993 quando fu pubblicato ne il Giallo Mondadori in quanto vincitore del Premio Tedeschi. Gli appassionati del genere sapranno che si tratta del premio più importante per chi ama scrivere di gialli e/o ambisce a diventare scrittore di questo filone.
È nel 1937 la “Squadra Fognature” rinviene il cadavere sgozzato di una donna. Nello specifico si tratta di un comando ad hoc finalizzato ad occuparsi del sottosuolo e della sua perlustrazione. Ne 1940, a Cattolica, il commissario Marino – in segreto antifascista – riceve una dritta proprio da questi ex agenti. Quel che scoprirà lo porterà a perdere il sonno a causa di quel cadavere così ben descritto. La donna, infatti è collegata alla famiglia di Francone Brandimarzio, un imprenditore che ha fatto fortuna nelle Colonie d’Africa e che adesso si è ritirato nella cittadina romagnola insieme ad Attilio, il figlio, e a una bellissima ragazza eritrea (la bella abissina di cui al titolo).
Marino conosce della famiglia, è semplicemente intoccabile poiché mantiene i gerarchi corrotti con denaro non lecito. Smascherare l’assassino ed evitare che torni a mietere vittime non sarà per niente semplice. L’indagine assumerà, ancora, connotati di profonda gravità quando le vere idee politiche dell’agente rischieranno di essere scoperte.
Lucarelli si ripropone in libreria con un romanzo incasellato perfettamente nell’epoca. Il clima è magistralmente descritto esattamente come l’indagine. I personaggi sono ben delineati, l’arcano è ben sviluppato ed è capace di incuriosire il lettore che vuol conoscere della sua evoluzione.
Ciò che più spicca è inoltre l’umanità di Marino. In “Bell’abissina” egli arriva al lettore sia come investigatore che come uomo, un uomo che come tutti sbaglia, un uomo con le sue fragilità e debolezze.

«È uno bravo» disse indicandolo agli altri, «promosso e rimosso per aver fatto una cazzata che non piaceva al governo. Dicevano così, quello bravo che ha fatto una cazzata, anche se nessuno sapeva qual era.»

Ancora una volta Carlo Lucarelli si conferma un maestro nella narrazione, rende i protagonisti vividi e tangibili con mano, li unisce e fonda in un mondo da scoprire e amare. Al tutto si somma uno stile asciutto, rapido, pungente, asfittico, con le giuste descrizioni e con la giusta calibratura del romanzo storico. Rapido e magnetico. Il mio più sincero ringraziamento a chi mi ha fatto dono di questo scritto che altrimenti non so se avrei mai letto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Su Lucarelli ho sempre avuto un giudizio ambivalente, perché non sempre mi ha convinto, però debbo riconoscere che scrive bene.
Una curiosità: hai lasciato una suspense finale su chi intendi ringraziare sentitamente. Lo scopriremo nelle prossime puntate, oppure è vittima di un melius re perpensa? :-)
In risposta ad un precedente commento
Mian88
02 Febbraio, 2023
Segnala questo commento ad un moderatore
Vittima di uno scherzetto tecnologico ma l'idea di un finale con suspense mica sarebbe stato male! Grazie Franco, non mi ero accorta :-)
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Stivali di velluto
Brisa
Il dolce sorriso della morte
Una morte onorevole
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Dalla parte del ragno
L'orizzonte della notte
Pesci piccoli
Omicidio fuori stagione
Tutti i particolari in cronaca
Il giudice Surra e altre indagini in Sicilia
La forma dei sogni
Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Sud America
Soledad. Un dicembre del commissario Ricciardi
Sua Eccellenza perde un pezzo
Il sale sulla ferita