Dettagli Recensione

 
Norwegian Wood
 
Norwegian Wood 2010-08-03 18:18:24 Ivan21
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Ivan21 Opinione inserita da Ivan21    03 Agosto, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un percorso esistenziale alla scoperta di se stess

Il romanzo di Murakami è un’originale opera narrativa, che pone in primo piano i profondi valori dell’interiorità, senza angustiare i lettori con retoriche elucubrazioni intellettualistiche. Le pagine scorrevoli e dirette catturano e incantano, pur affrontando contenuti di grande spessore morale. Il testo può essere identificato come “l’educazione sentimentale” del giovane Watanabe, che interrogandosi continuamente sulle varie sfaccettature della sua identità e soprattutto sui sentimenti, cerca di pervenire ad una completa maturazione e scoperta di se stesso.
L’inizio del libro risulta di grande effetto psicologico: il protagonista nel sentire la canzone: “Norwegian wood” dei Beatles, si sente sconvolgere, in quanto questa gli ridesta emozioni forti di un passato non dimenticato. E noi ci rispecchiamo subito nel personaggio: quante volte nell’ascoltare un brano musicale legato ad un’esperienza significativa non del tutto sepolta nella nostra mente, sentiamo riaffiorare sentimenti, situazioni di grande impatto... Sono queste pagine veramente uniche: che cosa sono i ricordi? Perché essi scompaiono, si perdono, quando noi ci sforziamo di farli riemergere? Attraverso una ricerca di tipo proustiano, il protagonista fa di tutto, per potenziare la forza del passato. E qui con un flashback inizia il romanzo vero e proprio. Due donne molto diverse tra di loro hanno segnato Watanabe: Naoko e Midori. La prima indubbiamente così tenera, delicata, romantica, fragile rappresenta la dimensione del sogno, dell’irrealtà. La sua difficoltà di trovare “le parole” raffigura l’incapacità di riuscire a rendere tangibile il proprio mondo emotivo. Il protagonista vede in lei tutto quello che avrebbe voluto trovare nella donna ideale. Quante volte abbiamo pensato come sarebbe stato bello attualizzare ciò che fa parte della dimensione immaginaria. Le due entità, reale e fantastica, possono incontrarsi? Ed ecco arrivare l’altra donna altrettanto importante per Watanabe: Midori. Lei, pur possedendo una sensibilità straordinaria, ha vissuto esperienze dolorose e sa affrontare le difficoltà con grande energia. Il livello della realtà è costituito proprio da lei. I due riescono a stabilire una comunicazione intensa, profonda. Watanabe a questo punto deve operare una scelta…….
Nella formazione morale del giovane trova grande spazio il dubbio e non solo in riferimento alla sua vicenda amorosa. Come possiamo definire il carattere di Watanabe? Lui è un giovane che va sempre alla ricerca di ciò che è giusto, dei valori umani. Il fine di ogni condotta deve essere ispirato all’autenticità. Perché tanti giovani, sembra chiedersi, non si interrogano e si limitano ad azioni contraddistinte dall’esteriorità e dalla finzione? Un personaggio importante del romanzo è Nagasawa: in un certo qual senso rappresenta ciò che Watanabe non è, né vuole essere. Si sente superiore agli altri, ma viene attirato dalla forza morale di Watanabe. I due si frequentano, ma ciò che il nostro eroe non accetta è l’indifferenza dell’amico per i rapporti umani.

Murakami riesce anche stabilire un incontro tra cultura giapponese e occidentale: i modelli di Fitzgerald, Salinger, Dickens rendono la sua opera quanto mai completa e universale.

Indubbiamente il romanzo risulta esser profondo, chiaro nell’espressione ed emotivamente coinvolgente; molti lettori si sono identificati nella vicenda e nel percorso del protagonista, facendoli propri.
In definitiva la lettura di tale testo può rappresentare un’occasione unica per condividere l’itinerario esistenziale di Murakami... alla scoperta di se stessi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

5 risultati - visualizzati 1 - 5
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

complimenti Ivan!bellissima recensione e perfetta per questo splendido libro!!!!hai reso perfettamente l'idea e ne hai colto,a mioi avviso,i significati piu' reali e profondi!un saluto affettuoso,Gio
In risposta ad un precedente commento

04 Agosto, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie infinite per il tuo apprezzamento, Giovanna.
Ivan
In risposta ad un precedente commento
gio gio 2
04 Agosto, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
e' un apprezzamento moltooo sincero!
Ottimo lavoro. E'un piacere leggerti.

In risposta ad un precedente commento

05 Agosto, 2010
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie, Silvia! Il libro mi ha molto entusiasmato. Buona serata!
5 risultati - visualizzati 1 - 5

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa