Dettagli Recensione

 
Il vecchio e il mare
 
Il vecchio e il mare 2015-07-07 15:13:06 Mian88
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    07 Luglio, 2015
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ay..!! Ay..!

Una delle maggiori qualità e caratteristiche di Hemingway risiede nella innegabile capacità di dare risonanza mitica all’esperienza del singolo senza perdere il contatto con gli elementi della realtà che la fondano. “Il vecchio e il mare” è sicuramente una delle opere che meglio riesce a concretizzare questo dato.
Santiago è un vecchio pescatore nato per fare questo e nessun altro mestiere. Colpito dalla malasorte sono ben 84 giorni che non riesce a catturare, e dunque commerciare, una preda. La sua vita è colta dalla povertà eppure nella sua figura non mancano peculiarità quali il rispetto per la natura e per i propri simili, il coraggio, l’umiltà, la saggezza. Egli è voce dell’esperienza, il mare è la sua culla, la sua vera casa, la sua essenza è incontenibile da quanto profonda e caratteristica.
Manolin, allievo dell’uomo, è stato costretto a causa dei tempi duri a lasciare il suo mentore e a prestare lavoro presso un’altra più fortunata imbarcazione. Eppure non passa giorno che la sua mente non vada al quel maestro di vita che gli ha insegnato tutto quello che sa nonché ad essere quello che è.
Molteplici sono le qualità del romanzo. In primo luogo non si può non cogliere la forza delle parole accuratamente ricercate nella semplicità, nel linguaggio parlato. Quella di Hemingway è la scelta di un vocabolario quotidiano con una minima aggettivazione ed un enorme controllo delle emozioni; la dignità che Santiago trasmette nonostante le sue sventure, fa riflettere su quali siano i veri valori della vita. Tutto questo rende “vivo” il vecchio che non è percepito come un personaggio di mera fantasia bensì come un uomo in carne ed ossa. La sensazione è quella di essere con il maestro sulla barca, è percepibile persino la quiete e la foga del mare a seconda delle circostanze narrate, ed inevitabilmente verrebbe da alzarsi e far di tutto pur di aiutarlo nella sua battaglia.
Quel binomio uomo-natura, traducibile in vera e propria empatia, nel connubio di due anime in una sola, è espressione di quella deferenza ad oggi sempre più assente verso principi che dovrebbero altresì essere il fondamento dell’umanità.
Ancora, e non di meno importante, il rapporto tra vecchia e nuova generazione. Come non commuoversi davanti alle attenzioni che il giovane ha per la sua guida così come per i pensieri che quest’ultimo rivolge al suo allievo (soprattutto in mare aperto quando completamente solo sente la mancanza di quel ragazzo che ha visto ed aiutato a crescere)? E quanto oggi questo riguardo è sempre inferiore da parte dei futuri uomini, quanta poca può ancora essere la gratitudine di queste?
Con la sua forma breve ed incisiva l’autore incita a credere prima di tutto in sé stessi e nelle proprie capacità e dà vita ad un romanzo che ti scalda il cuore, un componimento che tutti dovrebbero leggere.
« Ora, nel buio, e senza luci in vista e senza chiarori, e soltanto col vento e la spinta regolare della vela, gli parve di essere già morto, forse. Congiunse le mani e si tastò le palme. Non erano morte e gli bastava aprirle e chiuderle per risuscitare il dolore della vita.»
« Ora non è tempo per pensare a ciò che non hai. Pensa a quello che puoi fare con quello che c'è.»

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

8 risultati - visualizzati 1 - 8
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Bel commento, Maria.
Questo romanzo, se non sbaglio, risale agli anni del tramonto dell'autore. Rispetto agli altri suoi libri, questo mi pare più essenziale e più poetico. Secondo me, in molti libri dello scrittore c'è qualcosa 'sopra le righe' , che lo caratterizza , ma costituisce pure un limite.
In risposta ad un precedente commento
Mian88
08 Luglio, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Emilio, sei sempre buono con me.. Grazie di cuore :-)
Esatto, è uno degli ultimi romanzi dell'autore, risale al 1925 e si distingue nettamente dai precedenti. La sensazione è quella di leggere un lungo racconto ed è avvalorato da una scrittura semplice ed essenziale che lo rende poetico e concreto.
E se ne può costituire anche un limite al tempo stesso lo rende talmente concreto che il lettore è come se potesse toccare il protagonista con mano.Come non sentirsi accanto a Santiago? Come non incitarlo nella sua battaglia? Come non restare affascinati dai pensieri del saggio uomo?
Semplice e bellissimo, anche a me era piaciuto molto.
Ciao Maria, hai scritto un commento molto bello per un'opera che merita, come dici tu, l'attenzione di tutti. Laura
In risposta ad un precedente commento
Mian88
08 Luglio, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Un romanzo come pochi capace di trasmettere emozioni indimenticabili. Grazie C.U.B.
In risposta ad un precedente commento
Mian88
08 Luglio, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao laura, mi fa tanto piacere sapere che il mio commento è stato di tuo gradimento. Tutti dovrebbero leggerlo e mi piange il cuore a sapere che così non è. Grazie ancora
Maria
Ecco è questa la recensione che volevo riuscire a scrivere io!!!
Veramente perfetta, ciao.
In risposta ad un precedente commento
Mian88
10 Luglio, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Luca, come sempre sei troppo buono.. La tua recensione è stata veramente bella ed io l'ho particolarmente apprezzata perché sei riuscito ad esprimere l'essenza di un romanzo che tutto è tranne che semplice.
Esattamente come te anch'io ho titubato nel trovare le parole più "opportune" ed esattamente come te non credo di averle trovate. Ma, credimi, hanno scritto un commento con i fiocchi. :-)
8 risultati - visualizzati 1 - 8

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa