Dettagli Recensione

 
Kitchen
 
Kitchen 2015-08-03 07:28:23 C.U.B.
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
1.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    03 Agosto, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Banana in the Kitchen

Kitchen, una delle opere piu' acerbe della Yoshimoto ( in edizione Feltrinelli pubblicato col racconto Moonlight Shadow, sua prima prova letteraria) fu anche uno dei suoi grandi successi su scala mondiale. I giovani protagonisti dell'opera sono proposti nel momento della privazione, quando la vita strappa loro gli affetti piu' cari. Dal dolore e dallo smarrimento della solitudine nascono però nuove opportunita' affettive, si aprono porte e si creano solidi legami . Così la cucina ed il buon cibo sono il luogo ed il mezzo con cui si resta legati a un passato ormai alle spalle, mentre gli ingredienti di un nuovo piatto vengono disposti in pentola.

La scrittura di Banana Yoshimoto incede placidamente , con semplicita' narrativa e mite imposizione di situazioni improbabili rende difficile una polemica acida al suo lavoro: e' arduo accanirsi in critiche su un lavoro gentile. Eppure nonostante qualche rara eccezione l'incompatibilita' tra me e Banana esiste. Anche in the Kitchen. 
Follemente innamorata della penna dei grandi nomi della letteratura giapponese del secolo scorso ma anche dei piu' arcaici scritti della lettetatura Imperiale, la moderna " giapponesita'" di ispirazione manga della Yoshimoto a me trasmette un gran poco, in particolare nel qui presente testo. Il suo surrealismo non ha la potenza che in altri autori diventa poesia, ritengo che molti dei suoi contenuti  (e troppo spesso) rasentino la banalità.
 Trovo che questo romanzo - come altri suoi - sia un fenomeno fortemente evanescente, senza bisogno che trascorrano mesi e decine di libri gia' dopo qualche ora e' sfumato nel nulla. Esattamente come abbracciare una nuvola : per quanto sia invitante l'idea, ammesso si riesca ad agguantarne una, stringi che stringi la nuvola tra le braccia, alla fine  trovi solo il tuo medesimo corpo. E null'altro.

Certamente un buon risultato per chi ama il suo stile, per me restera' sempre un mistero il  grande successo di questa autrice e con questo ultimo tentativo mi arrendo a una strada biforcuta.

Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

10 risultati - visualizzati 1 - 10
Ordina 
Condivido in pieno, io la trovo addirittura stucchevole.
Vedo che questo libro proprio non ti è piaciuto. Anch'io non sono un estimatore dell'autrice, soprattutto se confrontata con autori di ben altro livello che sicuramente anche tu conosci. Eppure questa sua prima opera, secondo me, ha una lievità e una semplicità non banale che non mi sono dispiaciute. Nella sua carriera si è poi fatta notare più per la quantità che per la qualità. Recentemente ho recensito il suo ultimo libro, che ho trovato accettabile.
finalmente hai letto Banana!!!!!!!
ci tenevo particolarmente al tuo giudizio su questa "evanescente" autrice..., tu che spazi in lungo e in largo nell'orizzonte letterario nipponico di tutti i tempi
personalmente questa "giapponesità" moderna non mi piace e vedo che il tuo parere non si discosta dal mio
Premetto di non aver ancora letto nulla della Yoshimoto e apprezzo il tuo coraggio di "stroncare" una così famosa scrittrice (ma probabilmente ne hai già letto svariate opere, che ti hanno spinta a darne un giudizio negativo). Ti chiedo, visto che mi pare di capire che tu sia appassionata di scrittori nipponici, quali opere e quali autori mi consiglieresti di leggere.
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
04 Agosto, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Emilio, non avrei mai associato questo libro a un tuo giusdizio positivo ! Hai dei gusti così raffinati...
Per me questo e' il peggiore dei suoi libri che ho letto.
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
04 Agosto, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Questo me lo avevi dato tu ! Io se non erro ti avevo mandato quella ciofeca di Piccolo..
Be dai e' stato uno scambio equo :-)
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
04 Agosto, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Cristina, ho riletto ieri il tuo commento. Circa le righe del cambio di sesso di cui parlavi, confesso di averle lette una decina di volte. Della serie sogno o son desto, non puo' essere una NON spiegazione così banale.
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
04 Agosto, 2015
Ultimo aggiornamento:
04 Agosto, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Mia, io ho letto 5 o 6 suoi libri che mi sono capitati in scambio, terminati giusto per la brevita' e per la curiosita' di capire il fenomeno. Un paio, letti forse in momenti molto favorevoli, mi sono piaciuti, per tutti gli altri il nulla. Spesso non li ho nemmeno commentati perche' non avevo niente da dire. Ora lascio, e' inutile accanirsi. La trovo banale e non mi piace, il fenomeno Yoshimoto restera' un mistero per me.

Il mio autore preferito e' Mishima Yukio, di cui ho amato tutto alla follia eccetto LA SCUOLA DELLA CARNE. IO lo conobbi con LA VOCE DEL MARE, uno dei suoi romanzi meno impegnativi ma di una bellezza prettamente giapponese che ancora oggi ricordo indelebile. Notevole anche Kawabata, KOTO e' il mio preferito.

Ciao !
In risposta ad un precedente commento
mia77
05 Agosto, 2015
Ultimo aggiornamento:
05 Agosto, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie mille dei consigli di lettura!
In risposta ad un precedente commento
Cristina72
05 Agosto, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
“Solo e con un bambino piccolo, non sapeva proprio che fare. Allora decise di diventare donna”. Forse ci sfugge la profondità intrinseca di questa perla :-)
10 risultati - visualizzati 1 - 10

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore
La grande foresta
La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola
Vita in vendita
L'uomo che aveva visto tutto
Serge
La foresta della notte
L'eredità
Dove sei, mondo bello
Maimai