Dettagli Recensione

 
Il meraviglioso viaggio di Octavio
 
Il meraviglioso viaggio di Octavio 2016-05-10 10:25:25 C.U.B.
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    10 Mag, 2016
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Yo me llamo Venezuela

E’ un paese di manghi e battaglie il Venezuela di Octavio, di bidonville e di espedienti, di contrasti, di ladri, di santi e di preghiere. Un luogo di analfabetismo, di parole non lette e non scritte e quel segreto che lui tiene in pugno, nel palmo sempre tagliato dove il sangue che si impasta nella fasciatura fornisce un buon motivo per non dover posare la penna e  confessare “Io non so”.
Un luogo dove risiede l'umilta’ di un uomo semplice e onesto che si riscopre assetato di amore, affamato di conoscenza.
Ma nella chiesa eretta per celebrare il miracolo che debello’ la peste da Caracas, non si prega piu’ , si accumula refurtiva. E qui, vittima del caso e di un diniego che tarda a venire, iniziera’ il lungo viaggio di colui che amo’ perdutamente donna Venezuela.

 
L’unione di un francese, un venezuelano ed un cileno sotto uno stesso tetto a cosa portino non so, ma posso confermare che i tre , accorpati in un unico soggetto, portano indubbiamente a questo bel ragazzo parigino . Miguel Bonnefoy propone un romanzo dallo stile di scrittura europeo, piacevole, pulito, immediato. Curioso trovarvi allo stesso tempo  un contenuto tipicamente sudamericano dai tratti marcati, mitologici, illogici, bizzarri e caotici.

Breve e piacevole, per chi ama legger dei miracoli che ,destinati all’oblio, prima o poi rinascono. E quando si ritorna a contemplare la bellezza della tradizione, nel pomposo viavai di un popolo chiassoso,  anche nel petto ligneo  di una statua intagliata  si sente pulsare il cuore di un uomo perbene.

 Buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Bel commento CUB!
Tra le mie lacune in campo letterario c'è anche quella di non conoscere l'autore, se non di nome.
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
12 Mag, 2016
Segnala questo commento ad un moderatore
Emilio, io nemmeno ne conoscevo il nome, mi e' capitato per caso.
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa
La mia Ingeborg