Dettagli Recensione

 
Il vecchio e il mare
 
Il vecchio e il mare 2020-12-07 12:59:42 MaxRenn
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
MaxRenn Opinione inserita da MaxRenn    07 Dicembre, 2020
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La lotta per la vita

Santiago è un anziano uomo di mare che non riesce a pescare più nulla da ben ottantaquattro giorni. Si sente perseguitato dalla sfortuna, e della sua malasorte sono convinti anche quelli che lo circondano: da tempo ormai ha perso l’aiuto del giovane Manolo, passato sulla barca di qualcun altro la cui sorte appare decisamente migliore. Spezzato nel corpo e nell’anima, ma non ancora piegato, con cocciutaggine si imbarca per l’ennesima volta, spingendosi al largo il più possibile, in cerca di pesce ma soprattutto di riscatto. Alla sua lenza abboccherà il più grosso pesce spada che gli sia mai capitato nella sua lunga carriera: diverrà presto una battaglia per la sopravvivenza, protratta per giorni di fatica disumana, ma anche di un rispetto profondo dell’uomo per la sua vittima necessaria. Il pesce soccomberà all’indomita volontà del vecchio, ma sarà solo l’inizio di una lotta contro la natura e il destino beffardo.
Il mare immenso circonda e sovrasta il piccolo uomo tenace, eppure la soverchiante forza superiore non riesce a dissuadere il protagonista dai suoi propositi, che si arrangia in mille modi pur di raggiungere il suo obiettivo, che pare sempre più chimerico anche ai suoi stessi occhi, eppure non per questo si lascia tentare dallo sconforto e da una facile, seppur sensata, ritirata. Preferirà sanguinare (letteralmente) pur di portare a casa un risultato, fosse anche solo quello di averci provato, stremando se stesso e il suo vecchio corpo acciaccato.
Forse il lavoro migliore di Ernest Hemingway, di sicuro quello più vicino al suo sentire; pur essendo un romanzo piuttosto breve, qui c’è tutta la sua poetica, alla massima potenza: la lotta quotidiana dell’uomo per realizzare se stesso; la natura che ammalia ma è pronta a schiacciarti in ogni momento; il coraggio e la forza di volontà insopprimibili; il senso di morte incombente che toglie ogni senso, ma mai la forza di opporsi a esso, per quanto inutile e assurdo possa sembrare ogni sforzo.
Santiago si fa simbolo della rivolta ai propri limiti, alla natura, alla morte: per quanto inevitabilmente sconfitto, ne esce almeno in parte vittorioso; integro nella propria dignità, malinconico ma mai disperato, otterrà rispetto e ammirazione al termine della sua titanica impresa, anche se infruttuosa. Il vecchio e il mare è un classico della letteratura marinaresca, allo stesso livello di opere altrettanto celebri come il Moby Dick di Melville e Lord Jim di Conrad. Insomma, da leggere almeno una volta nella vita.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Moby Dick, Tifone
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa