Dettagli Recensione

 
Una vita come tante
 
Una vita come tante 2021-06-09 10:00:29 Gemma Pontini
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Gemma Pontini Opinione inserita da Gemma Pontini    09 Giugno, 2021
  -   Guarda tutte le mie opinioni

UNA LETTURA CHE MI SAREI VOLENTIERI RISPARMIATA

Avrei fatto un favore a me stessa se non avessi prima comprato e poi letto il libro di Hanya Yanagihara “Una vita come tante”, Sellerio 2020 (arrivato già alla XIX edizione), € 22,00: avrei risparmiato oltre 20 euro, non avrei buttato il mio tempo per leggere tutte le 1094 pagine di cui è composto, non avrei sofferto veramente tanto al racconto delle violenze subite dal protagonista.

Sono voluta arrivare fino alla fine non perché non abbia mai abbandonato a metà altri libri che non mi piacevano (ma solo dopo aver letto i 10 diritti del Lettore di Pennac), ma per vedere dove la scrittrice voleva portarmi, dove voleva far arrivare il lettore, fino a dove si sarebbe spinta con le sue banalità.

Infatti vi sono pagine di una violenza inaudita e gratuita e vi sono pagine di una banalità smisurata che i lettori non possono non aver notato. Sono d’accordo con l’opinione espressa da blunote76, quando adombra il sospetto che nel caso di questo libro sia prevalso un pre-giudizio di tipo politico: è il romanzo gay che NY aspettava; mentre un romanzo deve essere “solo” un buon romanzo, dal punto di vista della costruzione di una storia, dal punto di vista stilistico, da quello estetico.
Ha ragione anche DannySanny quando scrive che la consecutio temporum barcolla, si passa con noncuranza da un ricordo d’infanzia a una situazione attuale senza mettere in grado il lettore di “capire” che si sta andando avanti e indietro nel tempo da una riga all’altra e per scoprire tutta la storia del protagonista, Jude, occorre arrivare fino alla fine, quasi si trattasse di un thriller (e questo libro di sicuro non lo è).

Ma i due punti critici più importanti del romanzo li ravviso nel fatto che per prima cosa si tratta di una storia scontata: coloro che leggono abitualmente, leggendo questo libro si aspettano un minuto prima quello che l’autrice scrive un momento dopo. Non posso scrivere come va a finire, ma posso dire che quanto accade a Jude con Willem, con Harold, con Caleb si riesce a prevedere già nella prima parte del libro; e soprattutto si capisce come evolverà la vita del protagonista Jude.

Il secondo punto critico è la VIOLENZA: mi piacerebbe che gli editori sui libri che trattano argomenti violenti e con una tale violenza, perpetrata poi sui bambini, mettessero una fascetta in cui si indicasse che il libro tratta anche di questi argomenti. Le persone sensibili non possono trovarsi davanti a una storia del genere senza sapere che nella maggior parte delle pagine predomina la violenza. Invece nella quarta di copertina viene definito come “un romanzo ottocentesco, brutale e modernissimo per i suoi temi (…) un libro avvincente e ipnotico che ha trascinato lettori e critica per la sua forza narrativa”.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Ciao, Gemma.
Già trovo assai respingente la copertina di questo libro. Le solitarie stellette attribuite come valutazione, poi, ci dicono moltissimo!
Grazie per il tuo sconsiglio
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri