Damned Damned

Damned

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Cathy, 18 anni, dopo una delusione d'amore ha lasciato la sua Napoli per raggiungere la madre in Germania. Ma non sa che a Madenburg la sta aspettando il destino. Durante un concerto su di lei si posano gli occhi di Tristan e Konstantin Von Schaden, voce e basso della band del momento, i Damned. Due gemelli che si assomigliano per la straordinaria bellezza. E il potere quasi ipnotico che i loro sguardi, e la loro musica, esercitano su Cathy. Tristan e Konstantin entrano nella sua vita, sconvolgendone ogni certezza: perché i due fratelli custodiscono un segreto celato al mondo da secoli, e la loro è una storia maledetta e affascinante. Quando Cathy, attratta da entrambi, capirà di amare davvero uno solo, scoprirà anche che non sempre l'amore basta. A volte s'intromette il destino, e quello di Cathy è di lottare contro il Male. E contro le creature dell'ombra come i fratelli Von Schaden.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 10

Voto medio 
 
1.7
Stile 
 
1.5  (10)
Contenuto 
 
1.8  (10)
Piacevolezza 
 
1.8  (10)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Damned 2016-06-18 11:50:33 sonia.stimoli@hotmail.it
Voto medio 
 
1.5
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
2.0
Opinione inserita da sonia.stimoli@hotmail.it    18 Giugno, 2016

Copiato in tutto da twilight

Avevo troppe aspettative ed invece la tristezza assoluta.
Praticamente mi ritrovo una copia di twilight.
In Twilight bella va a vivere col padre ed ha bisogno della protezione di Jacob e Edward (rispettivamente Licantropo e Vampiro).
In Damned Cathy va a vivere a casa della madre, ha la protezione dei gemelli (fratelli) nemici degli orsi (anziché dei licantropi).
In Twilight per difendere Bella dai Volturi i vampiri cercano sostegno in simili sparsi per il mondo, in Damned succede lo stesso, solo che i volturi vengono definiti come esseri superiori (e se non ricordo male,tali esseri sia in Damned che in twilight sono dello stesso numero).
Errori e vuoti incolmabile lasciano perplessità e dubbi, circa fatti e avvenimenti.
Come in twilight Bella sviluppava da vampira un potere, in Damned succede lo stesso con la predestinata Cathy.
Potrei star qui ad elencare infinite semi copiature, come la descrizione da parte di Cathy dei gemelli.
Freddi, marmorei, belli in modo soprannaturale (tutte espressioni usate da Bella in twilight).
Nelle parti dove era richiesta un minimo di azione, il vuoto.
Cathy diventa una predestinata fortissima in un rigo e mezzo.
Ma poi sempre a svenire?
Cioè sta tizia a parte svenire, dormire, svenire....stop.
Non ho mai capito l'eccessiva emotività dei fratelli che piangevano per tutto, anche quando non c'era nulla per cui piangere.
Per il resto....boh! Ci sono davvero rimasta male.
Amo il genere e quando vedo copia ed incolla ci resto davvero malissimo

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Consigliato a chi ha letto...
Se volete rileggere la saga sunto di twilight con lievi variazioni vi consiglio il libro, altrimenti evitate
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
Damned 2012-05-31 06:44:12 francescavacca
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
francescavacca Opinione inserita da francescavacca    31 Mag, 2012
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Come svilire le parole "Ti Amo"

Appena ho iniziato a leggere questo libro ero carica di aspettative, ho svuotato la mente dagli altri libri già letti(ormai la scopiazzatura dai grandi mostri editoriali/commerciali la si evince in quasi tutti i libri che trattano l'argomento Vampiri), e mi sono immersa nella lettura! La storia di per sè ha delle basi e se fosse stata trattata in modo differente sicuramente avrebbe offerto ai lettori un testo differente.
Ho trovato il libro nel complesso banale e mal scritto; si è sentita la mancanza di una guida per l'autrice. Imbastire un buon libro non è da tutti e la scrittura è un dono che non tutti hanno.
Ho trovato delle pecche anche nella trama: non capisco come si faccia a piangere in continuazione(i tre protagonisti sembravano fontane senza alcun ritegno), dire così le parole Ti amo e a distanza di qualche pagina rimangiarsele e poi non capisco proprio come faccia la protagonista a stare e pensare solo a uno dei gemelli per tre quarti del libro e poi rendersi conto di amare l'altro le ultime 100 pagine per poi tornare dall'altro alla fine del libro..... No questa storia d'amore non l'ho proprio capita, sarò un'amante delle storie lineari, ma credo che non si possa svilire così l'amore... impariamo a dare un significato alle parole nonchè ai gesti! Mi dispiace perchè mi sarebbe piaciuto investire il mio tempo in una lettura più "sensata" e avrei voluto spendere 16 euro in un libro scritto meglio!!!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
Damned 2012-05-09 09:04:01 Elisa
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da Elisa    09 Mag, 2012

ma come si fa???

Ma che vergogna!!!!
Come si fa a pubblicare una cosa come questa?Scritto coi piedi, senza una coerenza nè emotiva nè di concetto, l'autrice si perde in quanto dice, si dimentica di cosa dicono i suoi stessi personaggi..cathy resta meravigliata della gravidanza: ma come??? se tristan le fa il disegnino preciso dicendole che i vampiri come lui nascono dall'accoppiamento tra un umano e un vampiro? cathy si lamenta che engel abbia detto a tristan quanto le manchi napoli,ma è lei stessa che lo riferisce allo stesso tristan nel capitolo precedente!!!scritto pveramente con la testa presa solo a fare debiti taglia e cuci tra varie altri libri e senza neanche un editing, leggo in giro.E certo, a che serve questa figura lavorativa?
a che serve?
serve a rendere decente una porcheria come damned!!!! se proprio decidi di metterla in commercio per sfruttare l'evidente richiamo dei vampiri.
Invece no, metti inlibreria una scopiazzatura di mille cose già scritte da altri e rendi i protagonisti tutti uguali e senza nessun valore umano!!!! Veramente più leggo commenti in giro e più mi rendo conto che fortunatamente la cosa di andare a letto con due gemelli ha schifato non solo me! Perchè schifato è il termine giusto.Poi si parla d'amore..ma dove????? quale amore??? se tra l'altro cathy si innamora ovviamente al primo sguardo senza motivi e di entrambi?????Dunque: ama tristan ma è attratta da konstantin,poi tristan sparisce e lei si mette con konstantin, poi konstanitn muore e..... e ovviamente alla fine dato che gli è morto l' "amore vitale" pensa bene di sposare l'altro, il Tristan dell'incipit, che per capirci è, sempre, il fratello/gemello del morto ...ma che porcheria è mai questa?????? signori miei ,neanche nei film di Siffredi troviamo tanta schifosa morbosita!!!!! senza parole veramente.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
71
Segnala questa recensione ad un moderatore
Damned 2012-05-03 15:15:50 Martina
Voto medio 
 
1.5
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da Martina    03 Mag, 2012

Brutto finale.

Ho letto tutti i commenti su questo libro e devo dire che sono daccordo con pareri positivi e negativi, damned prima che leggessi il finale era un libro fantastico mi appassionava davvero molto e non riuscivo a staccare gli occi dalle pagine,ma leggendo il finale mi sono dovuta ricredere. La fine tragica con la morte di kostantin e' stata devastante,sono rimasta affranta e sotto shock per diverse settimane e ogni volta che ci ripensavo mi veniva da piangere,credo proprio che se potessi tornare indietro non leggerei mai questo libro perché prima ti appassiona poi ti da una batosta grandissima.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
22
Segnala questa recensione ad un moderatore
Damned 2012-04-10 08:26:12 Gina
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da Gina    10 Aprile, 2012

un insulto a chi spende ancora soldi per leggere

Noto che ormai quanto c'era veramente da dire su questo "testo", è stato ampliamente detto da milioni di persone.
Finirei solo per ripetere ancora concetti importantissimi come la scrittura orrenda (case editrici carissime: l'editor è una figura lavorativa, se non la usate lincenziamo anche questi altri poveracci???), la protagonista scialba e vuota di sentimenti reali e di amore vero (ma sopratutto scarna di valori tanto da finire a letto con due gemelli), il copia e incolla continuo tra manga, twilight, Salvatore, Buffy e quindi nessunissima originalità di idee, e quanto altro. Perciò lascio la parola direttamente a uno dei personaggi, riportando testualmente un estratto: "è solo una ragazza stupida ed immatura. E poi se proprio vuoi saperla tutta... l'altra notte mi sono trombato Engel".
Scusate, questo è... un libro???
o un estratto da torpiloquio tra ragazzini fuori da un liceo?
i dialoghi hanno tutti più o meno la stessa portata: espressiva, comunicativa e di profondi significati.
a NOI giudicare.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
240
Segnala questa recensione ad un moderatore
Damned 2012-04-03 16:40:57 Chiara
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da Chiara    03 Aprile, 2012

un fiasco totale

Essere italiana ed averci provato non è un motivo per giustificare quanto male sia scritto questo libro. A volte le case editrici sbagliano.
Un lavoro di editing andava fatto. Non puoi pretendere di mettere sugli scaffali una tale vergogna e poi pretendere che gli italiani continuinino a comprare libri. Attenzione, molta attenzione. Perché se il lettore si sente fregato vi distrugge editori cari!
Sono arrabbiatissima per questo insulto, ho speso 16 euro per questo orrore. Potevo andare a mangiarmi una pizza invece. Non puoi sponsorizzare e pubblicizzare tanto un libro quando tu editore sai perfettamente quanto sia scritto con malissimo!!!
La casa editrice è in debito con me di ben 16 euro. NON comprerò il libro "the mark" sempre dello stesso editore per protesta. Peccato perché lo avevo puntato da tanto, e sicuramente vale mille volte questo orrendo damned... non puoi pubbicare un libro solo perchè parla di vampiri e sai che tutti abboccano all'idea di una saga Cullen all'italiana. Come ho abboccato io per prima, per questo, ancora di più, sono offesa dall'accostamento tra twilight e questo romazetto che non ha nulla di uno scrittore vero, ma del diario della vicina di casa undicenne. Solo un abile mossa sociopsicologica come diceva un altro parere che ho letto. E se leggete i commenti in rete vi renderete conto che questo damned è un fiasco col botto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
251
Segnala questa recensione ad un moderatore
Damned 2012-03-27 09:02:08 Mara
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da Mara    27 Marzo, 2012

Poche parole per questo damned

Ottima azione di marketing a livello socio-psicologico da parte della casa editrice. Unico vero merito di questa stampa.
La storia in sé è banale e piatta. I personaggi sono privi di spessore o personalità.
La scrittura è pessima, con milioni di errori sia concettuali che di lingua italiana con continui collassi nel dialetto.
E non del tipo Montalbano del magnifico Camilleri. Per carità.
Leggere per credere. Anzi, non leggete, meglio. Risparmiate soldi che potreste utilizzare mille volte meglio mangiando una pizza. Sedici euro sono troppi per questo scempio.
Lo sarebbero anche due euro. Con la crisi cheimpera le case editrici dovrebbero pensare prima di pubblicare dei libri solo per vendere. Poi ci si meraviglia che gli italiani leggano poco. Se gli date queste purghe solo perchè si sa che sull'effetto vampiri venderete, difficile che cambi la situazione. Sono indignata. A dir poco.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
261
Segnala questa recensione ad un moderatore
Damned 2012-03-24 11:35:04 Lidia
Voto medio 
 
1.5
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
2.0
Opinione inserita da Lidia    24 Marzo, 2012

che orrore

Questo damned è una scopiazzatura totale.Anche di Buffy e lady Georgie oltre che di twilight.
La pecca maggiore? la narrazione a tre voci.Espediente letterario difficilissimo che se non sai usare evita di farlo,onde evitare di rendere ridicoli i tuoi personaggi.Le tre voci di questo damned infatti sono sempre la stessa.Non v'è nessuna differenza tra quando parla la ragazza o uno a caso dei due ragazzi.
Konstantin ha crisi di pianto a raffica, proprio come una donna col ciclo.Ridicolo.Come ridicola la fine che ormai online è continuamente presa in giro da chiunque commenti questo damned senza essere imparentato con la palumbo.
E' ridicola e dove odveva aggiungere pathos e lacrime fa solo ridere, rendendo la morte di due personaggi grottesca e esilerante come un film di Fantozzi.
Il merito delle vendite è solo della casa editrice che ha fatto un battage pubblicitario assoluto sulla scia dei vampiri che vendono da soli dopo la Meyer e la Smith dei Salvatore.Nessunissimo merito per questa Palumbo senza alcun talento.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Consigliato a chi ha letto...
Nulla prima d'ora.
Trovi utile questa opinione? 
281
Segnala questa recensione ad un moderatore
Damned 2012-03-01 10:59:46 Ilario
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Ilario    01 Marzo, 2012

Damned: un libro fantastico.

Damned è un libro che mi è piaciuto tantissimo. Non sono molto amante del genere ma la copertina mi ha attirato e, così, ho iniziato la lettura e non me ne trovo per niente pentito. Per chi dice che il libro è una copia di Twilight, Diari del vampiro ecc dovrebbe informarsi un po' meglio. L'autrice ha ripetutamente detto che quando ha cominciato a scrivere Twilight non se lo filava nessuno e non sapeva neanche dell'esistenza dei Diari del Vampiro. Basta leggere la cronologia della storia di Damned, che si può trovare dietro il libro, per capirlo. E poi lo stile è unico, sicuramente non facile per una ragazza di 16 anni mettere insieme 3 punti di vista diversi e facendolo, tra l'altro, in questo modo così originale e per nulla scontato. Il libro merita, eccome se merita. E' capace di catturare il lettore dalla prima all'ultima pagina e, ammetto che quando è finito, mi è dispiaciuto non poco. Questo mi basta e avanza per dare un giudizio più che positivo a questo libro!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
111
Segnala questa recensione ad un moderatore
Damned 2012-02-27 20:48:36 valentina
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Opinione inserita da valentina    27 Febbraio, 2012

disastro di libro

CONTIENE SPOILER

Inizialmente il libro mi è sembrato alquanto noioso. Poi ho continuato la lettura e ho letto che i lupi di Twilight, si erano trasformati in orsi per la Palumbo. I due fratelli Damon e Stefan... ops! Konstantin e Tristan si infliggevano tremende torture per poter stare accanto alla loro amata Cathy/Elena. Il finale poi è stato shokkante... lo stesso finale di Pearl Harbor, con la differenza che ad uccidere il padre della "creatura" non era stato un giapponese bensì un vampiro fax simile dei Volturi! :-) ciao

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
255
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La lista degli stronzi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri