Come una famiglia Come una famiglia

Come una famiglia

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Luca Corbo è un ragazzo coccolato e protetto che vede davanti a sé, quando non ha ancora diciotto anni, la grande opportunità di tutta una vita. Aspira a una carriera da calciatore professionista, è stato notato da alcuni procuratori, ed è giunto il momento di fare una scelta. Attorno ha i compagni che sul campo e fuori sono gli amici del cuore, anche loro spinti dalle stesse ambizioni. A incoraggiarlo c’è il sostegno dei genitori Dario e Giulia, separati dopo molte difficoltà, per una volta di nuovo complici grazie all’orgoglio per il suo talento. Sono trascorsi alcuni anni dall’estate del caso Nora Beckford, quando Dario Corbo, ex giornalista scaltro e malinconico, ha cercato di riscattare l’immagine e il passato scellerato di un’assassina che proprio lui aveva contribuito a far condannare. Ora Dario lavora per lei, alla Fondazione che cura l’opera del padre artista, e in molti hanno da ridire. Basta una telefonata per cambiare tutto, ancora una volta. Dario viene convocato all’albergo dove il figlio alloggia con la squadra, due poliziotti stanno frugando nella sua stanza, Luca è pallido e silenzioso. La notte precedente una ragazza è arrivata al pronto soccorso con il volto sfigurato, ha denunciato di essere stata condotta sulla spiaggia e poi stuprata e picchiata da un ragazzo conosciuto in discoteca. Quel ragazzo, ha detto, si chiama Luca, e gioca a calcio. Per Dario Corbo è il frantumarsi di un ordine precario e l’annuncio del fallimento più doloroso, quello di padre.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.1
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Come una famiglia 2019-09-07 13:19:36 lapis
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
lapis Opinione inserita da lapis    07 Settembre, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Non aver paura di sbagliare un calcio di rigore

Luca Corbo, giovane promessa del calcio, sta per tirare il rigore decisivo, quello che determinerà la vittoria al torneo. Sugli spalti la famiglia, genitori separati ma uniti nell’incoraggiarlo e sostenerlo. In campo l’altra famiglia, quei compagni di squadra che per lui sono anche amici e alleati, sono tutto.
Per tirare serve coraggio, fiducia, sicurezza. Luca vincerà la partita, ma la mattina dopo per lui inizierà una partita ben diversa da giocare. Una ragazza col viso devastato lo accusa di averla stuprata e picchiata.

È la voce di Dario Corbo a narrarci questa partita in una dolorosa e sincera lettera rivolta proprio al figlio Luca. Racconta di un padre che difende a spada tratta il figlio, anche muovendosi pericolosamente lungo il sottile confine tra giusto e sbagliato, anche portando avanti una propria indagine sottotraccia, perché una famiglia non può che fare così, riunirsi intorno al dolore. Ma racconta anche i dubbi di fonte alle bugie e alle omissioni di un figlio che innegabilmente non sta dicendo tutto, un figlio che sul campo ostenta coraggio e sicurezza, ma che si rivela fragile e immaturo, incapace di sopportare il peso della verità, qualunque sia. Sullo sfondo, una famiglia di omertà e complicità, fatta di allenatori, compagni, finanziatori, procuratori senza scrupoli che animano un mondo contaminato dall’eccesso di soldi, lusinghe, promesse.

“Fin dall'inizio io avevo giocato due partite. Una al tuo fianco, contro la ragazza che ti aveva accusato. L'altra era tra noi due.”

Giampaolo Simi mi piace molto, si conferma un autore elegante e sensibile. Con uno stile fluido e misurato ci regala un bellissimo noir, in cui l’elemento mistero è magnetico; un noir che convince affondando le radici nel nostro quotidiano. Con tocco delicato, Simi parla di violenza, di odio, di razzismo, raccontandoci la nostra provincia italiana. Giovani che, in assenza di valori e di un solido supporto famigliare, sbandano ricompattandosi in una famiglia alternativa in cui trovare appartenenza e protezione. Una famiglia apparentemente senza limiti.

“Prima o poi ce ne dobbiamo andare tutti, c’è poco da fare. Le storie sono quello che rimane.” E questa è sicuramente una storia che rimane.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Come una famiglia 2018-08-21 17:44:38 ornella donna
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    21 Agosto, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'oscuro mondo del calcio giovanile


Giampaolo Simi, dopo aver pubblicato Cosa resta di noi e Una ragazza sbagliata, torna con Dario Corbo, protagonista de Come una famiglia. Un libro particolare, una lente di ingrandimento posata, con perizia e metodo, sulla società attuale e sulle sue contraddizioni.
Dario Corbo, anni prima era stato incaricato di far luce su un efferato omicidio: quello di Irene Calamai, di cui era stata accusata Nora, figlia del celebre scultore inglese Thomas Beckford. Ma quando lei era stata rilasciata, proprio lui, il suo più accanito colpevolista, era riuscito a ricostruire l’intera vicenda in base ad un’ottica differente. Ora, ormai cinquantenne, divorziato da Giulia, abita e lavora proprio per i Beckford, lavorando per la Fondazione istituita proprio da Nora. Luca, suo figlio, quasi diciottenne, vuole diventare giocatore professionista. Gioca un’ottima partita, davanti ai due genitori orgogliosi, riunitasi per l’occasione, orgogliosi di tanto talento. Ma la mattina successiva avviene la tragedia: Luca è accusato di aver stuprato e picchiato selvaggiamente una giovane ragazza. Così la vita viene vorticosamente coinvolta in un tragico destino, che si muta in un romanzo noir. Un vicenda sofferta ed articolata, che affonda le sue radici nel complesso e devastato mondo del calcio giovanile. Un libro severo di denuncia, dove non esistono valori morali né etici, in continua lotta senza esclusione di colpi per raggiungere una effimera notorietà. Un ritmo incalzante, a tratti ironico, caratterizza la narrazione, per una lettura profonda ed intrigante.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ha letto Giampaolo Simi, Una ragazza sbagliata e Cosa resta di noi.
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima intervista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Bianco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto un cielo sempre azzurro
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri