Narrativa italiana Romanzi La rivincita di Capablanca
 

La rivincita di Capablanca La rivincita di Capablanca

La rivincita di Capablanca

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Il nuovo romanzo di Fabio Stassi è la storia del cubano José Raúl Capablanca, uno dei più grandi scacchisti di tutti i tempi. Che fu un bambino prodigio per le strade dell'Avana e che stupì tre continenti diventando campione del mondo a soli ventitré anni nel 1921. Che venne amato dalle donne e rispettato dagli avversari, almeno fino a quando non fu scaraventato giù dal suo trono per mano del terribile Aleksandr Aljechin, il miglior giocatore di Russia, fuggito dalla rivoluzione d'Ottobre verso la corte dei gerarchi nazisti: da quel momento diventerà il miglior nemico di Capablanca, che lo inseguirà per tutto il mondo cercando una rivincita fino alla fine dei suoi giorni...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La rivincita di Capablanca 2010-09-26 16:24:49 Robbie
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Robbie Opinione inserita da Robbie    26 Settembre, 2010
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La macchina degli scacchi

Buon romanzo sulla vita di José Raúl Capablanca, grandissimo giocatore di scacchi cubano, che iniziò a giocare già a quattro anni dopo aver solamente osservato il padre giocare (senza alcuna spiegazione sulle regole del gioco). In pochi anni diventa campione cubano, per poi affermarsi definitivamente a livello mondiale, strappando il titolo a Lasker. Il libro ne ripercorre i primi passi, fino alla perdita del titolo ed all'angosciosa ricerca di una possibilità di rivincita contro un altro grande della scena scacchistica mondiale dell'epoca, Alexandre Alekhine. I capitoli brevissimi, due tre pagine al massimo, aprono dei piccoli e gustosi flashback su episodi della vita del giocatore cubano e del rivale Alekhine. Viene citata quasi per intero l'elite scacchistica dell'epoca: Lasker, Morphy, Cigorin, Tarrasch, Marshall. Forse alcune parti risultano un pò noiose e per un non appassionato del gioco a 64 caselle, difficili da seguire o da comprendere. E' interessante anche la parte psicologica, il prima ed il durante l'incontro, che mostra le fragilità e le paure anche in autentiche “macchine da guerra” del gioco degli scacchi. Bellissime alcune citazioni e soprattutto quella data da Gesualdo Bufalino: “Perchè gli scacchi , non sono semplicemente un gioco. Sono guerra, teatro e morte. Cioè, tutt'intera una vita” o la riflessione sul sogno di un pedone.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
qualcosa di scacchi e ne è appassionato
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Domani e per sempre
Nova
Sonetaula
L'alba sepolta
Caffè corretto
L'appartamento del silenzio
Mordi e fuggi. Il romanzo delle BR
Lingua madre
Per sempre, altrove
Il Duca
Cara pace
L'assemblea degli animali
Le madri non dormono mai
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Divorzio di velluto
Cinquecento catenelle d'oro