Narrativa italiana Romanzi Passavamo sulla terra leggeri
 

Passavamo sulla terra leggeri Passavamo sulla terra leggeri

Passavamo sulla terra leggeri

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Un bambino predestinato è il testimone del tempo, il depositario della storia così come altri prima e dopo di lui. Il racconto che gli viene narrato è lo stesso che avvince il lettore. Per la prima volta, laddove gli storici sono rimasti muti, è la straordinaria prosa poetica di Atzeni a descrivere le vicende dei cantori delle stelle, il popolo sardo, dal primo affannoso sbarco nell’Isola fino all’occupazione piemontese.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Passavamo sulla terra leggeri 2017-12-19 18:28:54 siti
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
siti Opinione inserita da siti    19 Dicembre, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

CUSTODI DEL TEMPO

Il naufragio dei sacerdoti danzatori e il loro approdo a Magomadas aprono l’epopea del popolo sardo. Ne veniamo a conoscenza con atto scritto- il romanzo- che narra il tramandarsi , attraverso l’oralità, della storia dei Sardi. La custodiscono e la tramandano appunto i custodi del tempo e noi assistiamo all’ennesimo passaggio di testimone. Antonio Setzu nella sua casa a Morgongiori racconta a un bimbo di otto anni (Atzeni piccolo) una storia millenaria, lui fra trent’anni dovrà a sua volta tramandarla. Lo fa diventando il nostro narratore.
È l’ultimo romanzo dell’autore, terminato appena sei giorni prima di morire prematuramente il 6 settembre del 1995, inghiottito dai flutti traditori dell’isola di San Pietro. E pensare che il piccolo, investito del ruolo di custode del tempo nel romanzo, si preoccupa di un’eventuale morte prematura che potrebbe sottrarlo alla sua nuova responsabilità …
“Passavamo sulla terra leggeri come acqua …”
Contadini, pastori, re, oracoli, obbedienza, morte, rituali, danza. Mare, coste, terre pianeggianti, montagne, paludi , villaggi sparsi, sperduti, in lotta fra loro. Il monte Tiscali e la sua dolina, estremo rifugio. I bronzetti, le domus de janas, i nuraghi, tutto come per magia prende forma e consistenza, siamo dentro la storia, alle sue origini, millenni di isolamento e di felicità. Poche le azioni possibili, danzare, cantare, coltivare, mungere, intagliare, uccidere e morire. Le età della vita scandite: minores e maiores, i riti , le orge, le faide. “Chiamavamo noi stessi s’ard, che nell’antica lingua significa danzatori delle stelle”. Il mare porta nemici: fenici e con essi la prima città Karale. E con i dominatori le nuove lingue e con essi nuovi incontri e scontri. Romani, etruschi, liguri e punici. Su tutti i Romani: “mille anni di guerra” e la loro religione e Lucifero… La storia prosegue fino all’epoca giudicale in un susseguirsi di numerosi eventi e personaggi, vi si riconosce l’ordito originario, la trama è molto più fantasiosa, ricca, ci si perde a momenti. Rimane uno splendido affresco la cui peculiarità è l’estrema sintesi, quella che solo il linguaggio poetico è capace di donare.
Bellissima ricostruzione storica al sapor di epopea con il valore aggiunto della nitida prefazione della compianta e stimata Prof.ssa Giovanna Cerina.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Un millimetro di meraviglia
Nannina
Il nostro grande niente
Chi dice e chi tace
Cuore nero
L'età fragile
Il rumore delle cose nuove
Vieni tu giorno nella notte
Giù nella valle
Abel
Il vento soffia dove vuole
La collana di cristallo
Romanzo senza umani
Resisti, cuore
La cerimonia dell'addio
La ricreazione è finita