Dettagli Recensione

 
Il mistero dei massi avelli
 
Il mistero dei massi avelli 2014-02-21 14:47:44 annamariabalzano43
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
annamariabalzano43 Opinione inserita da annamariabalzano43    21 Febbraio, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il mistero dei massi avelli di Bruno Elpis

“Il mistero dei massi avelli” di Bruno Elpis è un romanzo giallo interessante e stimolante per le osservazioni e le considerazioni che suggerisce al lettore.
Cominciamo dall’esame della copertina, sempre molto importante in un libro, perché ha la funzione di catturare l’attenzione e suscitare emozioni che indurranno alla lettura del testo. Qui siamo di fronte a una fotografia suggestiva d’un ambiente “silvestre”, dove in primo piano appare quella che sembra una vecchia vasca di pietra piena d’acqua, una sorta di antico lavatoio, che nel corso della lettura del romanzo, si chiarirà essere uno dei massi avelli, pietre tombali che si fanno risalire al IV o V secolo. Già qui dunque appaiono due elementi importantissimi presenti nella storia narrata da Elpis : l’acqua e la sepoltura, ovvi riferimenti al lago e al delitto.
Il lago, infatti, descritto in alcuni punti con toni che ricordano il migliore Fogazzaro, assume un’importanza rilevante, con la sua calma apparente e ambigua. Esso, al contrario del mare, sa celare meglio le sue correnti mortali, è più ingannevole e seducente per l’atmosfera rasserenante che diffonde. Ed è su questa linea di ambiguità che Elpis sviluppa con abilità una trama semplice e complessa insieme, affidando le indagini di un delitto consumato in questi luoghi calmi e appartati ad un commissario “antieroe” le cui qualità umane sembrano contenute e espresse in un nome fortemente simbolico: Giordan. Il riferimento al fiume Giordano, alle sue acque battesimali, non è certamente casuale. Giordan è il “bene” che combatte contro il “male”. Le sue armi sono però a portata d’uomo comune. Giordan potrebbe essere chiunque, chiunque faccia della propria modestia e della propria umiltà la sua forza. Egli sa di avere bisogno dell’aiuto altrui, del supporto di Cornelia come di quello di Gabriella. La sua lotta contro lo sconosciuto e diabolico assassino procederà per gradi e condurrà per mano il lettore alla scoperta della verità. Il racconto si serve delle conoscenze dell’autore dei siti archeologici di cui parla senza cadere in una prosa pedante, anzi ogni approfondimento carpisce ulteriormente l’attenzione. I personaggi al centro dell’indagine di Giordan vengono analizzati nei più reconditi aspetti psicologici, e a sostegno di quanto scrive, Elpis fa talvolta riferimento alle teorie freudiane e junghiane. Un giallo, ed è molto apprezzabile che così sia stato definito sin dalla copertina perché ciò lo certifica immediatamente come italiano, rifuggendo da termini assai in uso come noir o thriller, che nulla hanno a che vedere con la tradizione italiana, un giallo, dunque, interessante anche per il contenuto culturale e gli spunti di riflessione che offre.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
gracy
21 Febbraio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Dettagliata analisi Anna Maria, invoglia molto.
Noi italiani invece abbiamo un maestro del noir, che ha creato una tradizione che tutt'ora per fortuna si conserva, molti autori devono molto al grande Giorgio Scerbanenco che ha rivoluzionato il noir con il ciclo dedicato a Duca Lamberti. Uno scrittore autentico, te lo consiglio, penso ti piacerà.
Lo metto senz'altro in lista, Gracy....
In risposta ad un precedente commento
Pia Sgarbossa
21 Febbraio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Recensione bella...bella.... e bella, sinceramente.
Che bellezza il tuo commento relativo all'ambiente lago...ho letto con vivo piacere.
Bravi!!!! ....Anna Maria e Bruno...
Pia
Mi fa piacere di essermi trovata d'accordo con la tua opinione, Pia.
A questo link
http://www.brunoelpis.it/il-mistero-dei-massi-avelli
trovate il mio personale omaggio fotografico alle parole di Anna Maria, che ringrazio di cuore.

Bruno
Grazie Bruno!
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il re di denari
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima volta che ti ho vista
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Vuoto per i bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Da molto lontano
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)
La resa dei conti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vergogna
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Middle England
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Nel muro
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
1.0 (1)
Donne che non perdonano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Uno sporco lavoro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La misura dell'uomo
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri