Dettagli Recensione

 
Il tribunale delle anime
 
Il tribunale delle anime 2015-05-26 12:37:51 Sordelli
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Sordelli Opinione inserita da Sordelli    26 Mag, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il male è in ognuno di noi

Questo libro mi è stato regalato da una cara amica che evidentemente conosce molto bene i miei gusti; è stato il mio primo incontro con Carrisi e posso dirmi favorevolmente colpita!
La vicenda si svolge su vari livelli temporali, intrecciati perfettamente, il che rende la storia meravigliosamente aggrovigliata, ma non complessa da seguire; anche il luogo non è lo stesso, ma possiamo individuare una città principale in cui la vicenda, ai giorni nostri e sotto ai nostri occhi, si sta svolgendo, ovvero Roma.
Lo stile di Carrisi è molto interessante: ho trovato la sua scrittura introspettiva, agghiacciante per quanto reale e allo stesso tempo dettagliata e semplice, complicata ma scorrevole. Il romanzo si divora, la pelle d'oca è stata la mia costante compagna durante la lettura e restare col fiato sospeso è d'obbligo.
L'argomento affrontato è sostanzialmente una eterna lotta fra il bene e il male e la conclusione del romanzo, senza spoilerare, è che di fatto il male risiede dentro ognuno di noi; il modo in cui il lettore arriva a comprendere questa semplice verità è quasi sconvolgente e, per quanto mi riguarda, sono rimasta anche un po' sconvolta.
Un argomento che ho trovato estremamente interessante è quello della Paenitentiaria Apostolica: il nostro principale protagonista, infatti, fa parte di questo organo della Chiesa istituito in tempi antichissimi per scovare il male. «C'è un luogo in cui il mondo della luce incontra quello delle tenebre. É lì che avviene ogni cosa: nella terra delle ombre, dove tutto è rarefatto, confuso, incerto. Noi siamo i guardiani posti a difesa di quel confine»: ecco la spiegazione che Carrisi stesso ci da di Marcus, il Penitenziere.
Una figura complessa, quella di Marcus, che vi porterà insieme a lui ad indagare nella profondità del male e in quella dei suoi ricordi. Vi ci affezionerete irrimediabilmente; e resterete vagamente scottati dalla sua figura.
Quando chiuderete il romanzo, sarete assaliti da molti interrogativi, ma primo fra tutti ne spiccherà uno: dove risiede realmente il male?
Come già detto in precedenza, ma è importantissimo ribadirlo, ho amato moltissimo questo mio "primo Carrisi" e il suo modo meraviglioso di sbatterci in faccia che in ognuno di noi risiede il male. E la scelta di perpetrarlo o no.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
L'ho letto qualche tempo fa; è piaciuto anche a me. Ciao.
Ferruccio
Mi sa che non può non piacere!!!
Ciao ciao =)
Ciao Lucrezia. Non ho letto il libro, ma il tuo bel commento mi fa capire che non si tratta 'del solito giallo' , bensì di un testo che ci interroga su aspetti di fondo della nostra esistenza.
Mi hai incuriosito: leggerò questo libro : grazie!
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri