Dettagli Recensione

 
L'acustica perfetta
 
L'acustica perfetta 2013-11-02 21:30:30 rondinella
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
rondinella Opinione inserita da rondinella    02 Novembre, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La malinconia di una vita

Immagina che tua moglie un giorno va via, così, va via di casa salutandoti con un biglietto. Un biglietto corto, poche righe, vago.
Tu, padre di tre figli, che dividi il matrimonio con tua moglie e con il tuo strumento, un uomo tranquillo ed equilibrato. Finché dopo questo abbandono ti scopri in grado di provare rabbia, molta rabbia, nei confronti della tua donna a cui hai dato tanto.
La tua Sara Arno... le hai dato davvero tutto quello che credi?
Chi è quella donna che ha dormito con te per anni, ma di cui non sai quasi nulla?

E' un libro breve e tranquillo, si legge gradevolmente, le pagine volano via senza fatica.
Lo stile è semplice ma con belle parole, adatto a tutti, anche se personalmente l'ho trovato troppo 'pacato' per la storia che la Bignardi ha voluto raccontare.
Tutto in questo libro mi è sembrato troppo 'pacato'.
Sarà che non sono abituata ai romanzi di genere, non so bene cosa cercare, ma la storia travagliata di Arno e Sara mi ha coinvolta fino ad un certo punto. Ho compreso lo spaesamento del protagonista e condiviso la sua rabbia, ma non la sua sofferenza.
A mio parere il filo conduttore che lega gli eventi non è ben approfondito: la musica, lo strumento di Arno, è un nodo fondamentale, ma io tutta questa passione non l'ho percepita.
Invece si passa direttamente all'abbandono del nido familiare, e tutta la vicenda s'incentra sulla ricerca di segreti nascosti, di anni sepolti, di parole non dette. Una narrativa sicuramente intrigante e con le sue motivazioni, ma io avrei preferito capire meglio il perché di tutto questo invece che assistere al solo percorso interiore che si prolunga per tutto il libro. Non sono riuscita a sviluppare un legame intimo con il protagonista, lui e gli altri personaggi mi sono sembrati lontani, le loro voci mi sono arrivate ovattate e un po' fredde, nonostante il linguaggio che ispirava tenerezza, o dolcezza, o calore.
Io mi domando: le donne possono mettersi nei panni di uomini quando scrivono? Scommetto che la maggior parte crede di sì, ovviamente bisogna essere delle brave autrici.
Per me invece resterà sempre un no categorico: il protagonista maschile ha dei tratti irreali che lo rendono inverosimile. E' un uomo, senza alcun dubbio, ma un uomo come lui non esiste.

Che cosa dire? E' un libro scorrevole e che si legge in breve, la struttura è ben costruita così che ogni pezzo del puzzle si incastra perfettamente. Il finale è aperto, al lettore l'immaginazione.
Per quanto mi riguarda l'ho trovata una lettura 'delicata', ho letto il libro volentieri riprendendolo con piacere ogni volta, ma non è una storia che mi rimarrà impressa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
Narrativa di genere
Trovi utile questa opinione? 
250
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Certo, le donne possono mettersi nei panni degli uomini quando scrivono, e viceversa. Ma solo i grandi scrittori ci riescono.
gracy
03 Novembre, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Bel quesito Rondi! Già chi ci riesce? Viceversa posso dire che Perissinotto Alessandro a mettersi nei panni delle donne ci riesce benissimo...
Concordo con te, non mi ha lasciato niente benche' non sia scritto male, credevo molto meglio
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
L'America in automobile
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'età fragile
Il rumore delle cose nuove
Vieni tu giorno nella notte
Giù nella valle
Abel
Il vento soffia dove vuole
La collana di cristallo
Romanzo senza umani
Resisti, cuore
La ricreazione è finita
Grande meraviglia
Le altalene
Rosso di fiamma danzante
Il cognome delle donne
La girandola degli insonni
Genitori cercasi