Dettagli Recensione

 
Io non ho paura
 
Io non ho paura 2016-10-24 15:34:03 Amante di Libri
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Amante di Libri Opinione inserita da Amante di Libri    24 Ottobre, 2016
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il coraggio di Michele

Struggente, appassionante e commovente questi sono i tre aggettivi per descrivere il famoso libro di Ammaniti, dal quale nel 2003 Gabriele Salvatores ha tratto il film omonimo. La storia è ambientata in una calda estate del sud nel 1978 tra le case sperdute nel grano e le campagne abbandonate. Il contrasto tra la luce abbagliante del giorno che accompagna le varie escursioni dei ragazzi e il buio della notte, è presente in tutto il romanzo. Protagonisti della storia sono sei bambini: Teschio, il capobranco forte ed intimidatorio cerca sempre di sfidare i compagni, Salvatore il figlio dell’avvocato, Remo e Barbara, una bambina molto in carne (motivo per cui perde sempre le sfide). Michele e Maria Amitrano, tra i sei, sono quelli che avranno un ruolo chiave nel romanzo, in particolare il primo. Difatti, un giorno salvando Barbara dalla penitenza egli si arrampica sui muri di una casa e fa una scoperta che non si aspettava. Nella casa abbandonata scopre per caso una lastra di lamiera ed incuriosito la solleva e trova una fossa. All’interno di essa vede scorgere un piede che esce da una coperta. All’inizio, Michele si spaventa e non realizza bene ciò che ha appena visto ma successivamente andrà regolarmente in quella casa e farà la conoscenza di un bambino della sua età di nome Filippo Carducci. Tra di loro nascerà un’amicizia un pò a senso unico, in quanto Michele cercherà di sfamare Filippo e capire da dove proviene ma quest’ultimo appare confuso e disorientato. Il ritorno del padre di Michele, l’arrivo del suo amico Sergio e l’annuncio al telegiornale di una madre disperata faranno luce sulla scoperta effettuata da Michele. Un segreto che cambierà la vita di tutti per sempre.
Attraverso un linguaggio chiaro e un’attenta cura delle parole, Ammaniti racconta un fatto di cronaca nera che ha come ambientazione il Sud Italia. Tramite le fantasie di un bambino si descrive il suo stesso coraggio nell’affrontare qualcosa che è più grande di lui, insinuandosi nella tragedia di cui gli uomini di Acqua Traverse sono protagonisti. L’autore alterna il mondo dei bambini con i loro giochi, con i loro dubbi e il mondo degli adulti, fatto di incomprensioni, di mancanza di denaro e disparità. Un romanzo rivolto alla scoperta di sé stessi attraverso il rischio più estremo per fare la cosa giusta. La figura di Michele rappresenta il bambino-eroe che si ribella alle ingiustizie pur di fare il bene, scava fino in fondo per comprendere la verità. Da una parte è come tutti i bambini desidera avere le stesse possibilità degli altri ma dall’altra parte la sua tenacia, il suo coraggio lo portano a distinguersi. Io non ho paura è un’espressione struggente che prende significato nel momento in cui Michele abbandona il suo mondo fatto di giochi, di avventure, di magia per lottare contro i mostri del tempo.

Il finale appare alquanto struggente padre e figlio, faccia a faccia: lo sparo, lo stupore, la disperazione e la risoluzione. Questa è una storia che una volta letta non può essere più scordata, ti si insinua sotto la pelle e porta il lettore ad un’analisi della situazione non solo di ieri ma di oggi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Libri di Ammaniti o di cronaca
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima intervista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Bianco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto un cielo sempre azzurro
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri