Dettagli Recensione

 
Il movente è sconosciuto
 
Il movente è sconosciuto 2018-09-15 04:17:13 Bruno Elpis
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    15 Settembre, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il canto del cigno di un uomo stonato

Marco Santagata concepisce una vicenda incentrata sull’individuazione di quale sia Il movente sconosciuto di azioni inconsulte, criminose, compiute da un personaggio al di sopra di ogni sospetto.

La ricerca del movente sconosciuto viene condotta dal punto di vista di marito e moglie.

Lui, Luigi Ferrari (“Seguito a chiedermi come sarebbe il canto del cigno di un uomo stonato”), patisce il rapporto coniugale (“E' nervosa, acida. Lo è sempre di prima mattina, ma questa mattina è più astiosa del solito”), ha trascorso una vita passiva (“Nella mia vita c’è sempre stato qualcuno o qualcosa che ha deciso per me”), da impiegato modello. Due volte si reca a Monticello (“Alle Fontanelle ci sono nato”) e commette due omicidi (“Sto dando di matto? Il mio cancro è al fegato, mica al cervello!”).

Lei, la moglie Ludovica, conosce – insospettata - il segreto del marito (“Non smettevo di rimuginare su perché Luigi lo avesse fatto, e non ne venivo a capo”), che ha sempre dominato (“Luigi è mite… mite?”), s’interroga sul movente (“Ma ad armargli la mano non era stata una malattia, ne ero certa”) e pensa di individuarlo (“Avevo il movente: il tumore!”), si giustifica (“Non ero stata io a tarpargli le ali, era lui che non aveva mai imparato a volare”), ma naturalmente è consumata dall’angoscia di vivere con i figli accanto a un assassino.

La dimensione più interessante è quella della duplice lettura degli eventi e anche del movente: lo stesso episodio o gesto ha un significato per Luigi e un senso differente per Ludovica.

Giudizio finale: inquietante, matrimoniale e duplice.

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dalla parte del ragno
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il nostro grande niente
Chi dice e chi tace
Cuore nero
L'età fragile
Il rumore delle cose nuove
Vieni tu giorno nella notte
Giù nella valle
Abel
Il vento soffia dove vuole
La collana di cristallo
Romanzo senza umani
Resisti, cuore
La cerimonia dell'addio
La ricreazione è finita
Grande meraviglia
Le altalene

Copyright 2007-2024 © QNetwork - Tutti i diritti sono riservati
P. IVA IT04121710232