Dettagli Recensione

 
Cose che nessuno sa
 
Cose che nessuno sa 2018-11-29 20:40:02 Gabriele_Romanutti
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Gabriele_Romanutti Opinione inserita da Gabriele_Romanutti    29 Novembre, 2018
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un libro che turba ed emoziona

Un libro unico....un libro che sa trasportare, sa risvegliare lati intimi di noi stessi, che, per la vita frenetica di tutti i giorni o la corazza da adulti, alle volte ci dimentichiamo di consultare. Un libo che ti strappa di dosso la cinicità del quotidiano per farti esplorare i meandri dell 'esistenza. E' un romanzo adatto a tutte le età perché contiene l'adolescenza,

“E a quattordici anni sei un funambolo a piedi nudi sul tuo filo e l'equilibrio è un miracolo”,
“Le altre ridevano , senza crudeltà, ma con tutta la fragilità di chi ha bisogno di ripararsi sotto un luogo comune e schierarsi contro qualcuno per sentirsi protetto dalla piccolezza della propria identità”

l'età adulta e anche la terza età (se così la vogliamo chiamare). Un agglomerato di percorsi che ricordano come la vita possa essere allo stesso tempo dura e ruvida ma anche dolce e cara. D'Avenia ti trasporta in un'atmosfera familiare fatta di famiglia e di disagi, di gioie nell'infelicità, di patimenti e leggerezza. In questo romanzo ha inserito parte di sè ,pone infatti in ogni personaggio riferimenti della sua storia di vita. Forse anche per questo è così convincente.... forse anche per questo sa far sussultare il cuore. In una costate contrapposizione tra gioia unica e dolore intrinseco,

“Quello che conta nella vita è come ci convivi , con il dolore, cosa ci fai. E se riesci a mantenere intatto un pezzetto di anima mentre combatti”

l'autore ci conduce per mano in questa storia fatta di contrapposizioni che straziano il cuore. Un abilità rara quella di D'Avenia che riesce ,con le parole, a superare i confini dell'anima delle persone per toccare le corde più intime del nostro essere e dargli del tu, dirgli che non siamo diversi in fondo, che le cose fondamentali sono poche e comuni a tutti, semplicemente c'è anche chi le nasconde o non le conosce. In Margherita, protagonista della storia, e Giulio troviamo due adolescenze opposte ma segnate entrambe da delle spaccature nella propria anima, in Eleonora, madre di Margherita,troviamo l'età adulta colma delle sofferenze e della forza che “nel mezzo del cammin di nostra vita” le persone devono possedere. C'è poi la dolcezza e la unicità della nonna , Siciliana come D'Avenia , che dona alla storia un'atmosfera calda e familiare. In tutto questo vi si aggiungono delle figure di supporto e insegnamento come Marta,l''amica di Margherita, l'insegnante di lettere della stessa,

“Le parole dei grandi scrittori magnificavano l'ordinario strappandolo alla sua routine, trasformavano in poesia la prosa quotidiana”

il fratellino Andrea. Infine, ma in verità sarebbe “in principio” ,c'è anche suo padre, che l'abbandona improvvisamente, fatto che è il principale motore della storia, ciò da cui tutto si scatena. I personaggi subiscono cambiamenti importanti durante le narrazione, sono dinamici....mai statici. Riflettono, sono vittime e creatori del proprio destino, opponendovisi e cercando la propria strada, non senza fatica e dolore, come la vita insegna.
L'amore è argomento enfatizzante ed unificante dell'intero romanzo, esso crea, unisce, magnifica e rende sensata l'esistenza. Grande rilevanza è data all'amore della donna, o meglio, a come la donna si approccia all'amore, credo irriducibile e fondamento del suo essere.

“Come l'amore dopo un litigio,così il sorriso dopo un pianto è lo spettacolo migliore che una donna sappia mettere in scena”

“Perché per una donna le parole hanno un peso , non sono leggere come per l'uomo. Una donna ci crede alle parole soprattutto quando è un uomo a pronunciarle , solo a lei”.

“Per un attimo Margherita desiderò essere un maschio, avrebbe visto un terzo della realtà e sentito un decimo delle emozioni.



Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri