Dettagli Recensione

 
La rinnegata
 
La rinnegata 2021-05-14 15:33:28 ornella donna
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    14 Mag, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Donne forti e donne rancorose

Per chi ama la Sardegna, le sue leggende ataviche, la sua storia, La rinnegata, libro d’esordio di Valeria Usala, può rappresentare la perfezione. Un esordio d’eccellenza, per completezza e raffinatezza di linguaggio, quello di Valeria Usala che sulla scia di scrittrici come Grazia Deledda, Donatella Di Pietrantonio, racconta una vicenda che colpisce nel profondo il lettore.
La vita narrata è quella di Teresa, una donna dal vissuto sicuramente difficile, sin dalla nascita. Abbandonata dalla madre in tenera età, cresce con la nonna, con
“lunghi capelli neri, occhi color miele… (…) alcuni piccoli nei ai lati della fronte e la pelle del viso più tesa, appesantita dalla fatica”,
lei è di una bellezza sfolgorante. Si sposa con Bruno, ha tre bambini, e apre un emporio con annessa una taverna, e attraverso un duro lavoro quotidiano cerca di assicurare la sopravvivenza a se e ai suoi bambini. Ma il paese non l’accetta. Non accetta la sua fermezza, il suo andare contro le tradizioni, la sua troppa indipendenza, soprattutto economica, perché:
“Troppa confidenza, fa cadere la riverenza”.
E parla, parla… un intero paese arroccato sulle proprie posizioni e di una chiusura mentale totale.
Quando Bruno muore, a Teresa cosa succede? Riuscirà a non cadere preda delle voglie altrui, e della invidia dei tanti, troppi?
Una storia di grande spessore narrativo, raccontata con uno stile crudo e privo di fronzoli. Racconta una storia di donne, donne forti ed indipendenti contrapposte a donne preda dell’invidia e del rancore, con un atteggiamento grave, per cui:
“L’odio non c’entra. Credi di fare la cosa giusta, ma sei controllata a distanza, come tutte. Tenuta al guinzaglio come una bestia pericolosa.”
La rinnegata è un libro destinato a tracciare un profondo solco nel panorama della letteratura italiana attuale per lo stile e per la raffigurazione delle donne, ancora oggi considerate come:
“Siamo l’inerzia di un fiore reciso; il vigore nelle sue radici, trapiantate in terre straniere. Siamo l’impeto di un fuoco ardente; la quiete nelle sue ceneri, raccolte in cumuli sparsi. “.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Una segnalazione, per me che sono isolana, davvero interessante. Grazie! :)
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Five survive
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Compleanno di sangue
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La prigione
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Day
Day
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Morte nel chiostro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Pesci piccoli
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Cause innaturali
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tutti i particolari in cronaca
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Dare la vita
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'età fragile
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
Il rumore delle cose nuove
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'età fragile
Il rumore delle cose nuove
Vieni tu giorno nella notte
Giù nella valle
Abel
Il vento soffia dove vuole
La collana di cristallo
Romanzo senza umani
Resisti, cuore
La ricreazione è finita
Grande meraviglia
Le altalene
Rosso di fiamma danzante
Il cognome delle donne
La girandola degli insonni
Genitori cercasi