Dettagli Recensione

 
Cuore puro
 
Cuore puro 2023-04-09 06:23:04 AndCor
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
AndCor Opinione inserita da AndCor    09 Aprile, 2023
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Libertà, oltre 'i muretti [...] crollati a pezzi'

Fine anni '80, periferia nord di Napoli.
Tra fontanelle, 'quattro negozi piccoli e bui' e 'nugoli di motorini [...] per la piazzetta' che trasportano 'fasci di banconote, buste d'erba, eroina e cocaina', il quartetto composto da Dario, Rino, Giovanni e Giuseppe è il più forte nel calcio di strada. Il loro talento è evidente e sembra essere stato notato anche dal caporione Tonino "Porcello", il quale li "assume" e li paga per giocare a pallone nel quartiere: un sogno per i ragazzi, almeno all'apparenza, perché in cambio dovranno fare da sentinelle e avvertire i pusher della zona non appena noteranno l'arrivo della Polizia.
Tutto procede in modo omertosamente normale, fino al giorno in cui un rigurgito di ribellione e orgoglio potrebbe far crollare l'intera impalcatura del Sistema: è dunque arrivato il momento di scegliere tra la "via spaziosa" e 'la fatica vera. Quella che quando la fai resti libero.'.

Un romanzo che riprende il racconto 'Super Santos' del 2005, ma con un occhio più c(l)inico circa la 'spensieratezza che quel pallone di gomma arancio fuoco trasmette' e i 'fondali di certi luoghi partenopei dove troppo spesso la vita rimane incagliata'.
Vicende, realtà, (inco)scienze esatte di antropologia, sociologia, pedagogia e psicologia, dove 'la grazia e la dannazione di crescere giocando per strada' sono 'scampagnata, partitella, fiatone, sudore, ginocchia sbucciate. Libertà.'.

Tra un ex autista ora dirigente sportivo di fama europea, giornalisti gambizzati 'per aver messo in piazza squallide sudditanze e patetismi criminali', trapianti urgenti di cuore, esecuzioni cruente e sommarie, pause caffè mai così riflessive nello chalet Stella Maris, 'sopralluoghi sui cantieri edili', un Winchester a pompa, finti posti di blocco e palloni nuovi di zecca, una prosa impeccabile, un linguaggio tagliente e una narrazione feroce raccontano di passioni, passatempi e momenti di gioia, ma anche di cinico malaffare e di subdolo, egoista e drammatico utilitarismo.

Un viaggio dai contorni tanto ambiziosi quanto illogici che vuole uccidere il senso dell'innocenza e che culmina nelle righe conclusive, dove i concetti di vergogna e salvezza si fondono a tal punto da diventare perfetti sinonimi.
Poiché 'la vergogna di piangere nasce solo quando prendi uno schiaffo'.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Un millimetro di meraviglia
Nannina
Il nostro grande niente
Chi dice e chi tace
Cuore nero
L'età fragile
Il rumore delle cose nuove
Vieni tu giorno nella notte
Giù nella valle
Abel
Il vento soffia dove vuole
La collana di cristallo
Romanzo senza umani
Resisti, cuore
La cerimonia dell'addio
La ricreazione è finita