Narrativa italiana Letteratura rosa Equazione di un amore
 

Equazione di un amore Equazione di un amore

Equazione di un amore

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Singapore, una bolla luminosa a misura di gente privilegiata, dove Lea ha scelto di vivere, lasciando Roma. Ha sposato un avvocato di successo. Anche se a tratti è punta da malinconia, la ragione le dice che non avrebbe potuto fare scelta migliore: Vittorio è affidabile, ambizioso, accudente. Al cuore di Lea invece basta pochissimo per confondersi: l’immagine di un ragazzino introverso, curvo su una scrivania a darle ripetizioni di matematica. Si chiama Giacomo e Lea non ha mai smesso di pensare a lui. L’alunno più brillante, il professore più corteggiato, l’amante passionale, l’uomo codardo. Lea sa bene che deve stargli lontano, perché Giacomo può farle male: c’è un’ombra in lui, qualcosa che le sfugge. Quando una casa editrice accoglie il romanzo che ha scritto, Lea è costretta a tornare a Roma, e ogni proposito crolla. Il passato con tutta la sua prepotenza li travolge ancora, con maggior violenza.

Recensione della Redazione QLibri

 
Equazione di un amore 2016-03-31 12:04:23 SARY
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
SARY Opinione inserita da SARY    31 Marzo, 2016
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Lea e Giacomo

Una storia tragica.
Lea e Giacomo, si amano e si odiano. Si prendono, si lasciano e si ripigliano.
Un legame che è come una corda tesa, alle estremità duellano espressione massima dei sentimenti e distruzione della sfera affettiva. Tirano, si impuntano, resistono e allentano la presa, poi alla fine la corda si spezza o c’è il vincitore?
Lei ama tanto da coprire il mondo, lui soffre troppo da imbruttire tutto.
Un passato che ritorna prepotente, fantasmi puntualmente presenti, gioie e dolori fanno a pugni, le pene si scontano.
Non importa quanto tempo possa passare, alcuni amori sono così forti da scorticare e dolere ad ogni cambio di stagione e alla fine richiedono il conto finale. Voltar pagina o perdersi nelle righe precedenti, già lette e vissute? Usare furbizia saltando all’epilogo, giusto per correre ai ripari?
Un romanzo dal sapore orientale per i rimandi e le citazioni. Una storia che in fondo non porta novità e ci fa anche storcere il naso su alcuni punti scontati. I personaggi non offrono mezze misure, o si odiano o si adorano, le loro scelte sono opinabili, i loro comportamenti discutibili, qualcuno vorrà condannare, altri osannare.
La penna è sempre piacevole, trascinante al punto giusto. Ho decisamente preferito altre sue opere (“Nessuno sa di noi” e “Se chiudo gli occhi”).
Concludendo, una lettura fra tante, tutto sommato gradevole.

“ Ci sono amori che aprono spazi e altri che quegli spazi li riempiono. Amori che spalancano finestre, facendo entrare il vento, la pioggia, la neve; e altri che si preoccupano solo di proteggere, di tenere al riparo dalle intemperie. Giacomo era stato uno di quegli amori dolorosi, da porte aperte e mai richiuse”.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli informatori
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ricamatrice di Winchester
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri