My dilemma is you My dilemma is you

My dilemma is you

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Cristina Evans ha sedici anni, vive a Los Angeles e frequenta il terzo anno dell'high school. Tra feste, amici e buoni voti, la sua è una vita perfetta. Finché la sua famiglia non decide di trasferirsi a Miami, e per Cris cambia tutto. Da un giorno all'altro viene catapultata in una nuova città ein una nuova scuola. Nonostante la nostalgia di Los Angeles, riesce ad ambientarsi e a stringere amicizia con gli studenti più popolari. Tutti la accolgono calorosamente, tranne Cameron e la sua ragazza Susan. E così, tra grandi e piccole difficoltà, Cris trova una nuova amica, Sam, e un nuovo amore, Matt. Ogni cosa sembra procedere nel migliore dei modi, ma i giochi sono destinati a complicarsi. Col il tempo, Cameron e Cris comprendono che l'antipatia che provano l'uno per l'altra nasconde in realtà un sentimento ben diverso, e accettare questa scoperta vuol dire mettere di nuovo tutto in discussione.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0  (1)
Contenuto 
 
1.0  (1)
Piacevolezza 
 
1.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
My dilemma is you 2016-07-31 08:45:05 Lady Libro
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Lady Libro Opinione inserita da Lady Libro    31 Luglio, 2016
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fan fiction e altri orrori

Venghino signori e signore! (Ma anche no!)
Ci troviamo di fronte all'ennesima fan fiction nata sulla piattaforma di Wattpad che, avendo avuto milioni di voti e visualizzazioni, dal web è (malauguratamente) passata nelle librerie.
Stavolta è il turno di "My dilemma is you 1". A parte il titolo che è già brutto di suo, ma purtroppo sì: questo "libro" è il primo di una trilogia.
Ma andiamo con ordine: di cosa parla questo "dilemma"?
Della vita scolastica e degli amori di Cris (alias l'alter ego dell'autrice) dopo che da Los Angeles si trasferisce con la famiglia a Miami.
In particolare della sua relazione con Cameron Dallas (personaggio realmente esistente su cui si incentra la fan fiction, il quale dovrebbe essere un cantante/comico che pubblica video online). Ah fra parentesi: lui dovrebbe essere il bello e dannato di turno.
Sappiate che di dannato non ha nulla, se non il vizio di entrare in casa altrui dalle finestre e di toccarsi ogni tre per due i capelli. Avrà i pidocchi, boh.
Innanzitutto bisogna precisare che la prima metà del libro è uno spasso, poiché colma di situazioni che, per eccessi ed esagerazioni, fa sembrare le soap operas e i teen movies dei capolavori. Il personaggio portante di questi show è indubbiamente Susan, la fighetta snob che immediatamente diventerà l'acerrima nemica della "povera" Cris per i motivi più idioti dell'universo. Per esempio farà scenate di gelosia urlando come una scimmia quando la malcapitata, per errore, inciamperà soltanto addosso a Cameron (inizialmente ragazzo di Susan), quando Cris si fidanzerà col suo ex Matt (e che ti frega? Tu hai il tuo moroso, te lo tieni e amen), quando Cris finirà in prima pagina sul giornalino di gossip della scuola rubandole l'attenzione (mamma mia, che affronto! É imperdonabile!)... Potrei e vorrei continuare a lungo con la lista, giuro, ma la recensione must go on. Vi basti sapere che Susan è il personaggio più divertente di tutti e che è un vero peccato che compaia poco.
La seconda metà del libro, invece, è la noia per antonomasia, semplicemente perché succedono sempre le stesse cose e i capitoli sono praticamente identici fra loro.
A parte il fatto che su 53 capitoli almeno 30 di essi iniziano/finiscono con Cris che impreca contro la sveglia e non ha voglia di andare a scuola, ma poi il libro è scritto veramente coi piedi, con un lessico fin troppo gergale e totalmente privo di descrizioni.
La cosa che più mi ha fatto imbestialire è stato l'utilizzo del verbo "fa" al posto di "dice", "afferma", "replica", "risponde"... Ogni volta che i miei occhi lo leggevano, volevo strappare le pagine a morsi. E qui mi domando: davvero c'è stato un lavoro di editing? Ci può stare l'attualizzare e il rendere un po'colloquiale un libro, ma una roba del genere non si può vedere!
Ma parliamo del pezzo forte: l'assenza di descrizioni.
La famiglia di Cris è ricca sfondata e possiede il "classico" mega villone con piscina e mare annessi. Ok, ma che lavoro fanno i suoi per permetterselo? Non si sa.
Cosa mi fa capire che siamo a Miami a parte il mare e le palme? Nulla.
A parte gli addominali, occhi e capelli perfetti, irraggiungibili e venerati da tutta la scuola, come sono i maschi? Boh.
Descrizioni femminili, poi, non pervenute.
In che momento i due protagonisti piccioncini passano dall'odio reciproco più assoluto all'amore indissolubile? Non si sa. E'tutto improvviso.
Ok, i personaggi sono tutti ispirati a tizi che nella vita reale esistono e il libro è stato creato principalmente per chi li ama e vuole leggere qualcosa ispirato a loro... Ma... Un aiutino per chi non li conosce?
La mancanza di descrizioni, però, riguarda soprattutto le psicologie: i protagonisti sono vuoti come barattoli, corpi privi di personalità che gironzolano e fanno cose. Tutto qui.
Non c'è immedesimazione perché non c'è spessore caratteriale da nessuna parte.
O almeno, se la Chiperi intende come personalità il fatto che i personaggi siano degli esseri freddi e superficiali il cui unico ed esclusivo desiderio è truccarsi, fare shopping e rimorchiare, allora siamo messi proprio male.
L'autrice ci prova pure a ficcare due o tre drammoni che vorrebbero essere strappalacrime, ma vengono proprio buttati in mezzo alla trama a casaccio, per la durata di poche righe, e subito dimenticati in quanto privi di descrizioni e approfondimenti.
Tutto il romanzo quindi, nell'insieme, risulta un semplice elenco/lista della spesa di azioni quotidiane compiute da tizi di cui non frega niente a nessuno.
Perché sì, i personaggi inutili qui sono tantissimi e si capisce lontano un miglio che sono stati inseriti per allungare il brodo.
In parole povere, bisogna prendere "My dilemma is you" per quello che è: un giocattolone di carta scritto da una che ci ha provato mettendoci passione ma che ha ancora tantissimo da imparare, apprezzato da ragazzine arrapate (che resteranno deluse perché qui non c'è nessuna scena hot) in vena di leggere qualcosa di semplice, e stampato da una casa editrice che, per fare soldi, sfrutta la moda del momento.
Insomma è il classico fenomeno che suscita tanto clamore ma di cui, alla fine, nessuno si ricorderà più e che nel giro di qualche anno verrà dimenticato.
Inutile dire che i due seguiti non li leggerò neanche se mi regalassero un bonifico da un miliardo di euro.
Evitatelo come la peste, anche se cercate letture leggere, perché questo, nel suo insieme, rende la lettura davvero pesantissima.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Consigliato a chi ha letto...
Fan fiction. Di serie Z.
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Croce del Sud
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tokyo tutto l'anno
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri