Maledettismo Maledettismo

Maledettismo

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Uomini e donne incastonati in tele d’impressioni e angosce, fuggenti e schivi, impauriti dal loro riflesso, marionette necessarie in una corrotta spirale di simboli. Ogni esigenza si traduce in un sottile equilibrio di cruauté artaudiana, in cui la sofferenza è un motore metafisico assolutamente imprescindibile perché s’inneschino occulti meccanismi dell’esistenza.In una cornice di cinica spietatezza, il vero protagonista del dipinto è l’irrazionale, che si ramifica e agisce attraverso le sue personificazioni, assumendo di volta in volta fattezze differenti: esso sarà smania di possesso, infantile superbia, mera voluttà o, semplicemente, inestinguibile furore.Nelle vicende narrate non vige alcuna morale, ogni individuo sceglierà, nolente o volente, il proprio destino, guidato dalla necessità di adempiere a quella vena folle e corrotta che alberga nel suo animo: ogni singolo atto che esso compierà diverrà, quindi, fautore della sua sorte. Egli non avrà né pietà né pentimento, sarà vittima inerme della propria consapevolezza e dei propri errori, costretto a soccombervi.



Recensione della Redazione QLibri

 
Maledettismo 2014-01-31 10:05:44 Ginseng666
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Ginseng666 Opinione inserita da Ginseng666    31 Gennaio, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Racconti all'acido muriatico...

Una serie di racconti pervasi di veleno, il veleno che rivela la natura umana, inequivocabilmente corrotta dal male; se come pensa l'autrice il male è quella forza oscura che tesse le fila del destino dell'uomo è anche vero che ogni uomo è secondo lei artefice della propria fine ingloriosa o malvagia che sia...
Il libro è costituito da sette racconti, preceduti da una prefazione assai esaustiva, per preparare l'ignaro lettore a ciò che l'aspetta.
Una vasta carrellata dei vizi umani, delle viscide e odiose azioni umane, perchè non esiste uomo o donna che non possa essere corrotta o invasa dal male, per quanto candida sia la sua natura: "Ai fini più estesi il centro dell'opera è altresì è quello di aprire uno squarcio sulla vena folle e dannata presente in ogni uomo, unicamente nella forma più estesa. Se per alcuni tale follia sarà congenita - colpa della psiche - per altri sviluppata da cagioni capaci di smontare ideali e capovolgere l'esistenza, sarà il caso in cui la follia si tramuterà in soluzione." Cit. dell'autrice estrapolata dalla prefazione del libro.
E, devo dire che in questi racconti, pervasi da un perspicace umorismo macabro e cinismo cosmico, forse peggiore del mio, si può leggere veramente di tutto, connesso naturalmente ai vizi umani.
Ogni racconto è preceduto da una citazione ironica attinente all'argomento in lingua francese per cui ho dovuto, per intenderne totalmente il senso, farle tradurre da un insegnante di francese.
Dal giovane "Narciso" che perde la ragione a causa di una malattia ripugnante, alla beffa ricevuta da un fratello innamorato della sorella per un amore impossibile da consumare, alla moglie ingenua e devota che incontra inevitabilmente verità scomode, al parroco corrotto che predica l'aldilà e poi non ci crede, al ragazzo sedotto dal professore di scuola...ed altre terribili condizioni che inducono l'uomo a compiere ogni tipo di licenziosa scelleratezza.
Tratto narrativo arguto e delineato con grande lucidità, il libro è adatto a coloro che vogliono meditare sull'esistenza umana...e racchiude in sè il desiderio di redimere l'uomo mettendolo di fronte alla sua abissale corruzione.
Vorrei infine esprimere una mia personale opinione: se è vero che l'uomo è pervaso di malvagità, di cattiveria e che spesso è artefice del proprio disgraziato destino, ed io aggiungo anche di quello di altre persone innocenti, se è vero (ed io l'ho sperimentato amaramente nella mia esistenza), che la giustizia è sommaria, superficiale e molte volte protegge i colpevoli, anzichè condannarli...si può però affermare che esistono anche persone buone, persone degne di rispetto che spesso...ti traggono in salvo dal pantano in cui altri personaggi loschi hanno cercato di farti annegare.
E con questa speranza di bontà, di gentilezza, di redenzione ho potuto conservare in me il lato buono della mia natura senza che si smarrisse nel velenoso miasma della follia.
Consigliato.
Saluti.
Ginseng666

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
"Il ritratto di Dorian Gray", "Il cimitero della coscienza"
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Mare di pietra
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

A schiovere
Tre ciotole. Rituali per un anno di crisi
Un buon posto in cui fermarsi
Finché divorzio non vi separi
La guerra privata di Samuele
Spizzichi e bocconi
La coscienza di Montalbano
Tre cene
Chiaroscuro
Angeli e carnefici
Sei casi al BarLume
A grandezza naturale
Il libro dei mostri
Le ragazze sono partite
Come una storia d'amore
Le piccole virtù