Anita Anita

Anita

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Anita se n'è andata ponendo fine a un amore che sembrava dovesse durare per sempre. Milan è impreparato, triste, preso da rimorsi e nostalgie che lo inducono a raccontarsi, quasi per consolazione, come sarebbe stato quell'amore se invece di incontrarsi a sessant'anni lui e Anita si fossero conosciuti da ragazzi. Il tempo trascorso insieme ha lasciato in Milan una traccia profonda. Negli alti e bassi della loro storia d'amore ci sono stati viaggi, incontri, passioni. La scomparsa di persone care e importanti ha offerto l'occasione di meditare su che cosa accadrà dopo la morte, di chiedersi se farsi cremare o farsi seppellire. Intorno a queste alternative si aprono discussioni, riflessioni, fatti imprevisti. Dal passato e dalle storie degli altri affiorano episodi curiosi, anche comici, e l'aldilà possibile viene trattato come se fosse la continuazione della vita, come se si trattasse semplicemente di scegliere un luogo dove fermarsi, di darsi un'altra tappa nell'esistenza. Un romanzo acceso da lampi di ironia, attraversato dalla tenerezza dei ricordi: la fine di un grande amore e la fine dell'esistenza terrena si intrecciano fluidi con una serenità che non è distacco olimpico ma assunzione piena, complicata e contraddittoria della fragilità della vita e dei sentimenti.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Anita 2019-04-23 07:54:13 ornella donna
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    23 Aprile, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La vita. La morte e le sue sfaccettature

Alain Elkann firma il suo ultimo romanzo: Anita. Il libro, a giudicare da un primo sguardo, sia alla copertina che al titolo parrebbe essere un racconto biografico o una storia d’amore .Non solo, è molto di più. Riflette su svariati e complessi temi: dall’antisemitismo, alla morte, a come conservare la memoria dei nostri cari che non ci sono più, se procedere alla cremazione o alla normale sepoltura in un cimitero o no …
La storia è narrata da Milan, che ha 62 anni, un intellettuale di origine ebrea. E Anita chi è? E’:
“Era una donna che mostrava di rado le sue emozioni e i suoi pensieri perché preferiva nascondersi dietro un sorriso infantile. A volte poteva sembrare scostante, o troppo indaffarata. (…) Era difficile definire se Anita fosse una donna allegra o triste, perché alternava risate molto felici a silenzi distanti.”
L’amore a sessant’anni è diverso, più complicato, meno passionale, più comunione di intenti che passione. E allora? Allora ecco l’importanza del ricordare. Perché ricordare è al contempo riflessione e nostalgia dei tempi passati, dei viaggi, delle amicizie comuni e dei distacchi importanti. E poi è pensiero, soprattutto, sull’al di là, su che cosa è la morte. La morte qui è vista come la scelta di un nuovo spazio da occupare, su cui fermarsi. E allora cremazione o loculo al cimitero. Ma quale cimitero? Parigi o addirittura Gerusalemme? Di questo si interroga a lungo il protagonista narrante in contrapposizione, spesso, alla visione di Anita.
Un romanzo ricco di ironia, sul filo dei ricordi passati, di “vita” intesa come un’incognita in cui nulla si sa, tuto è da scrivere e da gustare. Un lungo racconto intenso e profondo da leggere con passione e riflessione filosofica. Un romanzo tra amore e morte, dove la protagonista femminile, Anita, è il fulcro e simbolo dell’esistenza umana e simbolo perfetto della libertà e della scelta.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La parata
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri