Zorro Zorro

Zorro

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

"I barboni sono randagi scappati dalle nostre case, odorano dei nostri armadi, puzzano di ciò che non hanno, ma anche di tutto ciò che ci manca. Perché forse ci manca quell'andare silenzioso totalmente libero, quel deambulare perplesso, magari losco, eppure così naturale, così necessario, quel fottersene del tempo meteorologico e di quello irreversibile dell'orologio. Chi di noi non ha sentito il desiderio di accasciarsi per strada, come marionetta, gambe larghe sull'asfalto, testa reclinata sul guanciale di un muro? E lasciare al fiume il suo grande, impegnativo corso. Venirne fuori, venirne in pace. Tacito brandello di carne umana sul selciato dell'umanità."



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Zorro 2013-10-05 13:31:38 T.D. Lemon
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
T.D. Lemon Opinione inserita da T.D. Lemon    05 Ottobre, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

... Per me, la vita è un giorno...

Questo libro è stato un regalo, un dono, una sorpresa fatta.
Un racconto di 66 pagine ma degno di essere chiamato Libro più di tanti altri.
E’ il classico esempio di quanto sia importante il “contenuto” di una storia, aldilà, del numero di pagine, del tempo e della ragione su cui si struttura un libro.
Narra di un delirio di una persona che potrebbe essere un me, un te, un voi qualunque che si appresta a fare i conti con la propria esistenza e ne esce “sconfitto”, ma anche no,
la magia di queste 66 pagine infatti sta proprio in questo, nel farci capire che a volte la linea che separa la vittoria da una sconfitta è molto, tanto, sottile.
E’ allegria, mai rassegnazione è sempre voglia di giocare anche di fronte l’ineluttabile- Zorro ride, e si fa gioco degli accessori a noi tanto cari e disintegra quello che per noi sono diventati, ahimè - “indispensabili”.
La Mazzantini ci fa capire che c’è molto da imparare da loro e dal loro modo di vivere la vita, dunque oltre a guardarli con aria misericordiosa e magari lasciargli quegli spicci che a noi pesano sulla coscienza, ogni tanto, sarebbe bello scambiare due parole, per aiutarli e non ci crederete, farci aiutare. In questo delirio, anche questo succede.

“ Dico solo che normale è una parola storta. Parliamo di frequenze e infrequenze, così mi sta meglio. Diciamo che è infrequente che la gente attraversi a cazzo come me. Io sono un infrequente.
Infrequente è bello, è una rarità. E' come un fico a dicembre. Io sono un fico a dicembre, una ciliegia a gennaio, una pesca a febbraio …”

Questa è la gettata di cemento su cui si basa il tutto: il contrasto tra il frequente e l’infrequente e alla fine del libro il dubbio è lecito, siamo noi o loro le persone normali?
Zorro sicuramente davanti questo dilemma una risata se la sarebbe fatta, ma io? Ma voi?!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Lettura consigliata dai 10 ai 100 anni !!
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ricordatemi come vi pare
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La donna che fugge
Valutazione Utenti
 
3.9 (3)
T
T
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
I giorni di Vetro
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ti ricordi Mattie Lantry
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Un animale selvaggio
Valutazione Utenti
 
3.1 (4)
Ambos mundos
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Ci vediamo in agosto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il mantello dell'invisibilità
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'orizzonte della notte
Valutazione Utenti
 
4.2 (5)
Chi dice e chi tace
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il nostro grande niente
Chi dice e chi tace
Cuore nero
L'età fragile
Il rumore delle cose nuove
Vieni tu giorno nella notte
Giù nella valle
Abel
Il vento soffia dove vuole
La collana di cristallo
Romanzo senza umani
Resisti, cuore
La cerimonia dell'addio
La ricreazione è finita
Grande meraviglia
Le altalene

Copyright 2007-2024 © QNetwork - Tutti i diritti sono riservati
P. IVA IT04121710232