Al crepuscolo Al crepuscolo

Al crepuscolo

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


In questi tredici racconti, King mette in scena l'imprevedibile umanità di personaggi che si trovano a vivere storie semplici o ai limiti del reale. L'11 settembre Scott si è dato malato e inizia a trovare in casa degli oggetti appartenuti ai suoi colleghi. Dopo che Monette si è sfogato, raccontando a un autostoppista sordomuto di essere stato tradito, sua moglie viene trovata morta in una stanza d'albergo. Janet è sposata ad Harvey da trent'anni e comincia a non poterne più, soprattutto dopo che lui è andato in pensione e ciondola tutto il giorno per casa... E un gatto arriverà direttamente dall'Inferno.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 6

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.5  (6)
Contenuto 
 
3.5  (6)
Piacevolezza 
 
3.5  (6)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Al crepuscolo 2014-06-28 20:26:26 alessio
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
alessio Opinione inserita da alessio    28 Giugno, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

AL CREPUSCOLO

AL CREPUSCOLO

Sul retro di copertina di questo libro c'è scritto che Al Crepuscolo le cose prendono forme innaturali, l’immaginazione insegue le ombre nel buio ed è facile spaventarsi. E’ l’ora giusta per farsi catturare da questi tredici superbi racconti da brivido, dove Stephen King esplora tutti i generi di cui è maestro incontrastato :horror,thriller storie di fantasmi e soprannaturale. Una raccolta avvincente, un concentrato di suspense ed emozioni, che incatena il lettore alla pagina.
Effettivamente qui ci troviamo davanti a 13 racconti uno totalmente diversi l'uno dall’altro che diventa anche difficile lasciare un’opinione sul libro. Quello che posso dire è che effettivamente tutti i racconti sono scritti molto bene come d’ altronde il Re sa fare, regalando al lettore una scrittura molto scorrevole, ma purtroppo nel mio caso non ho trovato quella suspense,o quei momenti di terrore che avrei voluto vivere. Anzi ho trovato alcuni racconti o troppo lunghi o addirittura troppo corti, per di più senza capirne il finale in alcuni.
Con questo non voglio dire che è un brutto libro,anzi alcune storie come “torno a prenderti”” Il New York Times in offerta speciale”,”Il gatto del Diavolo”, “muto”, “alle strette”,sono quelli che mi sono piaciuti di più, perchè mi hanno coinvolto durante la lettura, ma sfortunatamente sul finale mi hanno lasciato un po’ a bocca asciutta. Sicuramente è un libro che dovrò rileggere cercando di capire dove mi sono perso, o che cosa non ho capito, ma ora come ora se mi capita di consigliare un libro di King forse questo aspetterei a citarlo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

Al crepuscolo 2012-04-02 15:09:14 Catherine
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Catherine Opinione inserita da Catherine    02 Aprile, 2012
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Così così

Inizio affermando che non è semplice dare una valutazione ad un'antologia di racconti, specialmente se questi sono tutti molto diversi fra loro, sia per le storie che narrano, sia per la loro qualità. Ho quindi deciso di scrivere un breve commento per (quasi) ognuno di essi.

Willa
Non riesco a capire come mai abbiano deciso di aprire questa antologia di racconti proprio con Willa. Si tratta di un racconto mediocre, con una trama banale e noiosa. Poche pagine e una voglia immensa di NON finirle.
Lo stesso King ammette, nelle note alla fine del libro, che non si tratta di un buon racconto (e qua la domanda sorge spontanea: perchè hai voluto pubblicarlo?).
L'unica cosa che mi ha permesso di terminarlo è lo stile inconfondibile e sempre perfetto del Re.

2/5 stelline

Torno a prenderti
Ecco un bel racconto! Le prime pagine non sono niente di speciale e ammetto di aver subito pensato di essermi inoltrata nella lettura di un altra storia "scritta bene ma nient'altro". Fortunatamente mi sono dovuta ricredere!
La protagonista del racconto è ben caratterizzata psicologicamente, alla classica maniera di King.
La storia, da metà racconto in poi, si carica di suspence e obbliga il lettore a rimanere incollato alle pagine e a leggerle tutte, una dopo l'altra.

4/5 stelline

Il sogno di Harvey
Lo devo proprio ammettere: nonostante l'idea non sia delle più originali (il tema del sogno premonitore è trito e ritrito ormai, e non solo in letteratura!), questo racconto mi ha fatto venire i brividi!
Breve, veloce, diretto. Mi è piaciuto!

4/5 stelline

Area di sosta // Cyclette // Le cose che hanno lasciato indietro
Questi tre racconti hanno in comune una cosa: non sono niente di speciale.
Sono scorrevoli, ben scritti, carini.
Nulla di speciale insomma! Probabilmente ciò che li rende così "insipidi" è la loro mancata capacità di attirrare e coinvolgere il lettore.

3/5 stelline

Pomeriggio del diploma
Carinissimo! Questo racconto inizia in un modo banale, ma proseguendo con la lettura si crea un'atmosfera carica di tensione, che non fa altro che aumentare, parola dopo parola.
Il lettore sa che qualcosa deve accadere, ma non ha idea di che genere di avvenimento si tratti.
Il finale lascia sbalorditi!
Stephen King: che genio!

5/5 stelline

N.
N. è forse il miglior racconto di questa antologia.
La storia che ci viene narrata è quello dello psichiatra Jhonny, morto in seguito ad una serie di sedute con il bizzarro paziente N... entrambi si sono suicidati.
La trama gira tutta intorno ad un disturbo ossessivo-compulsivo, scatenato inizialmente in N. per colpa di un misteriosissimo cerchio di pietre.
Un racconto che fa... rabbrividire!

5/5 stelline

Il New York Times in offerta speciale
Stavolta la protagonista della storia è una donna che ha perso il marito in un incidente aereo. Due giorni dopo la sua morte riceve una telefonata proprio dal marito che la mette in guardia circa alcuni eventi che si verificheranno in futuro.
L'azione è per lo più assente e, escluse le prime 3 pagine, il lettore non riesce a sentirsi parte della storia.
Un vero peccato, perchè la storia avrebbe potuto rivelarsi molto interessante, se sviluppata diversamente.

3/4 stelline

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Al crepuscolo 2011-11-20 18:50:22 alexmai
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
alexmai Opinione inserita da alexmai    20 Novembre, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Insomma...

Dallo zio Steve mi aspettavo ben altro... alcuni racconti sono carini, ma altri lasciano ben poco. A questo sommateci il fatto che la S&K ha fatto uscire uno dei racconti buoni separatamente, sfilandoci altri 6 euro... pollice verso, mi spiace.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
02
Segnala questa recensione ad un moderatore
Al crepuscolo 2010-05-29 07:47:49 Ginseng666
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Ginseng666 Opinione inserita da Ginseng666    29 Mag, 2010
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un autentico terrore...

Si tratta di una raccolta di racconti del terrore...
Storie ordinarie in cui si inserisce l'elemento straordinario e ricolme di pathos e di colpi di scena che avvincono al lettore dall'inizio alla fine...
Come Poe, Stephen King sa raccogliere o suddividere, ma rimane comunque capace di emozionare e spaventare...
Uomini che mutano carattere, animali scaturiti dall'inferno, persone che si trovano morte e casi apparentemente normali in cui l'omicidio diviene l'ingrediente dell'anormalità...
Il titolo "Al crepuscolo..." ci riporta al momento in cui il cielo si scurisce e fa buio...
Diviene buio anche nell'animo umano capace di evocare i fantasmi più terribili e inusuali e di portarci al limite dello spavento, dell'aberrazione e del terrore... La morte cammina al passo con noi e ci aspetta al varco...ogni fruscio di fronda, ogni passo lieve sul selciato diventa un rimbombare di suoni macabri...
Terrore allo stato puro..
Consigliato..
Sopratutto per coloro che amano spaventarsi un po'.
Saluti.
Ginseng666

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Tutti i libri Stephen King..
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Al crepuscolo 2009-04-22 13:25:47 fabiomic75
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
fabiomic75 Opinione inserita da fabiomic75    22 Aprile, 2009
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Bella raccolta!

A mio modesto parere si tratta di una raccolta di racconti molto buona, lo stile di King non si discute e qui anche i contenuti non sono affatto male. In alcuni c'è un richiamo più o meno marcato alle vicende dell'11 settembre e ciò coinvolge inevitabilmente ed ulteriormente il lettore. In altri si respira angoscia allo stato puro. Mi sento pertanto di consigliarne senz'altro la lettura anche se indubbiamente nessuno dei racconti è paragonabile ai tre capolavori raccolti in "Stagioni diverse" (Stand by me, Un ragazzo sveglio, Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank). Da leggere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
Al crepuscolo 2009-04-09 23:52:29 andrea70
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
andrea70 Opinione inserita da andrea70    10 Aprile, 2009
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Vecchio Leone

Confesso che qualche anno fa mi ero ripromesso di non leggere più nulla di Mr King dopo la delusione di libri come Insomnia, Buick 8 , l'Acchiappasogni e via dicendo...libri che ,se li avesse scritti chiunque altro ,avrebbero venduto quanto meritavano ... si e no 3 copie...mi sono detto "il vecchio Stephen ha esaurito la vena creativa..."

Poi mi è andato l'occhio su questa raccolta in offerta in libreria e ...ho ceduto in onore dei vecchi tempi quando il Re mi teneva incollato alle pagine di capolavori come It, L'Ombra dello scorpione, la Metà oscura, Il miglio verde , Stagioni diverse e via così...

Devo dire che si tratta di una buonissima raccolta di racconti, forse King nel romanzo lungo ha perso un pò di smalto ma nel racconto breve il vecchio leone da la paga a tanti giovani imbrattacarte :

Le paure che risveglia in noi King sono molto più "mature" che in passato , molto più concrete : niente più mostri inverosimili, ma mostri in carne e ossa fuori di testa, la malattia incurabile, la solitudine, la perdita di una persona cara, le tragedie del nostro tempo come la follia dell'attentato alle torri gemelle, una catastrofe nucleare , la violenza domestica, gli interrogativi su quello che accade dopo la morte...

Chi di noi non si è confrontato con questi temi o non ne ha un pudico terrore, veramente una raccolta ben scritta (ma si sapeva, il buon King potrebbe rendere leggibile anche la sua lista della lavanderia...)e soprattutto di piacevolissima lettura.

Bel colpo Mr King e beh... bentornato!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Stand by me - Stagioni diverse
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri