Cattivi amici Cattivi amici

Cattivi amici

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Noah Sadler e Abdi Mahad sono due amici inseparabili. Per questo motivo quando il corpo di Noah viene trovato in un canale di Bristol, il silenzio di Abdi è inspiegabile. Perché non parla? Il detective Jim Clemo è appena tornato dopo un congedo forzato che lo ha allontanato dal suo ultimo caso e la morte di Noah sembra l'incidente perfetto con cui tenerlo occupato. Ma ben presto quello che sembrava un gioco tra ragazzi finito male si trasforma in un dibattito che accende il dibattito pubblico. Noah è inglese, Abdi un rifugiato somalo. La tensione sociale, la paura e la rabbia cieca degenerano velocemente a Bristol, mentre le due famiglie combattono per ottenere una risposta. Non sanno quanto sarà lunga la strada per sapere cosa è successo davvero.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.1
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
3.0  (2)
Piacevolezza 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Cattivi amici 2019-08-04 18:21:04 Pelizzari
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    04 Agosto, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mamme guerriere

Giallo alternato a più voci che ci racconta la storia di un bambino, ammalato di cancro, e del suo miglior amico, di origini somale. La storia ci fa riflettere sull’amicizia, prioritariamente, ma anche su tanti altri temi molto attuali, quali l’integrazione degli stranieri nella società, il bullismo, la malattia, la violenza sulle donne, la forza delle mamme. In particolare spiccano Myriam che impersona la sofferenza in tutte le sue forme e nello stesso tempo l’amore e Fiona che esercita la sua maternità come un animale, tutto istinto e ferocia. Personaggio minore ma delicatissimo è Sofia, la sorella. Tratteggiati a tinte forti o delicate, tutti i personaggi, minori e non, concorrono a costruire una storia davvero toccante.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
Cattivi amici 2018-09-26 09:43:35 sonia fascendini
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
sonia fascendini Opinione inserita da sonia fascendini    26 Settembre, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Poco convincente

Noah, un adolescente viene ripescato da un canale di Bristol. Incosciente, non può spiegare che cosa gli sia successo. Il suo migliore amico Abdi, si rifiuta di aprire bocca. nessun spiegazione su che cosa facessero lì nel cuore della notte. La loro amicizia fa escludere che sia lui il responsabile dell'incidente, ma il suo silenzio insospettisce e indigna l'opinione pubblica. Dell'indagine è incaricato Jim Clemo, un detective appena reintegrato in servizio dopo aver avuto problemi con l'ultimo caso che ha seguito. le indagini, si confondono col desiderio di rivalsa del detective, coi suoi ripensamenti e le sue insicurezze. Inutile dire che le sue vicende sentimentali e familiari sono tutt'altro che idilliache. La Macmillan, credo abbia fato il passo più lungo della gamba tirando in ballo l'amicizia interrazziale: i due ragazzi sono uno di nascita inglese e l'altro un rifugiato somalo, le differenze sociali: i due ragazzi pur frequentando una scuola prestigiosa sono l'uno il figlio di un noto fotografo e l'altro di un tassista. Come se non bastasse ci ha messo i traumi mai guariti da parte della famiglia di Abdi, una situazione di salute drammatica da parte di Noah con le relative ripercussioni sul resto del nucleo familiare. Troppe informazioni, troppi drammi che però a un certo punto sono riusciti a creare in me un'aspettativa che poi si è rivelata del tutto infondata. Il finale è a dir poco debole senza nessun guizzo che riesca a salvare un romanzo lento e faticoso da seguire. Peccato, perché visti gli altri due romanzi che avevo letto, nutrivo ottime speranze.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri