Il cacciatore assente Il cacciatore assente

Il cacciatore assente

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Arturo Pereda, un intellettuale peruviano che ha partecipato alla lotta armata contro il regime ed è espatriato per andare a vivere in Francia, ritorna a Lima per incontrare i vecchi amici e i compagni di lotta. E' un uomo ormai disincantato, che ha trovato nuove radici in Europa e vorrebbe rompere i legami con il passato, ma che decide di accettare il compito che i compagni gli affidano: mettersi sulle tracce di colui che li ha traditi venti anni prima, causando la morte e lo scioglimento del gruppo. Inizia a questo punto una vera e propria detective story, che porta il protagonista da Lima a Città del Messico, a Parigi e poi di nuovo in Sud America, e che avrà un esito del tutto imprevedibile.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il cacciatore assente 2019-08-15 06:35:30 CRISTIANO RIBICHESU
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
CRISTIANO RIBICHESU Opinione inserita da CRISTIANO RIBICHESU    15 Agosto, 2019
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Conoscere il Perù


Quando, alla fine degli anni novanta, Guanda incaricò Luis Sepulveda di dirigere la collana “La frontiera scomparsa" egli la intese probabilmente come una specie di missione. Assunse l'impegno di rendere conosciuti a noi italiani una schiera di autori dell’America Latina che gravitavano ai margini dei più conosciuti Marquez, Vargas Llosa, Scorza, egli stesso e altri eletti.
Uno di essi era Alfredo Pita, scrittore e giornalista peruviano, impiegato presso agenzie di stampa francesi, ma con un passato politicamente impegnato risalente agli anni vissuti nel suo paese di origine.
Molti di noi associano il popolo peruviano alle numerose famiglie che affollano nei giorni di festa i parchi delle nostre città, che si dilettano nell’arte culinaria della carne alla brace ascoltando nostalgici e festaioli la musica del loro paese. Grazie a questo racconto possiamo conoscere più a fondo questo popolo.
Pita ci consegna un romanzo atipico per la provenienza letteraria. Scritto in uno stile che definirei europeo ma che svela i disagi, la violenza a sfondo politico, la repressione coadiuvata da potenze internazionali, il razzismo che da sempre ostacola l’integrazione tra i nativi e i discendenti dei colonizzatori. Una storia avvincente che rende partecipi, che insegna.
Purtroppo è questo l'unico romanzo di Pita tradotto in italiano, tra l'altro ad opera di Pino Cacucci, e sono fermamente convinto che ci stiamo perdendo qualcosa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri