La domatrice La domatrice

La domatrice

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La domatrice Petra è la famosa e affascinante città carovaniera fondata in Transgiordania dagli antichi Nabatei. In questa località il destino ha riunito un eterogeneo gruppo di turisti: un famoso psichiatra francese, una graziosa neolaureata in medicina, un'energica lady membro del Parlamento inglese, una signorina di mezza età e una numerosa famiglia americana che gravita attorno alla «domatrice», onnipotente matrona che ama esercitare sadicamente il suo potere sui familiari. Nell'aria dell'antica città si respira un'atmosfera sinistra, tanto che, quando uno dei membri della comitiva viene ritrovato cadavere, affiora subito il sospetto che si sia trattato di un delitto. L'assassino però ha fatto male i suoi conti. Non ha previsto, infatti, la presenza di un turista di eccezione: Hercule Poirot.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La domatrice 2017-10-01 18:50:51 Cathy
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Cathy Opinione inserita da Cathy    01 Ottobre, 2017
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il luogo del sacrificio

Sembra proprio che Hercule Poirot non possa andare in vacanza senza inciampare in un cadavere e il viaggio che il celebre investigatore decide di compiere in Medio Oriente non fa eccezione. Nell’affascinante località archeologica di Petra, in Giordania, l’anziana e malata signora Boynton muore all’improvviso lasciando sotto shock il piccolo gruppo di turisti che visitava Petra con lei: la sua numerosa famiglia, un famoso psichiatra, una giovane dottoressa, una signorina zitella, un signore americano e una parlamentare inglese. In apparenza non c’è nulla di sospetto nella morte della signora Boynton, ma Poirot sa bene che le cose non sono mai come sembrano: la vittima era un’ex carceriera che con gelida determinazione teneva insieme a forza la sua famiglia – i tre figliastri, Lennox, Raymond e Carol, sua figlia Ginevra e Nadine, moglie di Lennox – attraverso un regime di terrore e sottomissione mentale. Privi di indipendenza economica e ridotti ad una vera e propria sudditanza psicologica, i giovani Boynton sono fisicamente liberi, ma in realtà sottomessi al volere della madre e incapaci di liberarsi del giogo, proprio come le bestie da circo non possono ribellarsi ai comandi della domatrice. Ma ora che la terribile signora Boynton ha lasciato questo mondo sono finalmente liberi e come non sospettare che dietro la sua morte si nasconda un assassino disperato o forse anche più di uno? A Petra esiste un posto chiamato “Il luogo del sacrificio”, dove gli antichi Nabatei presentavano le loro offerte alle divinità, e se è vero che il sacrificio di una vita può significare la salvezza di molte altre, come afferma Sarah King, la giovane dottoressa della compagnia, allora la morte della sadica ed egoista signora Boynton è avvenuta nel posto giusto.
Mentre il sospetto serpeggia nel campo dei turisti di Petra, Poirot indaga con la consueta abilità e risolve il mistero quasi in un battito di ciglia, dimostrando che anche la verità in apparenza più ovvia e banale non lo è mai fino in fondo.
Tra sottili indagini psicologiche e depistaggi continui si dipana un giallo dalla suggestiva e originale ambientazione esotica – uno dei romanzi che la Christie scrisse su ispirazione dei viaggi compiuti in Medio Oriente con il marito archeologo – e dalla struttura chiara e lineare, ricco di tocchi di ironia. L’infallibile investigatore belga conduce il lettore tra le rosse rocce di Petra alla scoperta di un mistero tutto giocato su una manciata di “fatti” sospetti – così li chiama Poirot – e attente riflessioni sul profilo psicologico dei personaggi, fino alla conclusione, che forse è l’unico elemento un po’ fiacco e poco brillante in un romanzo per il resto perfettamente riuscito.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Altri romanzi di Agatha Christie.
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri