La finestra rotta La finestra rotta

La finestra rotta

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Alice Sanderson viene trovata morta nel suo appartamento di Manhattan, la gola recisa, il quadro più prestigioso della sua collezione scomparso. Gli indizi sulla scena del delitto conducono inequivocabilmente ad Arthur Rhyme, un uomo sposato che la vittima frequentava da poco. Ma non tutto, forse, è come sembra: nella catena di omicidi che da qualche mese insanguina New York, le tracce raccolte dagli inquirenti hanno l'evidenza delle prove schiaccianti, un'evidenza quasi sospetta. È Lincoln Rhyme a prendere in mano l'ultimo caso, per scagionare il cugino Arthur e ricomporre i frammenti di una sciarada impenetrabile e crudele come il delitto perfetto.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 7

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0  (7)
Contenuto 
 
3.6  (7)
Piacevolezza 
 
3.9  (7)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La finestra rotta 2012-01-08 15:40:37 C98
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
C98 Opinione inserita da C98    08 Gennaio, 2012
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sorvegliati....

"La finestra rotta" di Jeffery Deaver mi è piaciuto molto.Ottava indagine di Lincoln Rhyme,detective tetraplegico e geniale racconta di un killer che conosce ogni dettaglio della vita delle sue vittime e che riesce a incolparle di delitti mai commessi.A mio avviso davvero un bel libro non troppo pesante che "si fa leggere" ,Deaver ha curato personaggi e luoghi interessante l'argomento essenziale (lo sfruttamento di dati personali).Inquieta notevolmente la possibilità che qualcuno possa controllare ogni nostro singolo movimento.Perfetta come sempre a mio parere la coppia Rhyme e Sachs.Veramente meritevole

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consiglio questo libro a chi vuole leggere un bellissimo thriller!.
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

La finestra rotta 2011-07-25 11:45:28 TheOregon53
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
TheOregon53 Opinione inserita da TheOregon53    25 Luglio, 2011
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il migliore

Incredibile. Solo con questa parola si può descrivere questa fantastica opera.Uno dei migliori romanzi che abbia letto, capace di tenerti incollato per ore alla lettura. ottimi i colpi di scena e i personaggi, per non parlare dello stile.
Consigliatissimo a tutti

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
a chi vuole una storia coinvolgente scritta in maniera sublime
Trovi utile questa opinione? 
03
Segnala questa recensione ad un moderatore
La finestra rotta 2010-10-04 11:21:20 piero70
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
piero70 Opinione inserita da piero70    04 Ottobre, 2010
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un libro o un film?

Mi dispiace ma no... Non è il mio genere.
Se imputavamo a Dan Brown di scrivere libri già belli e pronti per il cinema questo cos'è? Sembra di leggere una sceneggiatura..
A pagina 10 l'intelligentissimo detective ha già scoperto il modus operandi dell'assassino, a pagina 20 ha già i fascicoli dei suoi delitti precedenti, a pagina 35 scopre chi sarà il suo prossimo capro espiatorio, a pagina 40 già gli tende una trappola...
E nelle restanti 400 pagine? C'è da preoccuparsi mi sono detto...
E in effetti...Una lunga partita a scacchi inframezzata da qualche flash back personale...
Depistaggi continui e un finale che mi ha ricordato tanto (troppo?) il silenzio degli inoocenti
Tanto fumo e poco arrosto.
Non è proprio il mio genere.
Ritenterò!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
La finestra rotta 2009-10-28 15:13:10 faye valentine
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
faye valentine Opinione inserita da faye valentine    28 Ottobre, 2009
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

no privacy!

Non posso considerarmi un'esperta di Deaver, essendo solo il terzo suo romanzo che leggo, ma lo trovo assolutamente al di sopra degli altri due per argomento, attualità e stile. Finalmente un'indagine complessa, ma risolta in modo verosimile, razionale, senza ricorrere a deus ex machina o simili...

Il tema del trattamento e della vendita dei dati personali inquieta... attira ottimamente l'attenzione... fa pensare... ed è sempre una bella sensazione quella che si prova quando un romanzo s'intrufola nella nostra vita e ci fa riflettere... e non resta un mero passatempo, no?

Lo stile è scorrevole, abbastanza coinvolgenti i personaggi: rhyme e sachs in ottima forma, più umani del solito!

Romanzo consigliabile anche a chi non legge solitamente Deaver.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
a chiunque voglia leggere un giallo-thriller attualissimo e inquietante
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
La finestra rotta 2009-07-13 00:09:01 andrea70
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
andrea70 Opinione inserita da andrea70    13 Luglio, 2009
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Inquietante

Un astuto assassino riesce a commettere una serie di delitti facendo incolpare qualcun'altro grazie alla costruzione artificiosa di prove e alla manipolazione dei cosidetti dati sensibili.

Il romanzo scorre bene ma è forse meno brillante di altri lavori di Deaver, quello che rimane alla fine è un senso di disagio e di inquietudine perchè l'autore riesce perfettamente a descrivere un futuro prossimo quantomai plausibile e spaventoso : la conoscenza dei dati personali di un individuo può arrivare a livelli impensabili,al cui confronto la cosidetta tutela della privacy è una regoletta buona per l'asilo...

Ci saranno anche meno colpi di scena del solito e Rhyme non è al suo top, ma se il valore di un libro si misura da quello che ti lascia ...bene questo un pò di cose su cui pensare le dà...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
La finestra rotta 2008-11-15 00:37:00 elisa
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Opinione inserita da elisa    15 Novembre, 2008

... una piccola delusione...

Mi dispiace moltissimo dover bocciare uno dei miei autori preferiti, ma abituata all' altissimo livello dei suoi precedenti lavori, in particolare proprio quelli del filone Rhyme&Co., mi sono scoperta delusa da quest' ultimo lavoro... In parte sarà senz' altro dovuto al fatto che non amo l' ambito informatico, e questo libro per esigenze di trama fa tantissimi riferimenti ad esso, ma l' ho comunque trovato sottotono rispetto ai precedenti romanzi, Lincoln è meno caustico del solito e i tanti colpi di scena abituali mi sono sembrati dimezzati... Certo, uno scivolone si perdona anche ai grandi ,ma se non avete mai letto Deaver non partite da qui!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
La finestra rotta 2008-08-28 14:30:31 Marmy
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Marmy Opinione inserita da Marmy    28 Agosto, 2008
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La finestra rotta

Finalmente uno dei giallisti famosi che non delude. Ho trovato questo libro uno tra i più belli che Deaver abbia scritto, sicuramente meglio degli ultimi che erano diventati un po’ macchinosi e fumosi. Forse il finale è un po’ “tirato via” ma è comunque una lettura molto piacevole e che prende. Interessante anche l’argomento di base (lo sfruttamento dei dati personali) e piuttosto inquietante. Lo consiglierei senza ombra di dubbio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Gialli avvincenti
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli informatori
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ricamatrice di Winchester
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri